01
Thu, Oct

Sorprendenti apparizioni, cinema solare e green day per l’estate nel Parco Naturale Adamello Brenta

Parco Naturale Adamello Brenta
Typography

 

Un ricco programma di attività per l’estate è la bella sorpresa che il Parco Naturale Adamello Brenta vuole regalare dopo il difficile periodo dell’isolamento Covid-19.

Le misure imposte dal rischio contagio non hanno scoraggiato il Parco che a maggio si è messo a reinventare in corsa le iniziative su cui stava lavorando da tempo per assicurare le imprescindibili condizioni di sicurezza che ognuno di noi desidera. Libertà, spazi aperti e rispetto sono dunque gli ingredienti con cui, in collaborazione con le Apt d’ambito, ha definito l’edizione 2020 del tradizionale pacchetto “Un’estate da Parco”.

Potremmo definirla una proposta di “intrattenimento interessato”. Con queste iniziative, infatti, l’interesse del Parco rimane quello di catturare la curiosità dell’ospite per stimolare in lui alcune riflessioni riguardo alla necessità di conservare la natura.

Il programma si divide in quattro filoni diversi di attività che partiranno il 29 giugno.

 

Escursioni guidate

Dal 29 giugno al 10 settembre

Tantissime escursioni accompagnate dagli esperti del Parco con cadenza settimanale negli ambiti turistici interessati dall’area protetta. Camminate all’alba al Lago delle Malghette, immersioni nel bosco alla scoperta degli animali in Val d’Algone, passeggiate lungo il torrente in Val di Borzago per attraversare “tutto il bosco in un sentiero”, la rivelazione della potenza dell’acqua all’antica segheria Taialacqua a Molveno sono solo alcuni esempi delle esperienze proposte.

 

SuperPark

Dal 4 luglio al 29 agosto

SuperPark viene realizzato anche con la società Impact Hub Trentino. Comprende 14 “escursioni con accompagnatori straordinari” e 9 appuntamenti del “cinema al margine del bosco”.

Personaggi d'eccezione - chef, illustratori, scrittori, sportivi, registi, alpinisti e musicisti - attraverseranno i sentieri del Parco alla scoperta dei suoi angoli nascosti nelle vesti di originali accompagnatori. Le rocce, le piante, i prati, i sassi, i torrenti saranno la scenografia dei loro racconti.

Il bosco sarà la cornice di una rassegna di film serali che promette di fondersi e intrecciarsi con la natura, senza disturbarla: le proiezioni saranno possibili grazie all’energia solare immagazzinata durante il giorno e saranno silenziose grazie all’uso di cuffie, sistematicamente igienizzate.

 

PARtiCOlari

Dal 6 luglio al 4 settembre

In Val Genova, Vallesinella e Val di Tovel tutte le mattine dal lunedì al venerdì ogni mezz’ora dalle 9.30 alle 12.00 un operatore chiamerà a raccolta i presenti, con le dovute distanze, s’intende, per spiegare le particolarità naturalistiche del luogo. Ad ognuno sarà consegnata una mappa speciale contenente curiosità e aneddoti da scoprire in autonomia nelle vicinanze.

 

Sorprendenti Apparizioni

Dal 15 luglio al 3 agosto

6 appuntamenti teatrali, due in Val Genova, due a Vallesinella e due in Val di Tovel, ideati in collaborazione con Roberta Bonazza. L’immagine dell’orso e di tre personaggi storici appariranno misteriosamente dal bosco per sorprendere i presenti e lasciare delle suggestioni. Julius von Payer, John Ball e Aurelio Galleppini saranno i personaggi che, rispettivamente, in Val Genova, Vallesinella e Val di Tovel, sveleranno di volta in volta gli aspetti che hanno conosciuto bene di quei dei luoghi. L’orso spazierà tra le tre valli per raccontare invece come si vive in quei luoghi.

 

A completare l’offerta, dal 4 luglio saranno aperte continuativamente le Case del Parco Flora a Stenico, C’era una volta a San Lorenzo in Banale, Geopark a Carisolo e Lago Rosso a Tovel.

 

Accesso al Parco Naturale Adamello Brenta

 

Ricordiamo che l’accesso all’area protetta è sempre libero e gratuito per chi entra a piedi o in bicicletta. Vige invece la chiusura al traffico a motore sulle strade forestali, in base ad ordinanze comunali. In modo particolare, dal 4 luglio nelle valli più frequentate dal turismo, ovvero Val Genova, Vallesinella, Ritort-Patascoss, Val di Tovel, Val di Fumo e Val d’Algone è richiesto un ticket di ingresso a veicolo. Gli operatori del Parco presidieranno come sempre i punti parcheggio per favorire il decoro e l’ordine in queste zone, prese letteralmente d’assalto nei mesi estivi. Il ticket è concepito come una sorta di compensazione a fronte dell’impatto ambientale che le auto producono e quegli incassi vengono destinati a nuovi progetti di conservazione nell’area protetta.

Causa Covid, il classico servizio di trasporto collettivo con bus navetta che da 17 anni caratterizzava la mobilità sostenibile del Parco, dovrà fermarsi e i posti auto limitati dovranno essere prenotati online. Apt e comuni stanno provvedendo anche a fissare degli accordi privati per il noleggio di e-bike e di mezzi con conducente per offrire un servizio complementare poco impattante.

L’esperienza Covid è stata l’occasione anche per spingere l’acceleratore verso un approccio alla natura più esperienziale e intimo. Con questo proposito si stanno mettendo in calendario delle giornate a “traffico zero”. Nove Green day, tre in Val Genova, tre in Vallesinella e tre in Val di Tovel in cui dalle 10.00 alle 16.00 sarà sospeso completamente il traffico veicolare e gli escursionisti potranno avere la valle tutta per loro.

 

Informazioni dettagliate riguardo a orari, tariffe e modalità di prenotazione saranno consultabili a fine mese sulla App “AdamelloBrenta”, sul sito del Parco e sui siti delle Apt di riferimento.