27
Mon, Sep

Tra i prossimi appuntamenti di "I Suoni delle Dolomiti" anche Vallesinella Alta e Malga Brenta Bassa

Parco Naturale Adamello Brenta
Typography

Tre appuntamenti per un viaggio pieno di sorprese nel mondo della musica. È quello che attende appassionati e curiosi al Festival I Suoni delle Dolomiti dal 13 al 17 settembre. Infatti, tra le Dolomiti di Brenta e le Dolomiti di Fassa si potrà spaziare dal jazz più trasversale alle nuove promesse della musica classica senza dimenticare il fascino magnetico ed esotico del tango.

 

*

Si comincia il 13 settembre a Vallesinella Alta nelle Dolomiti di Brenta dove incrociano gli strumenti in un dialogo tutto da gustare Gianluca Petrella e Riccardo Onori.

Nato a Bari il 14 marzo 1975, Gianluca Petrella è considerato uno dei migliori specialisti del trombone, non solo a livello europeo. Ha esordito come leader nel 2001 e da allora ha pubblicato diversi album, due dei quali registrati alla guida della sua Cosmic Band. In oltre vent’anni di carriera ha collaborato con artisti del calibro di Enrico Rava, Sun Ra Arkestra, Carla Bley, Paolo Fresu, Matmos, Lorenzo Cherubini aka Jovanotti.

Al suo fianco, Riccardo Onori (classe 1969), chitarrista, compositore e produttore discografico italiano. Storico chitarrista di Jovanotti che vanta collaborazioni con artisti italiani e internazionali come Stefano Bollani, Giovanni Allevi, Carmen Consoli, Mike Patton, Max Gazzè, Alex Britti, Syria, Enrico Rava, Gianni Maroccolo, Planet Funk.
Esponenti spicco di due generazioni contingue di musicisti portano nell’incontro a Vallesinella Alta le diverse sfumature dei loro mondi sonori e c’è da aspettarsi un bel po’ di sorprese. In caso di maltempo si recupera alle ore 17.30 al Palacampiglio di Madonna di Campiglio.

Per raggiungere il luogo del concerto del 13 settembre
Malga Vallesinella Alta si raggiunge da Madonna di Campiglio in diversi modi. Con navetta a pagamento o in auto negli orari consentiti (info: pnab.it) fino al Rifugio Vallesinella e quindi a piedi lungo il sentiero delle Cascate Alte (ore 1 di cammino, dislivello 200 metri, difficoltà E). Per il ritorno si consiglia di seguire il sentiero 382 fino Rifugio Vallesinella e poi proseguire verso Madonna di Campiglio (ore 1.15 di cammino, dislivello 200 metri, difficoltà E).

Malga Vallesinella Alta è raggiungibile anche a piedi direttamente a Madonna di Campiglio imboccando via Vallesinella, seguendo le indicazioni per il Sentiero dell’Arciduca che tocca le Cascate di Mezzo, il Rifugio Vallesinella e arriva a Malga Vallesinella Alta passando per le Cascate Alte (ore 3.00 di cammino, dislivello in salita 300 metri, difficoltà E).
Si può infine prendere anche l’impianto di risalita dello Spinale e dalla stazione a monte della cabinovia Spinale seguire le indicazioni per Malga Fevri e poi Malga Vallesinella Alta (ore 1.45 di cammino, dislivello in discesa 300 m, difficoltà E.
Il Sentiero dell’Orso (C52) è aperto per chi vuole raggiungere la località Vallesinella o la località Fevri, mentre è chiuso nel tratto che prosegue verso Vallesinella Alta.

Escursioni con le Guide Alpine
È possibile partecipare a una escursione con le Guide Alpine del Trentino per possessori Dolomeet Card e Trentino Guest Card che da Madonna di Campiglio porta al luogo del concerto attraverso il Sentiero dell’Arciduca, le Cascate di Mezzo e il Rifugio Vallesinella (ore 3.00 di cammino, dislivello in salita 300 metri, difficoltà E). Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria presso l’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena al numero 0465 447501 o attraverso la APP Trentino Guest Card APP (Google Play and the App store). Posti limitati.
Un’altra escursione è proposta dalle Guide Alpine di Madonna di Campiglio con itinerario che dal passo del Grostè (salita in telecabina) discende lungo il sentiero panoramico verso il rifugio Graffer, proseguendo poi fino al luogo del concerto (ore 3 di cammino all’andata e 2 al rientro, difficoltà E). In questo caso la partecipazione è a pagamento prenotando entro le 18 del 12 settembre, presso le Guide Alpine in via Campanile Basso 5 a Madonna di Campiglio o telefonando al numero 0465 442634.
Info 0465 447501, campigliodolomiti.it

 

 

*

Si muta completamente orizzonte con il Quartetto Van Kuijk che riunisce giovani e già affermati artisti internazionali. Questo combo d’archi è nato e ha sede a Parigi ed è composto da Nicolas Van Kuijk (violino), Sylvain Favre-Bulle (violino), Emmanuel François (viola) e Anthony Kondo (violoncello). Formato nel 2012 il Quartetto Van Kuijk si è aggiudicato dopo soli tre anni il Primo premio al “Concorso internazionale per quartetto d’archi” della Wigmore Hall di Londra oltre ai due premi speciali per la miglior esecuzione di opere di Beethoven e di Haydn. Sono seguiti il Primo premio e premio del pubblico al “Concorso di musica da camera” di Trondheim in Norvegia e, in Francia, la vittoria del concorso “Fnapec-Musiques d’Ensembles”. Conosciuti in tutta Europa grazie anche ai loro numerori tour ora approdano ai Suoni proponendo un programma con musiche di Edvard Grieg e Felix Mendelssohn. Il tutto nello splendido scenario della Roda de Vael in val di Fassa il 15 settembre (ore 12): il concerto si svolge a circa 20 minuti dal Rifugio in direzione Passo delle Cigolade. In caso di maltempo si recupera alle ore 17.30 al teatro Navalge di Moena.

Per raggiungere il luogo del concerto del 15 settembre
Il luogo del concerto è raggiungibile da Pera di Fassa con seggiovie Vajolet 1, Vajolet 2, Pian Pecei (20 minuti, 3 tronconi) fino al Ciampediè e poi a piedi percorrendo prima il sentiero delle Feide e poi il nr. 541 che arriva al luogo del concerto (ore 2 di cammino, dislivello 150 metri, difficoltà E); oppure da Vigo di Fassa con funivia Catinaccio fino a Ciampedie e poi a piedi percorrendo prima il sentiero delle Feide e poi il nr. 541 che arriva al luogo del concerto (ore 2 di cammino, dislivello 200 metri, difficoltà E); infine dal Passo di Costalunga con seggiovia fino al rifugio Paolina e poi piedi prima per il sentiero 539 e poi per il sentiero 549 (ore 0.45 di cammino, dislivello 150 metri, difficoltà E).

Escursioni con le Guide Alpine
In occasione dell’evento è possibile partecipare a una escursione con le Guide Alpine del Trentino per possessori di Val di Fassa Guest Card e Trentino Guest Card. L’itinerario prevede la partenza dal Passo di Costalunga in seggiovia fino al Rifugio Paolina (costo del biglietto a carico dei partecipanti) e poi a piedi fino al luogo del concerto attraverso il Passo del Vajolon (ore 2.45 di cammino, dislivello in salita 450 metri, difficoltà E). Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria presso gli uffici Apt Val di Fassa o attraverso la APP TTrentino Guest Card APP (Google Play and the App store). Posti limitati.
Info 0462 609700 fassa.com

 

*

Conclude la settimana l’ultimo appuntamento (il 17 settembre a Malga Brenta Bassa nelle Dolomiti di Brenta, ore 12) della sezione che il festival ha dedicato al tango come espressione sonora di un Paese, l’Argentina, che però ha saputo conquistare il mondo intero. Ne sono l’esempio i musicisti che sono stati ammaliati da questa musica, quattro interpreti incredibili che nel corso della propria carriera artistica hanno fatto del genere nazionale argentino una fonte di ispirazione e un campo di sperimentazione affiancandolo ai percorsi che li hanno condotti tra molti altri generi musicali. Un concerto che fa incontrare Danilo Rea, Giovanni Tommaso, Pietro Tonolo, Marcello Sirignano.

Il pianista Danilo Rea debutta a soli diciotto anni nel jazz esibendosi con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto per poi esibirsi e intrecciare percorsi artistici con i più grandi nomi della canzone d’autore italiana – Rino Gaetano, Riccardo Cocciante, Mina, Pino Daniele, Claudio Baglioni, Adriano Celentano, Gino Paoli – e della scena jazzistica internazionale da Chet Baker a Lee Konitz, da John Scofield a Joe Lovano.

Il violinista Marcello Sirignano che passa dalla classica al jazz fino a diventare uno dei principali referenti italiani per il suo strumento esibendosi con Ganriele Mirabassi, Xavier Girotto e molti altri.

Pietro Tonolo (sassofonista) scopre la passione jazzistica e collabora inizialmente con musicisti come Franco d’Andrea o Massimo Urbani per poi passare al fianco di Enrico Rava, Steve Lacy, Ray Anderson.

Completa il quartetto Giovanni Tommaso che vanta una lunghissima carriera in cui ha incrociato il suo contrabbasso con icone come Charles Mingus, Ray Brown Sonny Rollins fino alla grande scena italiana con Franco d’Andrea, Stefano Bollani, Roberto Gatto e altri.

In caso di maltempo si recupera alle ore 17.30 al Palacampiglio di Madonna di Campiglio.

Per raggiungere il luogo del concerto del 17 settembre
Malga Brenta Bassa (17/9) è raggiungibile in diversi modi. Da Madonna di Campiglio con navetta a pagamento o in auto negli orari consentiti (info: pnab.it) si raggiunge Vallesinella da dove si prosegue a piedi passando dalle Cascate di Mezzo (ore 0.40 di cammino, dislivello in discesa 250 m, difficoltà E).
Da Sant’Antonio di Mavignola in macchina seguendo le indicazioni della Val Brenta (parcheggi fino ad esaurimento) e poi a piedi lungo il sentiero nr. 323 (40 minuti di cammino dal parcheggio più vicino al luogo del concerto, dislivello 150, difficoltà E).

Escursioni con le Guide Alpine
È possibile raggiungere il luogo del concerto con una escursione assieme alle Guide Alpine del Trentino (per possessori di Dolomeet Card e Trentino Guest Card) che partendo da Madonna di Campiglio prosegue per il Sentiero dell’Orso passando per il rifugio Vallesinella e le Cascate basse (andata ore 3 e ritorno ore 2.50 di cammino, dislivello 300, difficoltà E). La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria presso l’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena al numero 0465 447501 o attraverso la APP Trentino Guest Card APP (Google Play and the App store). Posti limitati.

Per gli amanti delle due ruote è proposta anche una escursione in E-mountainbike con gli Accompagnatori di MTB. Partecipazione a pagamento con prenotazione e indicazioni specifiche sul sito de I Suoni delle Dolomiti o dell’APT Madonna di Campiglio.
Info 0465 447501 campigliodolomiti.it

Informazioni: www.visittrentino.info/it/isuonidelledolomiti

 

*

Il Festival I Suoni delle Dolomiti si svolge nel rispetto della normativa per il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19.

In breve:

la partecipazione al concerto è libera e gratuita – è necessario mantenere il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro

In caso di utilizzo degli impianti di risalita:

· non è richiesto il green pass

· la capienza massima consentita viene gestita come segue: per le seggiovie la portata massima è al 100% della capienza del veicolo con obbligo di mascherina. Per le cabinovie e funivie la riduzione è al 50% della capienza del veicolo con obbligo di mascherina

In caso di maltempo:

il concerto avrà luogo lo stesso giorno alle ore 17:30 in teatro con prenotazione obbligatoria
la prenotazione online va fatta nella sezione del festival dove, nella scheda di ogni concerto, sarà presente un apposito link oppure sul sito dell’Azienda per il Turismo del luogo dove si svolge il concerto

la prenotazione online è possibile, fino a esaurimento dei posti disponibili, dalle ore 9 alle ore 12.30 del giorno dell’evento. I posti in teatro sono ridotti rispetto al numero reale della sala
per i maggiori di 12 anni, l’accesso in sala avverrà esclusivamente dietro presentazione del Green Pass o del certificato con esito negativo di test molecolare o antigenico rapido eseguito nelle 48 ore precedenti l’evento

il voucher, ricevuto al momento della prenotazione online, dovrà essere convertito in biglietto personale e non cedibile per l’ingresso in sala presso le biglietterie all’esterno del teatro, dalle ore 14.30 alle ore 15.30. Dopo questa fascia oraria la prenotazione non sarà più considerata valida.
gli eventuali biglietti ancora disponibili saranno in distribuzione dalle ore 15:30 alle 16.30 sempre presso le biglietterie all’esterno del teatro, con raccolta dei dati personali necessari al tracciamento

Attenzione: a causa dell’attuale situazione in continua evoluzione, possono subentrare cambiamenti normativi improvvisi con conseguente allentamento o irrigidimento dei provvedimenti.

Tutti gli aggiornamenti su https://www.visittrentino.info/it/isuonidelledolomiti/come-partecipare