16
Tue, Jul

 

La  Condinese (e siamo alla PROMOZIONE ) si prende la scena tant’è che  questa  domenica al Bettega vince alla grande ( 4- 1) sul Sacco San Giorgio la cui formazione è peraltro allenata da un ex: Giorgio Manica  che a Condino era  arrivato nell’era CND edizione  Spada & Merlino ma  che  era assente per malattia.  “Una  vittoria che ci voleva e che  nel contempo  diffonde fiducia e  ci rilancia in classifica“ avverte  il presidente Thomas Galante.

A Mattarello finisce invece  3 a 3  tra Ravinense  e  Settaurense  e  nell’occasione  la squadra di Storo trova in Federico Lorenzi l’artefice di giornata considerato che  il delegato  di Fer Casa  firma tutte  quante le tre reti. “Una spartizione di punti con la Ravinense non è poi male ma  quello che mi dispiace  è che nell’arco dei due tempi siamo mancati  in almeno altre tre opportunità il che ci dava  modo di chiudere anzitempo la partita“  ribadisce l’allenatore Nicola Giovanelli.

 

In 1’ Categoria il Tione di Eros Capponi  continua a dire la sua e nella sfida interna  con il Mattarello gli orchestrali di Renzo Fioroni vincono per 3 a 1.

Nei minuti ultimi  il Pieve di Bono   prevale  sul Castelcimegio  ( 1 a 0) tanto da assicurarsi  sia il derby che   ulteriormente migliorare la  propria  posizione  di classifica.

 

Nella circostanza l’ammiraglia di casa Foresti & Galliani  fa inoltre intendere che le ambizioni   stagionali  in casa  viola  sono  e restano quelle di inseguire una possibile promozione  in modo da poter stare al passo, calcisticamente parlando, con Condino e Storo. 

Il Pinzolo Valrendena torna da Molveno  con  un prezioso punto ( 1 a 1). Risultato che consente  a mister Marco Corraini di intravvedere una via  attraverso la quale  rivedere  speranze e  ambizioni  circa  una classifica meno deprimente .

Stesso risultato ( 1 a 1)  anche tra  Calcio Bleggio e Sopramonte mentre l’Alta Giudicarie di mister Sergio Pellizzari si è riproposta trovando morale  e anche un passo  più persuasivo  tanto da vincere ( 2 a 1)  contro il Solteri. “Si tratta  del secondo successo consecutivo  anche se l’obiettivo  societario, grazie anche  a qualche aggiustamento  di rosa ultimo, resta il raggiungimento  in tempi ragionevoli della salvezza“  avverte lo stesso allenatore lodronese.

 

GIUDICARIE – La Settaurense supera l’Alense ( 2 a 0) e  quindi torna a dire la sua  dopo un’inizio di stagione piuttosto traballante. La squadra di Nicola Giovanelli   va in gol , ambedue  volte nella ripresa, rispettivamente con  Sardisco e Boschi. Nella circostanza  l’isolano è riuscito a sbloccarsi   consentendo a mamma Zimelli, che lo segue da una vita, di potersi rasserenare. “Prestazione sicuramente  positiva considerato che i biancocelesti erano in serie positiva da tre giornate“ avverte l’allenatore Nicola Giovanelli.

 

Sempre in Promozione ad avere problemi è la Condinese ieri superata a Trento dall’Aquila con il risultato di 2 a 1. La situazione sia  morale che di classifica incomincia  ad invocare  soluzioni   sotto  tutti gli aspetti peraltro  non più rimandabili.

In 1° categoria l’ammiraglia di casa Galliani & Foresti sta  confermando di esserci tant’è che ieri il suo Pieve di Bono ha superato il Tione di “ patron “ Fioroni.  Dopo l’iniziale svantaggio i viola si  sono  ripresi pareggiando prima e  poi andando a vincere per 4 a 2. “ Un’affermazione che  fa presagire che la squadra c’è e che il collettivo è in buone mani “ rassicura il numero uno della fp.

 

 

Sempre nella  medesima  categoria il Castelcimego conferma di saper  non solo vincere ma stravincere e ieri  nel derby con il Pinzolo l’armata  di mister Zerbio ai padroni di casa  di gol ne ha rifilati ben sei subendone a sua volta tre.  Tra una settimana la consociata bresciana  dovrà vedersela  con  il Pieve di Bono e nel corso di quella sfida Ferretti& Foresti potranno trarre maggiori considerazioni  su la portata effettiva del loro giocattolo.

L’Alta Giudicarie trova la sua prima vittoria di stagione andando a vincere per 3 a 0 sul campo dell’impero Segatta in quel di Sopramonte.

Sconfitta pure per il Calcio Bleggio che a Mattarello  è stato raggirato da un solo gol partita che comunque gli è costato la perdita di 3 punti. 

In promozione la Settaurense  pareggia a Nago Torbole e ottiene il primo punto utile di stagione. Non va bene la Condinese sconfitta al Bettega  con  la Rotaliana  mentre in Prima viaggia  in maniera spedita il Tione mentre Castelcimego e Alta Giudicarie subiscono quattro reti ciascuno

 

Nell’anticipo di sabato (17 settembre) la Settaurense  trova il suo primo punto di stagione  andando a pareggiare 0 a 0 sul campo del Nago Torbole. “Una spartizione di punti che muove la classifica e che fa pure morale” è quanto avverte in proposito l’allenatore Nicola Giovanelli fiducioso che la società gli procuri qualche rinforzo in grado di rafforzare centrocampo e reparto avanzato.

 

 Pur  in superiorità numerica  per quasi un tempo la  Condinese  palesa incertezze consentendo alla Rotaliana  di rientrare a casa dal Bettega ( 2 a 1) con l’intera posta.  “Brutta prestazione, mancanza di grinta e determinazione dove la  voglia di sacrificarsi scarseggia “ ammoniva a fine partita Fabio Bagattini. L’enologo  di Cron  fa anche sapere che “sul  secondo gol dei biancoazzurri ci sarebbe qualcosa da ridire ”.

Traslocando in prima categoria a  consolare gli animi c’è  il pareggio ( 1 a 1) del Pieve di Bono con la Baone  dove l’armata viola ci crede fino alla fine e concretizza all’ultimo il sospirato pareggio.   “Il gol dell’1 a 1 è giunto in zona Cesarini  la cui realizzazione è attribuibile a Prandini “ avverte i patron  degli orchestrali viola Cristian Foresti Galliani.

 

Nel derby  con il Pinzolo Val Rendena il Tione fa altri tre punti (0 a 1)  confermando che  la modulistica e i tempi di lavoro  di Eros Capponi  si stanno rilevando  remunerativi. Conoscendo le strategie del tecnico  non è da escludere  che la squadra del mandamento giudicariese  abbia tra i suoi intenti  futuri  quello di riposizionarsi in promozione.

A Riva del Garda il   Castelcimego  della fondazione Zerbio   annaspa, soffre e esce  con un evidente scarto ( 4 a 1)  tanto da imitare l’Alta Giudicarie che nel confronto  con il Calcio Bleggio  ha anch’essa collezionato  identico passivo.

Saranno Hellas Verona e Cittadella a contendersi domenica la Valle del Chiese | Trentino Cup per formazioni Primavera, in programma domenica 4 agosto sul campo di Roncone a Sella Giudicarie. In questi giorni l'impianto è sede del ritiro della seconda squadra e poi da metà agosto di tutte le Giovanili gialloblu.  

La partita in Valle del Chiese oltre ad assegnare il trofeo vinto in passato da Bayern, Intern, Milan e Ingolstadt è di fatto anche una sorta di rivincita ideale del derby veneto dello scorso giugno quanto le due formazioni maggiori si affrontarono nella finale dei play off di serie B, poi vinti dall'Hellas neo promossa in serie A.

Quella in programma domenica è la sesta edizione della Valle del Chiese Trentino Cup per formazioni Primavera. Lo scorso anno fu caratterizzata da una sfida italo-tedesca capace di riportare alla memoria le epiche partite che opposero in passato azzurri e bianchi teutonici. A prevalere furono i tedeschi dell'Ingolstadt (vittoriosi per 5-1 sui ragazzi di Antonio Porta) che hanno quindi portato a tre le vittorie di squadre tedesche: l'albo d'oro della manifestazione segna infatti i successi di Bayern Monaco 2012 (secondo posto Fiorentina), 2013 Bayern Monaco (Inter), 2014 Inter (Napoli), 2017 Milan (Hellas Verona) e 2018 Ingolstadt (Hellas Verona).

Proprio la squadra di Mister Corrent dovrà quinde cercare di centare quell'obbietivo sfumato nelle due ultime stagioni. Due anni fa furono i rossoneri allenati da Rino Gattuso a prevalere per 3-1. Per i gialloblù la consolazione di vedere Andrea Danzi premiato quale migliore giocatore. Lo scorso anno il premio andò sempre al veronese Traore.

Ormai da quattro anni tra la destinazione di vacanza del Trentino Occidentale, posta tra il Lago d'Idro e le Dolomiti di Brenta patrimonio Unesco, ed Hellas Verona si è instaurato di un rapporto ormai consolidato che negli ultimi quattro anni che ha portato ad una collaborazione sempre più intensa sul piano operativo. I gialloblù di Mister Corrent rimarranno in ritiro all'Hotel Genzianella sino al 9 agosto. Quindi dal 22 agosto al 9 di settembre si alterneranno in mini ritiri tutte le formazioni giovanili dell'Hellas. Previste numerose amichevoli e, come detto, domenica 4 agosto al Valle del Chiese | Trentino Cup. L'operazione vede la sinergia tra Consorzio turistico Valle del Chiese, Bim, Comune di Sella Giudicarie, Trentino marketing e dell'assessore al Turismo Roberto Failoni, con il supporto operativo della società calcistica dell'Alta Giudicarie. Il campo è quello di Roncone dove in passato si sono allenati anche i ragazzi del Bayern Monaco.

Realtà vocata alle attività outdoor e caratterizzata da un ambiente naturale di rara bellezza (a cominciare dalla maestosa Val di Fumo, realtà unica in tutte le Alpi), la Valle del Chiese è caratterizzata da un'offerta di vacanza che propone e abbina divertimento, gastronomia, cultura e relax ideale per le famiglie. Ma per chi ama la vacanza attiva ecco le adrenaliniche attività di canyoning, kite surf, parapendio, mountain bike, trekking o di semplici escursioni in quota tra malghe e rifugi. Ideali per gustare la classica polenta - vera e propria icona della valle che tradizionalmente viene celebrata anche dall'omonimo Festival in programma in 5 e 6 ottobre -  e i prodotti del latte (Desmalgada di Boniprati e Festa del Latte | Mondo Contadino di Roncone, all'inizio e alle fine di settembre), veri capisaldi della proposta gastronomica locale.

Da non dimenticare i due laghi d'Idro e di Roncone (sede del ritiro) che si possono fregiare entrambi della bandiera blu che ne certifica una qualità assoluta. E assieme alle tracce della storia (tra forti austroungarici della Prima Guerra Mondiale e castelli della Famiglia Lodron, famosa anche per i legami con i Lanzichenecchi che misero a ferro Roma nel '500) non va dimenticato il Breg Adventure Park Breguzzo, il più grande parco avventura del Trentino con la torre alta 30 metri da dove gettarsi nel vuoto. Un'emozione unica in Italia già provata dai ragazzi dell'Hellas nel 2016. Scivolate, voli, tuffi, cadute, entrate... sono termini normalmente utilizzati per commentare i gesti tecnici di una squadra di calcio. Fu così anche nella visita al Breg Park dove più che la tecnica calcistica i ragazzi veronesi misero in mostra la voglia di divertirsi, di fare gruppo e anche una bella dose di coraggio e adrenalina. E una bella preparazione fisica. Il tutto in piena sicurezza perché il Breg Adventure Park Breguzzo è tra i primi parchi avventura d'italia ad adottare il sistema di sicurezza 100% Bornack che permette di affrontare ogni genere di passaggio in totale garanzia senza perdere l'adrenalina di spostarsi ad alcune decine di metri d'altezza.

 

GIUDICARIE – La Settaurense va in vantaggio due volte (10’ e 35’ del primo tempo prima con  Dubini e  poi  con  Nicola Rinaldi),  per quasi un tempo  gioca in superiorità numerica (espulsione di Maso),poi  manca  parecchie occasioni con Manuel Grassi  e Boschi ma alla fine rischia di pareggiare con l’Albiano. A quel punto i biancorossi   allenati da Matteo Valentini  dopo aver  accorciato le distanze su rigore con Mattevi  al 90’ si vedono respingere un calcio piazzato destinato sul 7 della porta difesa da Stefano Stagnoli. A miracolare il numero 1 di casa Coser & Zulberti è stato Michele Bugna che sistemato  nel mezzo della barriera respingeva a viso aperto  quel bolide calciato da Rossi. “ Effettivamente il rischio di pareggiare c'era  anche se davanti nell’arco dei due  tempi abbiamo mancato almeno altri due gol “ avvertiva a fine partita l’allenatore Nicola Giovanelli.

 

Sempre in Promozione la Condinese  ha ancora una volta traballato considerato che ieri al Ger di Ala l’ammiraglia di casa Galante & Cozzati  è uscita sconfitta per 2 a 1.  Al momento la squadra, assieme ad altre cinque, è relegata a quota 3 punti sorpassata anche dalla stessa Settaurense che di punti ne ha 4.

In 1° Categoria  Pieve di Bono, Tione  e Castelcimego vanno via in maniera spedita e nel derby con il Pinzolo Valrendena  gli orchestrali viola  hanno vinto  alla grande con il risultato di 4 a 1. “ Stiamo viaggiando ai livelli concordati con le strategie del tecnico Paolo  Ferretti e l’obiettivo nostro è e resta quello di  giocarcela sino in fondo “ è quanto  rimarca il patron  della consociata Foresti  & Galliani  Poletti .

Su medesimi intenti si sta muovendo anche il Tione la  cui squadra  continua a macinare  punti tanto che al momento, dopo la vittoria per 3 a 1  con il Calcio Bleggio,  risulta essersi accasata  al 3° posto. A  palesare  sofferenze è  invece  l’Alta Giudicarie che  questa domenica è stata sconfitta  in casa dal Mattarello (2 a3); il Castelcimego dell’era Zerbio si è  stabilito in sesta  posizione dopo aver vinto per 2 a 1 con la Baone.

 

Alla  Settaurense , almeno  al momento, manca qualche riferimento in mezzo al campo e anche davanti Sardisco e Lorenzi stentano a trovare  soluzioni.  Ambedue creano spunti e accelerazioni ma la loro generosità non basta. E così ieri domenica al Grilli l’ammiraglia di casa Giovanelli  ha dovuto subire  contro la Bassa Anaunia  un’altra sconfitta: un 3 a 0  che non solo rilega la squadra a quota  zero punti ma che rischia di evidenziare  all’interno del reame  altre apprensioni e nel contempo mostrare limiti di temperamento.

Le segnature, tutte nella ripresa, sono state per prima favorite da un calcio di rigore trasformato dallo stesso Cristian Zanotti  (fallo  su di lui da parte di Hoxha e a sua volta espulso) e le altre due da Devis Jahic e come ultima da Mismi. Nel fine partita il  tecnico noneso Tiziano Bernihardt  riconosce che  alla vigilia pensare di "fare un pareggio a Storo era un successo”.

Non è  andata bene  nemmeno alla Condinese  che contro il Fiemme è stata sconfitta per 1 a 0. “ Abbiamo pressato parecchio senza però infrangere  l’apparato difensivo “  dicono in casa gialloblù.

In prima categoria emergono  considerazioni confortanti sia perché il Pinzolo ha  incominciato  a  vincere ( 3 a 1  con la Baone)   come pure  per Pieve di Bono e Tione: la consociata fp    con elemosinerie a  Sevror & Cron     ha  inchiodato  il Riva per 3 a 2  mentre  i  rosso blu di Eros Capponisi sono  messi in mostra  vincendo per 1 a 0  a Roncone. Forte   scossone   sul calcio Bleggio che in casa dello Stivo è stato trapuntato  con il risultato di 6 a 1.

 

È terminata dopo quasi dieci mesi la grande stagione calcistica 2018-2020. L’ultima giornata in programma ha emesso quindi i verdetti che mancavano all’appello e, per le compagini giudicariesi ancora in lotta per qualche obiettivo, è stata una giornata più amara che dolce. Andiamo quindi per gradi a ricapitolare quanto accaduto sui vari campi provinciali.

PRIMA CATEGORIA:

Si è conclusa nel modo più beffardo possibile la stagione della Caffarese di mister Sergio Pellizzari che, dopo diverse stagioni da assoluta protagonista in prima categoria, è retrocessa in seconda categoria. A nulla è valsa la netta vittoria per 3 reti a 0 sul campo della tranquilla Ledrense. Il concomitante pareggio interno della Limonese contro il Calcio Bleggio (1 a 1 il finale) condanna all’inferno la compagine del presidente Marco Carlini a cui va un augurio di pronto ritorno nel campionato di prima categoria. Le altre sfide, valevoli perlopiù per le statistiche e per dare spazio a chi nel corso dell’anno ha trovato meno spazio, sono state particolarmente ricche di gol. La capolista Pinzolo Valrendena ha chiuso la marcia trionfale vincendo sul campo della Stivo per 3 a 1. Pareggia per quattro a quattro invece il Tione nell’ultimo impegno casalingo contro il Marco. Manita invece per la Condinese che si congeda dal pubblico amico con una netta vittoria per 5 a 1 ai danni della Baone. Vittoria in anticipo della Settaurense che ha la meglio sul giovane Pieve di Bono (due a zero il finale) mentre la Virtus Giudicariese chiude il suo anno nero con una sconfitta per 5 a 3 contro il Guaita. 

SECONDA CATEGORIA:

Il Trambileno vince di misura contro il Brenta Calcio e festeggi la promozione in prima categoria mentre Molveno e Alta Giudicarie si annullano a vicenda (1 a 1 il finale) e disputeranno i playoff. I grigiorossi di Mister Chiappani disputeranno la semifinale contro il Bagolino con la speranza di ritrovare in finale il Molveno (qualificato di diritto essendo arrivato secondo). Bagolino che vince per 6 a 1 contro il malcapitato San Rocco. Il Carisolo ha le meglio sul Castelcimego (1 a 0) mentre il Tre P Valrendena sul 2 a 1 a Riva del Garda per de la testa e l'arbitro terrorizzato sospende la partita.

 

More Articles ...

Page 2 of 4