23
Thu, May

Giovenche di razza Rendena: la kermesse che celebra l’anima rurale della Val Rendena. Giovedì il convegno

Pinzolo
Typography

PINZOLO - Sta entrando nel vivo la quindicesima edizione di “Giovenche di razza Rendena… Sfilata e dintorni”, la settimana di eventi dedicata agli allevatori e alla razza Rendena, l’unica bovina autoctona del Trentino, presenza che garantisce il paesaggio alpestre e presidio Slow Food dal 2019. Nata dalla tradizionale mostra mercato che un tempo si teneva a Pinzolo il 29 settembre, giorno di San Michele, è diventata ora una festa per il mondo zootecnico, un appuntamento annuale di riflessione sulle problematiche del settore e anche una bella occasione per presentare il carattere rurale della montagna agli ospiti che frequentano il territorio in questi giorni di fine estate.

L’organizzazione, entusiasta, attenta ai dettagli e alla qualità dei contenuti, è del Comitato Giovenche di razza Rendena, della Pro loco di Pinzolo (all’interno della quale il Comitato organizzatore è operativo) e dell’Unione allevatori Val Rendena, con il supporto del Comune di Pinzolo. Quest’anno un impegno in più è rivolto all’ambiente: in tutti gli appuntamenti è escluso l’utilizzo della plastica monouso ed è stato attivato un puntuale sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Dopo il successo della serata “Giovenche Bierfest”, la passeggiata enogastronomica tra gli alpeggi, i laboratori creativi per i bambini e la camminata con l’esperto del Parco Naturale Adamello Brenta a Caderzone Terme, la settimana prosegue a ritmo serrato, con iniziative e attività quotidiane. Domani (mercoledì) ci saranno le visite guidate alle fattorie didattiche dell’Azienda agricola “La Stria di Bò” a Carisolo e dell’Azienda agricola “Fattoria Antica Rendena” a Giustino. Nel pomeriggio, alle 17.30, presso il Paladolomiti, proiezione del film per bambini “Mucche alla riscossa”.

Serata di informazione, confronto e riflessione, giovedì 7 settembre (Paladolomiti, ore 20.30) con il convegno “La razza Rendena come presidio del territorio montano”.

Alla serata, rivolta non solo agli allevatori, ma anche agli operatori turistici e ai residenti, interverranno: Herbert Dorfmann (Europarlamentare, membro della Commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale), Dario Tonietto (Direttore Anare-Associazione nazionale allevatori razza Rendena e coordinatore corpo esperti Razza Rendena), Roberto Mantovani (Docente presso il Dipartimento di agronomia, alimentazione, risorse naturali, animali e ambiente-Dafnae dell'Università di Padova), Gianni Rigoni Stern (Zootecnico, responsabile del progetto “La Transumanza della pace”), Annibale Salsa (Antropologo ed esperto conoscitore delle Alpi) e Giorgio Butterini (Presidente della Comunità delle Giudicarie).

E, poi, i due eventi più attesi. Venerdì 8 settembre (ore 19), presso il tendone delle feste, “Rendena Food Festival”, la serata di alta cucina che intende promuovere in chiave moderna le eccellenze gastronomiche del territorio (prenotazione obbligatoria presso la Pro loco di Pinzolo, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., t. 379 11 58 946).          

Si conclude, sabato 9 settembre, con la spettacolare “Festa dell’allevatore”, la folkloristica sfilata per le vie di Pinzolo alle 16.30 e l’elezione della “Reginetta 2023” prevista alle 22 della sera dopo le valutazioni tecniche effettuate sulle venti finaliste selezionate al mattino.

Informazioni su campigliodolomiti.it.