21
Tue, Jan

 
Due nuovissimi e modernissimi impianti di risalita a Madonna di Campiglio e a Folgarida Marilleva e un elegante Chalet affacciato sulle montagne della Val di Sole sono le attesissime novità che la SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta Val di Sole Val Rendena propone per la stagione invernale 2019-2020, che da giovedì 5 dicembre entra nel vivo con oltre il 95% degli impianti di risalita e di piste aperte.
 
A Folgarida Marilleva, a Madonna di Campiglio e a Pinzolo. La SkiArea, più ampia del Trentino con oltre 150 chilometri di piste collegate sci ai piedi, si appresta ad aprire le danze con tantissime sorprese che si affiancano al regalo più bello: una neve di novembre che a differenza degli anni scorsi non si è fatta attendere e che ha già imbiancato abbondantemente tutti i tracciati della Skiarea (fino a oggi, al Passo Grosté, sono caduti 393 centimetri di neve fresca). Dal 5 dicembre gli sciatori, che sceglieranno la Val di Sole e la Val Rendena per la loro vacanza sulla neve, potranno usufruire per la prima volta, a Folgarida Marilleva, della nuova seggiovia 6 posti Bassetta, dotata di barra anticaduta per bambini, per salire al Monte Spolverino, mentre, a Madonna di Campiglio, potranno provare la nuova seggiovia Nube d'Oro, un impianto di ultima generazione a sei posti, con seduta riscaldata e dal particolare tracciato curvilineo, che unisce sicurezza e qualità e che permetterà di raggiungere il Monte Spinale in pochissimi minuti. In entrambi i casi, la sostituzione dei vecchi impianti si è accompagnata a una riqualificazione e sistemazione delle zone interessate. A Folgarida Marilleva, ad esempio, è stato approntato il miglioramento e l'allargamento della pista Skiweg Malghet Aut (n. 18), che è stata anche dotata di innevamento programmato in modo da poter garantire la totale fruibilità in ogni periodo della stagione invernale.
 
 
A Madonna di Campiglio, invece, sono state migliorate le piste Nube d'Argento e Nube d'Argento-Gendarme, che diventano ora più ampie e sono state dotate di un nuovo e più efficiente sistema di neve tecnica.
 
Ma le sorprese non sono finite. Ad attendere gli sciatori desiderosi di movida e di chiudere in bellezza un'intensa giornata di sci, infatti, ci sarà anche il nuovo Chalet Marilleva 1400, il Bar – Après Ski – Ristorante - Pizzeria a Marilleva 1.400 situato alla stazione di partenza dell'impianto funiviario «Panciana», esito di importanti lavori di riqualificazione e ammodernamento dei locali di proprietà di Funivie Folgarida Marilleva SpA. Un rinnovato Brenta Snowpark Pinzolo, infine,offrirà invece ulteriori occasioni di svago e divertimento e il bacino di accumulo Lago di Grual, realizzato durante l'estate al Doss del Sabion, garantirà l'acqua per l'intero sistema d'innevamento programmato dell'area di Pinzolo grazie a una capacità di stoccaggio di circa 93.000 metri cubi.
 
Tutto è pronto quindi per un inverno che presenta tutte le carte in regola per essere indimenticabile. Lo sanno bene gli sciatori che lo scorso weekend non hanno perso l'occasione di godersi la neve, facendo registrare, nelle giornate del 30 novembre e del 1° dicembre, ben 9.161 primi ingressi e 90.156 passaggi. Un record per la fine di novembre. Le piste sono perfettamente innevate e ben battute e i 4 Snowpark - Snowpark Marilleva, Ursus Snowpark Grostè, Mini Ursus Snowpark e Brenta Snowpark Pinzolo – sono pronti ad accogliere le evoluzioni e i salti di snowboarder e rider.
 
Nei Family Park di Folgarida, Daolasa e Marilleva invece i bambini troveranno il luogo ideale per muovere i loro primi passi sulla neve in tutta sicurezza e passare giornate serene e spensierate. Dal 6 dicembre, quindi, si potrà slittare anche sulla pista da slittino dell'area di Madonna di Campiglio con i suoi tre chilometri di tracciato e una pendenza media del 12%. Tutte le notizie e le novità della SkiArea sono reperibili sul nuovo sito web Ski.it, che ha raccolto su un unico canale di comunicazione online i tre portali di Funivie Folgarida Marilleva SpA, Funivie Madonna di Campiglio SpA e Funivie Pinzolo SpA. Dal giorno di lancio, il 31 ottobre scorso, Ski.it ha registrato 208.315 visitatori unici che hanno prodotto 496.649 sessioni e 1.608.166 pagine viste. Numeri più che raddoppiati rispetto alla somma dei visitatori dei siti delle tre società impiantistiche rilevati nello stesso periodo dell'anno scorso così come sono più che triplicate le pagine visitate. Infine, da non dimenticare l'interessante calendario di eventi proposti nella SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta. L'agenda propone nel weekend dell'Immacolata, dal 5 all'8 dicembre, la "SnowWeek 2019", la festa che inaugura ufficialmente la stagione invernale della SkiArea. Quattro giorni intensi di neve e tre notti di party da trascorrere a Marilleva 1400, in Val di Sole, per i quali sono attesi oltre 1.000 ospiti provenienti da tutta Italia e da tutta Europa. Dal 6 all'8 dicembre, a Folgarida, invece si terranno gli "EnergyDays", tre giorni che uniscono sci, ballo e fitness, al centro congressi "Alla sosta dell'imperatore": la mattina si scia, il pomeriggio è dedicato al fitness e alla zumba e la sera si chiude con la dance e i danzi caraibici. Chi, poi, è alla ricerca di una vacanza sulla neve con skipass incluso, fino al 22 dicembre, potrà approfittare delle settimane "Free ski".

Non capita a tutti i calciatori di esordire in Serie A a 18 anni appena compiuti. E soprattutto di farlo contro la Juventus. E di portare a casa un pareggio (2 a-2)pur avendo di fronte campioni come  Cristiano Ronaldo, Paolo Dybala e  “Pipita” Higuain.

 

Né capita spesso di ricevere i complimenti dal proprio beniamino, Gigi Buffon, 23 anni più vecchio, un idolo per tutti i ragazzini che vogliono fare il portiere.  

 

E’ successo ieri a Stefano Turati, giovanissimo portiere del Sassuolo che è stato schierato a sorpresa nella formazione titolare e che ha ricompensato la fiducia dell'allenatore con una prestazione eccezionale. Stefano, figlio di Roberta Bonapace campigliana doc poi trasferitasi a Milano, ha infiammato gli animi anche delle genti della Rendena. “Oggi il nipote che ha scelto il calcio e non lo sci ha esordito con il Sassuolo contro la Juve, grande Stefano hai fermato la Juve vai vamossssss» è stato il post di Egidio Bonapace su facebook. E da lì sono inziate le condivisioni e il post è diventato virale. 

Complimenti a Stefano e avanti tutta.

 

Martedì 3 Dicembre, lo slalom notturno di Coppa del Mondo farà tappa al Palazzo delle Stelline in un incontro fra sci e ciclismo e fra campioni del calibro di Giorgio Rocca e Francesco Moser. Fra le star della serata i due trofei più ambiti: la Sfera di Cristallo ed il Trofeo Senza Fine

Il 2020 sarà l’anno del grande sport a Madonna di Campiglio. Due edizioni della 3Tre, la 66a in programma Mercoledì 8 Gennaio (prima manche 17.45, seconda manche 20.45), seguita dalla 67a che si terrà nella tradizionale data del 22 Dicembre. Nel mezzo, l’arrivo del più grande e sentito evento ciclistico del nostro Paese: il Giro d’Italia, che il 27 Maggio prossimo concluderà in Piazza Sissi la sua 17a tappa, mentre il 28 Maggio la carovana rosa ripartirà da Pinzolo.

 Una stagione eccezionale che sarà celebrata Martedì 3 Dicembre 2019 a Milano, fermata immancabile del percorso del 3Tre on Tour. Stavolta sarà il prestigioso Palazzo delle Stelline a ospitare, a partire dalle ore 19, il tour promozionale dell’unico slalom italiano inserito nel calendario di Coppa del Mondo FIS.

A Milano, la 3Tre incontrerà il grande ciclismo in una serata che vedrà fra i suoi protagonisti, non a caso, l’AD di Cairo Communication Uberto Fornara e il Vice-Direttore Vicario de La Gazzetta dello Sport Gianni Valenti. Con loro, come sempre quando il 3Tre on Tour arriva a Milano, saranno di scena i grandi campioni: tre vincitori della 3Tre come Giorgio Rocca, ultimo slalomista italiano a imporsi nel tempio del Canalone Miramonti nel 2005, Ivano Edalini e Piero Gros, ed insieme a loro Francesco Moser, il ciclista italiano più vincente di ogni epoca, vincitore del Giro d’Italia nel 1984 e da sempre legato a Madonna di Campiglio dalla passione per lo sci, e negli ultimi anni anche dall'emergente Top Dolomites Gran Fondo.

Assieme ai grandi rappresentanti di sci e ciclismo, nella serata condotta dalla giornalista Cristina Fantoni è previsto anche l’incontro fra due trofei che incarnano il sogno di tutti coloro che si avvicinano a questi sport: la “Sfera di Cristallo”, il trofeo che premia il vincitore della Coppa del Mondo FIS, e il “Trofeo senza fine”, la coppa che spetta al vincitore del Giro d’Italia.

 Il Comitato 3Tre ed APT Madonna di Campiglio-Pinzolo-Val Rendena saranno invece rappresentati dal Presidente del Comitato Organizzatore Lorenzo Conci, dal Presidente di APT Tullio Serafini e dal Direttore Generale Matteo Bonapace. Alla memoria storica Paolo Luconi Bisti sarà affidato il percorso fra storia e cultura di Madonna di Campiglio e della classica dello sci più antica d’Italia.

Come sempre, 3Tre on Tour sarà occasione per parlare di eventi, ma anche di territorio, di sport da vivere ma anche da praticare in prima persona. A fianco della ricchissima e rinomata offerta invernale, cresce la proposta estiva per il mondo outdoor e delle due ruote in particolare: quest’anno, fra Giro d’Italia, Top Dolomites ed eventi Mountain Bike, la bicicletta in Val Rendena farà molto parlare di sé.

 

Qualche giorno fa la segnalazione di una signora di Madonna di Campiglio che evidenziava il pessimo stato di un'isola ecologica nella Perla delle Dolomiti. Ne è seguito un provvedimento, preso da amministrazione comunale e Comunità di Valle, che è stato diffuso questa sera: «L'isola ecologica di via Al Sarca a Madonna di Campiglio si presenta in una situazione indecorosa. Le cause principali sono un utilizzo inappropriato da parte degli utenti e una location non idonea per lo stoccaggio dei rifiuti. L'amministrazione comunale insieme alla comunità di valle ha pensato di dismetterla TEMPORANEAMENTE. Nel frattempo gli utenti di quell'isola sono pregati di recarsi negli altri centri di raccolta ( più a nord nelle vicinanze dell'hotel Des Alpes, più a sud zona ex vigili del fuoco e in via Adamello nelle vicinanze della cabinovia 5 laghi). Ci scusiamo per il disagio ma la situazione è diventata ormai insostenibile, causa un utilizzo inappropriato da parte di alcuni utenti. Ci auspichiamo di trovare a breve una soluzione definitiva e chiediamo maggior rispetto da parte di tutti ricordando anche alle attività commerciali che devono recarsi presso il CRM di zona per lo smaltimento dei loro rifiuti».

 

 

More Articles ...