14
Sun, Jul

 

PIEVE DI BONO & PREZZO. L'ondata di maltempo che si è abbattuta nella prima serata di lunedì ad ore 20 lungo il circondario della Pieve ha causato diversi danni alla copertura della ex Nicolini (produzione arredi per bagno con area produttiva dislocata tra la frazione di Strada e l'adiacente centro sportivo).

 

 

Nel giro di poco tempo pioggia e soprattutto il forte vento hanno sollevato buona parte della copertura creando disagi, pericoli ma anche danni.

L'immediato intervento dei Vigili del fuoco di Pieve di Bono e di altri colleghi del circonadario, coordinati dal comandante Cesare Balduzzi, si è rilevato determinante a garantire la sicurezza. Al fine di procedere nell'operazione i soccoritori si sono avvalsi di autoscale e altri mezzi luminosi anche in uso all'impianto sportivo. L'azione dei volontari onde contenere e fare argine ai danni causati dalla perturbazione si è prottratta per buona parte della notte. Ieri il sindaco Attilio Maestri ha fatto sapere che erano in atto ulteriori verifiche e la conta dei danni.

 

PIEVE DI BONO. L'ambulanza stava trasportando da Borgo Chiese a Tione una bambina quando, poco sopra la centrale idroelettrica di Cimego, è stata centrata da una femmina di cervo che ha mandato l'auto di soccorso in panne.

 

 

Da Storo sono giunte ben altre due ambulanze per trasferire la bambina, non in gravi condizioni, a Tione. L'elisoccorso, arrivato nel frattempo da Mattarello, l'ha poi trasportata al Santa Chiara di Trento.

 

Il tutto si è verificato verso le 3 della scorsa notte a nord del bacino artificiale quasi in prossimità dell'ufficio turistico lungo la statale 237 del Caffaro.

 

A dar man forte ai soccorsi una squadra dei vigili del fuoco di Pieve di Bono coordinata dal comandante Cesare Balduzzi. L'animale, deceduto quasi all'istante avendo sbattuto il capo a ridosso del radiatore, aveva un peso di quasi un quintale.

 

PREZZO. Massimo Salvagni è il nuovo presidente dell'ente Pro loco di Prezzo. Succede a Daniela Baldracchi che aveva retto l'ente turistico di paese per un mandato.

 

 

La sua prima uscita domenica 25 luglio in occasione della sagra patronale di San Giacomo allorquando la cittadinanza si è aggregata sul sagrato per l'aperitivo associativo di commiato ai due preti - Vincenzo Lupoli e Michele Canestrini - destinati dall'Arcivescovato ad altri incarichi, rispettivamente a Trento e Tione. “

 

Sono subentrato a Daniela che per quattro anni ha lavorato bene. Auspico che qualche buon consiglio abbia a suggerirmelo anche da consigliera” - dice Massimo.

 

Suo vice sarà Marco Salvagni, cassiere Gianmarco Cosi e segretaria Serena Cosi. Delegati APT Daniele Salvagni e Francesca Pesenti, mentre sul piano giovani continuerà a lavorare Pierino Baldracchi.

Inoltre a far parte del parlamentino turistico con i suoi sbocchi e aspettative rivolti soprattutto a Boniprati sia in estate che in inverno, anche Aurora e Michele Capella, Catia Maestri, Marika Scaia, Costantino Cosi, Loris Salvagni, Anna e Chiara Scaia.

PREZZO. La comunità e consiglio pastorale di Prezzo ha salutato e ringraziato i suoi due preti che negli ultimi sette anni si erano avvicendati nello svolgere il ministero sacerdotale nella parrocchia di San Giacomo.

 

Domenica 25 luglio sotto le navate della chiesa c'era l'intero paese ad assistere all'ultima concelebrazione di don Vincenzo Lupoli e don Michele Canestrini, ora destinati ad altri incarichi rispettivamente a Trento e Tione.

 

Sulla cantoria Oscar Baldracchi all'organo e Gian Marco Cosi a dirigere la corale hanno contribuito a dare lustro e solennità alla funzione. Ambedue i celebranti erano visibilmente commossi nel corso del commiato.

 

A dare lettura ed espressione al pensiero dei compaesani la giovane Nicoletta figlia di Ivano Pizzini, storico sacrestano negli anni '50 ai tempi di don Tullio Ambrosi. 

 

 

“In questi anni di tua presenza sul posto - ha detto riferendosi a don Michele - ci hai conosciuto uno a uno per nome, interessandoti degli ammalati. Gesti e parole di conforto non ti sono mai mancate tanto da riuscire a ridonare loro speranza e voglia di vivere."

Poi ancora: “Il tuo trasferimento lascerà un vuoto e auspichiamo che tu don Michele abbia modo e occasione di ricordarci nelle tue preghiere."

 

More Articles ...