26
Sun, Sep

 

STORO. Sembrano accumularsi uno dopo l'altro più incidenti motociclistici nel basso Chiese: a distanza di nemmeno un giorno dall'ultimo scontro lungo la Fora d'Ampola - avvenuto ieri pomeriggio sabato 21 agosto attorno alle ore 16 - altri due eventi creano scompiglio in zona.

 

Si tratta di un primo incidente avvenuto nel primo pomeriggio – attorno alle ore 14.00 - al crossdromo “Fontana Bianca” di Storo, dove oggi domenica 22 agosto si tiene una gara di campionato regionale di motocross Trentino.

I primi soccorsi all'infortunato, che riportava problemi agli arti inferiori, sono stati prestati dai sanitari di Storo, già presenti sul posto a fare presidio. E' stato necessario anche l'intervento dell'elisoccorso supportato dal Corpo Vigili del Fuoco di Storo.

 

 

Proprio negli stessi momenti del decollo del velivolo, una seconda selettiva ha avvertito i soccorsi per un incidente in località Lorina lungo la statale che sale verso passo Ampola. Da una prima ricostruzione degli eventi, un motociclista sarebbe sbalzato fuori dalla careggiata per pochi metri.

Le sue condizioni non sono sembrate gravi, ma è comunque servito l'intervento dei sanitari e dei vigili per imbarellare l'uomo sulla spinale e trasportarlo in sicurezza fino all'elicottero.

 

 

STORO. La moto del turista tedesco avrebbe invaso la corsia opposta inducendo i due mezzi ad accartocciarsi tra loro.

 

Mancavano pochi minuti alla 16 di ieri, sabato 21 agosto, allorquando lungo la statale 240 Loppio – Valle di Ledro si è verificato lo scontro. La tratta, nota come Fora d'Ampola, si presta spesso a simili incidenti.

 

 

 

Nell'impatto sembra che la peggio sia toccata al ragazzo di Storo che, una volta soccorso dall'equipe medica, è stato portato in ambulanza nell'area casermaggio e successivamente trasferito in elicottero al Santa Chiara in elicottero; stessa procedura è toccata al conducente straniero.

Ambedue infatti dopo essersi urtati si sono trascinati lungo l'asfalto. Le loro condizioni sono comunque al vaglio dei medici di Largo Medaglie d'Oro.

 

A verificare la squenza erano presenti le due colleghe di servizio che hanno raccolto informazioni ed immagini utili alla stesura del rapporto” conferma il Vice comandante del Corpo di Polizia Locale Paolo Giovanelli che sostituisce il comandante di stazione Stefano Bertuzzi.

 

 

DARZO. Una anziana turista di 77 anni lombarda ha avuto un incidente mentre era alla guida, molto probabilmente a causa di un malore. Dopo essere stata estratta grazie ai pompieri di Storo e ai sanitari, è stata ricoverata all'ospedale di Tione dove le sue condizioni sono tenute costantemente sotto controllo. Nel groviglio coinvolte altre due persone che viaggiavano su una vettura proveniente dall'opposto senso di marcia, uscite fortunatamente illese.

 

 

L'incidente si è verificato verso le 9 di ieri mattina, mercoledì 18 agosto, lungo la statale 237 del Caffaro in prossimità della Banca Giudicarie Paganella, a due passi dalla chiesa di Darzo.

 

A coordinare i soccorsi il Corpo di Polizia Locale che tra il resto ha garantito al traffico, movimentato in quel momento, due percorsi alternativi. “Da parte nostra – ha detto il neo vice comandante Paolo Giovanelli - abbiamo predisposto gli accertamenti del caso avvalendoci dei rilievi espletati dai colleghi”.

 

 

STORO. La Nuova Settaurense, superando ai rigori la Ledrense, si è aggiudicata per 2 a 1 sabato sera al Grilli di Storo il 5° Memorial in ricordo di Remo Grassi.

 

Il quadrangolare - 20 minuti per tempo sotto la direzione dall'arbitro Daniele Scaglia - ha visto come protagoniste, oltre alle due di testa, anche Pieve di Bono e la Caffarese della nuova era Luciani, giunte rispettivamente al 3° e 4° posto. 

 

 

Un Memorial in ricordo di Remo Grassi che aveva indossato per una vita la maglia della Settaurense e poi allenato più formazioni del circondario. Della famiglia affezionata si ricorda la moglie Renata e le figlie, nonché il fratello Aldo e la cognata Rita.

 

In concomitanza del Memorial, un riconoscimento è andato anche al compianto Gino Marini che da poche settimane se n'è andato per sempre. L'ondontotecnico darzese era una nobile figura in ambito sportivo sia come dirigente del Calciochiese che come uomo di riferimento quando i suoi portacolori erano alle prese con acciacchi sul campo.

 

A fare gli onori di casa oltre allo stato maggiore della Settaurense - Ferruccio Moneghini, Davide De Zuani e Nicola Giovanelli - anche il sindaco Nicola Zontini e la delegata comunale allo sport Ferretti.

Due uomini - ha detto il primo cittadino - che hanno insegnato e rappresentato come fare sport e calcio”.

 

 

More Articles ...