16
Tue, Jul

In considerazione dell’emergenza epidemiologica da Covid – 19, e visti i provvedimenti emanati, la Cassa Rurale ha deciso di modificare l’operatività degli sportelli, garantendo comunque la continuità del servizio alla clientela. 

Pertanto da GIOVEDÌ 19 MARZO e sino a nuove indicazioni è prevista l’apertura solo al mattino e solo per alcuni giorni della settimana. 

Di seguito il dettaglio delle aperture degli sportelli delle Giudicarie: 

 

FILIALE

GIORNI DI APERTURA

ORARIO DI SPORTELLO

CONDINO

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.45 alle ore 12.45

DARZO

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.45 alle ore 12.45

GODENZO

Mercoledì

Dalle ore 9.30 alle ore10.30

PONTE ARCHE

Lunedì Mercoledì e Venerdì

Dalle ore 8.00 alle ore 12.30

RONCONE

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.00 alle ore 12.30

SAN LORENZO

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.45 alle ore 12.45

SAONE

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.00 alle ore 12.30

STENICO

Martedì e Giovedì

Dalle ore 8.45 alle ore 12.45

STORO

Lunedì Mercoledì e Venerdì

Dalle ore 8.45 alle ore 12.45

TIONE

Lunedì Mercoledì e Venerdì

Dalle ore 8.00 alle ore 12.30

 

Sul sito della Cassa è disponibile l’elenco con il dettaglio delle aperture di tutti gli sportelli della Cassa Rurale - https://www.lacassarurale.it/media/12104/orari-aperture-emergenza-covid-19.pdf

Coerentemente con le disposizioni emanate dal Governo per il contenimento del contagio, la Cassa sta attuando una serie di interventi volti a tutelare la salute sia dei collaboratori che dei clienti.

Invita pertanto la clientela a limitare l’accesso agli sportelli e ad utilizzare i sistemi informatici e di comunicazione a disposizione:

• Per l’operatività di base (bonifici, prelievi, ricariche, ecc) utilizzare Inbank, Bancomat, Carta di credito.

• Per assistenza e consulenza contattare la propria filiale telefonicamente o a mezzo email. Sul sito della Cassa sono disponibili tutti i recapiti https://www.lacassarurale.it/filiali/

• Per operazioni specifiche ed urgenti per cui si renda necessario recarsi fisicamente allo sportello si richiede di contattare la filiale di riferimento e fissare un appuntamento in modo da consentire l’accesso di un numero ridotto di clienti, congruente con il mantenimento delle distanze di sicurezza, e solo per il tempo strettamente necessario.

L’efficace contrasto alla diffusione del virus dipende dalla sensibilità e dal comportamento di ognuno di noi.

 

In una giornata in cui a livello trentino è cresciuto considerevolmente il numero dei contagiati (128 casi in più. 719 casi totali. 413 a domicilio, 111 in rsa, 14 in alta intensità, 22 in rianimazione) aumentano i casi anche in Giudicarie. Purtroppo abbiamo avuto un decesso, il secondo nelle Giudicarie.  È un anziano signore del 1927 residente a Bleggio Superiore ospite della casa di Riposo.

 

Questa la situazione nei comuni giudicariesi

Carisolo 2

Pinzolo 13

Giustino 2

Massimeno 1

Caderzone 5

Bocenago 3

Strembo 1

Spiazzo 2

Porte di Rendena 1

 

Tione 11 

Borgo Lares 1

Tre Ville 1

 

Sella Giudicarie 5

Pieve di Bono Prezzo 16

 

Valdaone 3

Borgo Chiese 27

Castel Condino 2

Storo 9

Bondone 3

 

Bleggio Superiore 2

Comano Terme 1

San Lorenzo Dorsino 3

Stenico 2

 

 

 

 

In una giornata in cui a livello trentino è cresciuto fortemente il numero dei contagiati (151 casi in più. 591 casi totali. 333 a domicilio, 112 in rsa, 13 in alta intensità, 25 in rianimazione) aumentano i casi anche in Giudicarie.

Questa la situazione nei comuni giudicariesi

Pinzolo 7

Giustino 2

Carisolo 2

Caderzone 5

Bocenago 3

Massimeno 1

Porte di Rendena 1

Tione 6 

Borgo Lares 1

Borgo Chiese 21

Pieve di Bono Prezzo 14

Bleggio Superiore 1

Storo 9

Comano Terme 1

San Lorenzo Dorsino 3

Castel Condino 1

Stenico 2

Bondone 3

Sella Giudicarie 5

Valdaone 1

Spiazzo 2

Strembo 1

Aumentano i numeri dei contagiati di Coronavirus anche in Giudicarie e purtroppo si registra la prima vittima da Covid19. È di Pinzolo, classe 1937. Lo ha riferito l'assessore Segnana nella conferenza stampa di oggi pomeriggio. 

Per quanto riguarda la diffusione nei comuni Giudicariesi sono 55 i contagiati attuali certificati dall'azienda sanitaria. 

Pinzolo 3

Giustino 2

Carisolo 2

Caderzone 3

Bocenago 2

Massimeno 1

Porte di Rendena 1

Tione 3 

Borgo Lares 1

Borgo Chiese 14

Pieve di Bono Prezzo 8

Bleggio Superiore 1

Storo 5

Comano Terme 1

San Lorenzo Dorsino 3

Castel Condino 1

Stenico 1

Bondone 3

Nessun nuovo caso di Coronavirus nelle case di riposo Giudicariesi. Ad eccezione di quello che ha portato alla morte un ospite della Casa di riposo di Pinzolo nel fine settimana scorso non si registrano altri casi. «Il caso di Pinzolo è rimasto unico, fortunatamente. Si tratta di un decesso di una persona che comunque aveva un quadro patologico complesso» ha confermato il direttore generale Bordon. Altre rassicurazioni dal dott. Nava che ha sottolineato come nella giornata di ieri non si sono registrate particolari situazioni problematiche rispetto a quanto già comunicato nei giorni precedenti. 

Questo il contesto giudicariese tracciato dunque dai dirigenti del Sistema sanitario Trentino. Questo in un contesto trentino nel quale si sono evidenziati situazioni più delicate, in particolare a Pergine e a Bezzecca. 

Ad oggi sono 112 i casi di contagio che si sono verificati in case di riposo su 591 registrati in Trentino.

Nel fine settimana appena trascorso, gli agenti della Polizia Locale delle Giudicarie durante gli straordinari servizi di controllo del territorio su persone e mezzi in transito, con particolare riguardo al rispetto delle norme emanate in relazione al contrasto della diffusione del COVID-19, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Trento 9 persone per violazioni relative all’inosservanza delle misure urgenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

Oltre ai 2 casi dei residenti ad Ospitaletto (BS) intercettati a Stenico, di cui al precedente comunicato, altri 7 soggetti, principalmente giovani, nella notte tra sabato e domenica e nella serata di domenica sono stati trovati a Tione, Comano Terme e Borgo Lares senza avere, neppur lontanamente, un valido motivo tra quelli contemplati nel DPCM, provenienti da 3 Lavis, 2 dalla Val Rendena e 2 dalla Val del Chiese.

A tutti è stato ordinato l’immediato allontanamento dal territorio.

 

L’Ospedale di Tione si riorganizza e si struttura con nuovi posti letto dedicati per fronteggiare il Corona Virus. Vista la attuale situazione epidemiologica legata al COVID 19 l’Azienda provinciale per i servizi sanitari ha chiesto nei giorni scorsi a tutti gli ospedali del Trentino di riorganizzarsi per poter costruire dei percorsi utili per l'isolamento e la valutazione dei casi ancora sospetti e per la gestione in regime di ricovero dei pazienti positivi che necessitano di ospedalizzazione

In adempimento alle disposizioni urgenti aziendali, l’ospedale di Tione si è rapidamente organizzato e in tempi record, nella sola giornata del 13 marzo, è stata ampliata l’area di osservazione ed isolamento del PS dedicata ai pazienti sospetti per Covid riadattando l'area dell’ex Pronto Soccorso e creando 8 letti di OBI (Osservazione breve intensiva) dedicati al paziente con sospetto COVID-19.

Inoltre, stante la disposizione aziendale del 13 marzo che prevede la sospensione dell'attività chirurgica ed ortopedica (salvo interventi urgenti), anche nell' Ospedale di Valle di Tione dalla stessa data, si è convenuto di utilizzare l'intera degenza del Terzo piano, Ala nord, pari a 16 letti, per costituire una Covid UNIT.

Un’iniziativa che ha lo scopo di dare una risposta all’emergenza attuale di Corona Virus che sta interessando in modo intenso anche il territorio giudicariese, sottolineando l’efficienza ed immediata disponibilità di tutto il personale dell’Ospedale di Tione, del 118, del servizio pulizie che in una mezza giornata ha riadattato un intero piano dell’Ospedale e rimesso in funzione il vecchio Pronto Soccorso raddoppiando la presenza di personale per ogni turno per poter mettere dei posti letto a disposizione di malati di COVID19 delle nostre valli che siano gestibili senza necessità di Rianimazione.

L’immediata organizzazione attuata a Tione e la capacità di risposta efficace in un momento di tale emergenza, confermano l’assoluta importanza di questo presidio ospedaliero per tutte le Giudicarie e rimarca come siano fondamentali per tutto il sistema sanitario trentino gli ospedali periferici, sottolineando inoltre il grande impegno e la grande professionalità di tutto il personale sanitario a cui deve andare la riconoscenza ed il sostegno di tutta la comunità giudicariese. 

 

 

More Articles ...