23
Thu, May

 

CADERZONE TERME - Si terrà dopodomani sabato 15 aprile, a Caderzone Terme, la mostra provinciale di bovini di razza Rendena iscritti al libro genealogico. Un’iniziativa dell’Unione allevatori Val Rendena che riporta l’importante iniziativa nella terra di origine della razza bovina autoctona, dopo numerosi anni di svolgimento a Trento.

Il programma inizierà alle 9.00 con l’arrivo e il raggruppamento degli animali, mentre il resto della mattinata, dalle 9.30 alle 13.00, sarà dedicato alle valutazioni. Alle 12.00 sarà aperto lo stand gastronomico seguito, dalle 13.30 alle 14.00, dal “Concorso Junior Club”, quindi dalla valutazione delle finaliste “Categoria giovani” tra le 14.00 e le 14.30 mentre dalle 14.30 alle 15.00 ci sarà la valutazione delle finaliste nella “Categoria vacche in lattazione”. Il ricco programma della giornata prosegue con la premiazione delle campionesse tra le 15.00 e le 15.30 e attività di intrattenimento per bambini e adulti con tema razza Rendena alle 17.00. Per il finale, musica con “Fiamaz e i suoi turbo folk” alle 18.00, cena con pizza alle 19.00 e musica con “Satomi Hot Night” dalle 21.00. L’ingresso al tendone dedicato alla giornata di festa, organizzata in collaborazione con Anare (Associazione nazionale Allevatori razza Rendena), Federazione provinciale allevatori, Junior Club Trentino, il Comune di Caderzone Terme e la Pro loco, è libero.

“Dopo vent’anni - è il commento i Manuel Cosi, presidente dell’Unione Allevatori Val Rendena e di Anare - torniamo sul territorio di casa proponendo la manifestazione in Val Rendena. Non si stratta solo di un’iniziativa che affronta tematiche tecniche, ma è una festa per tutti. Desideriamo sottolineare la partecipazione del mondo agricolo alla vita della società locale attraverso una collaborazione attiva all’interno della comunità. Per le realtà legate alla zootecnia di montagna non è un buon momento, stiamo affrontando tanti problemi, ma nonostante questo vogliamo esserci raccontando anche quanto di positivo c’è”.

“Frida, la mia storia vera”, l’ultimo libro uscito di Salvo Nugnes, curatore d’arte, reporter e scrittore ha riscontrato un notevole plauso di pubblico e critica in occasione della presentazione tenutasi all’Hotel Regina Elena a Caderzone Terme.

Il volume, stampato dalla casa editrice Edizioni Art Factory, ripercorre la vita della grande Kahlo, raccontata in prima persona, come se fosse lei stessa a narrarcela in un diario personale. Dall’infanzia al tragico incidente, dall’amore travagliato per l’artista messicano Diego Rivera ai suoi continui tradimenti, dalle sue incessanti sofferenze fisiche e psichiche al rapporto salvifico con l’arte.

Si tratta di un libro rivolto e adatto a tutti, soprattutto a chi, anche se non esperto d’arte, vuole avvicinarsi e conoscere una figura iconica come quella di Frida Kahlo. Così, grazie all’alternarsi di immagini storiche, foto dei quadri, curiosità, episodi particolari, approfondimenti, si arriva a fine lettura imparando qualcosa in più sulla grande artista messicana.

Silvana Giacobini, scrittrice e giornalista, nell’introduzione del libro, afferma: “Frida Kahlo, prima di essere la grande artista che tutti conosciamo, è stata soprattutto una donna forte, libera, passionale, una vera combattente. Ha avuto il coraggio di an­dare contro le regole ed ogni conformismo in nome della libertà di espressione e della sua indipendenza. Un vero esempio per tutte noi”.

 

CADERZONE. Ieri pomeriggio si è celebrata l’ultima delle tre giornate della 26° edizione della Festa dell’Agricoltura a Caderzone, organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Caderzone Terme.

 

Tre giorni di omaggio all’attività agricola di un tempo, sfilate per le vie del paese delle vacche di razza Rendena, mercatini, eventi musicali e serate danzanti, cene con prodotti tipici locali culminati con il corteo di domenica introdotto dalla Banda di Caderzone e composto da animali del mondo agricolo insieme a carretti e trattori addobbati a festa, il Torneo di sfalcio tradizionale delle Giudicarie e la quinta edizione della “Rodolada della Spressa” organizzata dal Consorzio Giudicarie Spressa D.O.P.

 

Presente anche l'Assessore Roberto Failoni, il cui commento e congratulazioni non tardano ad arrivare: “È stata l'occasione per ribadire il sostegno della Giunta provinciale verso il comparto zootecnico. Il settore sta attraversando un momento particolarmente difficile e per questo la Provincia ha stanziato importanti risorse a bilancio, tuttavia, grazie anche allo spirito di questa festa legata alla cultura, alle radici e alla tradizione, bisogna continuare a guardare al futuro con speranza. Congratulazioni per l'organizzazione perfetta da parte di tutti i volontari e gli enti coinvolti”

 

 

CADERZONE TERME. Tgcom24 dedica un servizio all’Hotel Regina Elena di Caderzone Terme, una splendida location trentina resa speciale ed unica nel suo genere grazie all’esperienza, costruita in anni di corsi e studi, e professionalità della direttrice Laura.

 

 

L’hotel, a gestione familiare, è arricchito da uno staff d’eccellenza, persone che svolgono il proprio mestiere con passione e dedizione, facendo sentire gli ospiti come fossero a casa e rendendo il loro soggiorno una doppia vacanza indimenticabile, immersi nella natura e coccolati dal comfort dei servizi offerti.

Davanti all’edificio, troviamo un campo da golf, a pochi passi dalle terme; all’interno, oltre alla sala cinema, ping pong e sala musica, troviamo i quadri di Vladan-Vlajko Petrovic, artista appassionato che esprime il suo amore per l’arte non solo dipingendo, ma anche in cucina. Il ristorante, curato nei massimi dettagli dalla direttrice Laura, riesce ad accontentare persino i palati più esigenti, regalando esperienze culinarie sorprendenti.

L’Hotel Regina Elena è un prezioso contenitore di Arte, che incanta ed emoziona visitatori e viaggiatori di ogni dove.

 

More Articles ...

Page 1 of 3