19
Sat, Sep

"Dopo il lockdown, la vita esplode in un tripudio di colori di fiori e la gente ha voglia di uscire": il vincitore della prima edizione di "Bolbeno in fiore"

Borgo Lares
Typography

BORGO LARES. È la composizione floreale di Ettore Rota e Alessandro Marchetti a vincere la 1a edizione del Concorso “Bolbeno in Fiore” promossa e sostenuta dalla Pro Loco di Bolbeno.

 

La premiazione è avvenuta sabato 8 agosto nella piazza Marchetti, il saluto di benvenuto è stato dato dal presidente della pro Loco Roberto Marchetti. Prima di procedere alla premiazione del Concorso, ha ringraziato oltre una quarantina di presenti che – mascherina e distanziamento – hanno presenziato; sono stati poi premiati i vincitori di un altro Concorso, “Sciare a Bolbeno”: non era stato possibile farlo a suo tempo causa Covid-19. I vincitori sono stati: Damiano Zoanetti con 340 likes, Claudia Dellana con 333 likes e Luca Francescatti con 305 likes.

 

Dopodiché Udalrico Gottardi ha illustrato – quale membro della Giuria – che, assieme ad Amedeo Marchetti e Stefania Riccadonna aveva fotografato e giudicato oltre una ventina di “location floreali” – il percorso di valutazione e infine le motivazioni del premio.

Consegnando il premio, un buono spesa del valore di € 200,00, Gottardi ha voluto leggere la motivazione stilata dalla Giuria:

 

La composizione è sorprendente, ricca di fiori, con un effetto cromatico indubbiamente ben ‘orchestrato’. Un carro dei tempi andati carico di fiori multicolori con le stanghe ripiegate all’indietro; e ancora tra i vasi c’è una macchina irroratrice (un tempo serviva per irrorare le patate durante la crescita per la dorifora). Un paio di sci di un tempo e in un angolo una sedia con sopra uno zaino; lì accanto, a sinistra, un paiolo in alluminio con un pizzo bianco.

 

 

Tutto questo ha un profondo significato che ci spiega l’autore:

 

Ai tempi del Covid la macchina irroratrice ci serve per contrastare questo virus, quindi – dopo il lockdown - la vita esplode in un tripudio di colori (i fiori), la gente inizia ad uscire prende lo zaino e comincia a girare (cartina sulla parete di località della nostra zona), poi torna – soddisfatta – a casa propria e si fa un selfie!

 

Originalità, creatività e armonia della composizione ne fanno un’opera molto apprezzabile.” Punti totalizzati: 104

 

Al secondo posto si è classificata Piera Leonardi, anche a lei è stato consegnato un buono spesa di € 150,00 e la seguente motivazione: “Su di una scala in granito, all’interno di un avvolto che conduce all’abitazione, si snoda la composizione floreale ricca e intensa di policromi gerani, che come una ‘cascata’ scendono lungo la scalinata raggiungendo una folta edera. L’effetto cromatico che si dipana dal bianco al rosa e al rosso è molto armonioso; all’interno – tra vasi di fiori - ci sono degli elementi non vegetali (lanterne) che arricchiscono l’intera combinazione.” Punti totalizzati: 102

 

 

Infine al terzo posto la giovanissima Debora Monfredini, alla quale la Pro Loco ha consegnato un buono spesa del valore di € 100,00 e la motivazione: “La composizione floreale presenta un’insolita ma accattivante ricerca di elementi non floreali (scarponi) all’interno dei quali ci sono dei fiori variopinti, questi sono disposti su di un piano inclinato di accesso all’abitazione. Di fianco c’è una scalinata gradiente con delle simpatiche composizioni antropomorfiche (a mo’ di bambini) seduti sulla scalinata. L’opera presenta, oltre ad un aspetto cromatico notevole, un’armonia nella composizione unita ad una grande originalità.”

Punti totalizzati: 99

 

 

Nel saluto conclusivo è stato donato a tutti i partecipanti un simpatico vasetto in legno e vetro dove sarà piantato un fiore vero! L’appuntamento – ha sottolineato il presidente Roberto, visto il successo ottenuto da questa 1a edizione, è al 2021 con la 2a edizione! Grazie a tutti!

 

Ph Udalrico Gottardi