24
Sat, Aug

Saranno Hellas Verona e Cittadella a contendersi domenica la Valle del Chiese | Trentino Cup per formazioni Primavera, in programma domenica 4 agosto sul campo di Roncone a Sella Giudicarie. In questi giorni l'impianto è sede del ritiro della seconda squadra e poi da metà agosto di tutte le Giovanili gialloblu.  

La partita in Valle del Chiese oltre ad assegnare il trofeo vinto in passato da Bayern, Intern, Milan e Ingolstadt è di fatto anche una sorta di rivincita ideale del derby veneto dello scorso giugno quanto le due formazioni maggiori si affrontarono nella finale dei play off di serie B, poi vinti dall'Hellas neo promossa in serie A.

Quella in programma domenica è la sesta edizione della Valle del Chiese Trentino Cup per formazioni Primavera. Lo scorso anno fu caratterizzata da una sfida italo-tedesca capace di riportare alla memoria le epiche partite che opposero in passato azzurri e bianchi teutonici. A prevalere furono i tedeschi dell'Ingolstadt (vittoriosi per 5-1 sui ragazzi di Antonio Porta) che hanno quindi portato a tre le vittorie di squadre tedesche: l'albo d'oro della manifestazione segna infatti i successi di Bayern Monaco 2012 (secondo posto Fiorentina), 2013 Bayern Monaco (Inter), 2014 Inter (Napoli), 2017 Milan (Hellas Verona) e 2018 Ingolstadt (Hellas Verona).

Proprio la squadra di Mister Corrent dovrà quinde cercare di centare quell'obbietivo sfumato nelle due ultime stagioni. Due anni fa furono i rossoneri allenati da Rino Gattuso a prevalere per 3-1. Per i gialloblù la consolazione di vedere Andrea Danzi premiato quale migliore giocatore. Lo scorso anno il premio andò sempre al veronese Traore.

Ormai da quattro anni tra la destinazione di vacanza del Trentino Occidentale, posta tra il Lago d'Idro e le Dolomiti di Brenta patrimonio Unesco, ed Hellas Verona si è instaurato di un rapporto ormai consolidato che negli ultimi quattro anni che ha portato ad una collaborazione sempre più intensa sul piano operativo. I gialloblù di Mister Corrent rimarranno in ritiro all'Hotel Genzianella sino al 9 agosto. Quindi dal 22 agosto al 9 di settembre si alterneranno in mini ritiri tutte le formazioni giovanili dell'Hellas. Previste numerose amichevoli e, come detto, domenica 4 agosto al Valle del Chiese | Trentino Cup. L'operazione vede la sinergia tra Consorzio turistico Valle del Chiese, Bim, Comune di Sella Giudicarie, Trentino marketing e dell'assessore al Turismo Roberto Failoni, con il supporto operativo della società calcistica dell'Alta Giudicarie. Il campo è quello di Roncone dove in passato si sono allenati anche i ragazzi del Bayern Monaco.

Realtà vocata alle attività outdoor e caratterizzata da un ambiente naturale di rara bellezza (a cominciare dalla maestosa Val di Fumo, realtà unica in tutte le Alpi), la Valle del Chiese è caratterizzata da un'offerta di vacanza che propone e abbina divertimento, gastronomia, cultura e relax ideale per le famiglie. Ma per chi ama la vacanza attiva ecco le adrenaliniche attività di canyoning, kite surf, parapendio, mountain bike, trekking o di semplici escursioni in quota tra malghe e rifugi. Ideali per gustare la classica polenta - vera e propria icona della valle che tradizionalmente viene celebrata anche dall'omonimo Festival in programma in 5 e 6 ottobre -  e i prodotti del latte (Desmalgada di Boniprati e Festa del Latte | Mondo Contadino di Roncone, all'inizio e alle fine di settembre), veri capisaldi della proposta gastronomica locale.

Da non dimenticare i due laghi d'Idro e di Roncone (sede del ritiro) che si possono fregiare entrambi della bandiera blu che ne certifica una qualità assoluta. E assieme alle tracce della storia (tra forti austroungarici della Prima Guerra Mondiale e castelli della Famiglia Lodron, famosa anche per i legami con i Lanzichenecchi che misero a ferro Roma nel '500) non va dimenticato il Breg Adventure Park Breguzzo, il più grande parco avventura del Trentino con la torre alta 30 metri da dove gettarsi nel vuoto. Un'emozione unica in Italia già provata dai ragazzi dell'Hellas nel 2016. Scivolate, voli, tuffi, cadute, entrate... sono termini normalmente utilizzati per commentare i gesti tecnici di una squadra di calcio. Fu così anche nella visita al Breg Park dove più che la tecnica calcistica i ragazzi veronesi misero in mostra la voglia di divertirsi, di fare gruppo e anche una bella dose di coraggio e adrenalina. E una bella preparazione fisica. Il tutto in piena sicurezza perché il Breg Adventure Park Breguzzo è tra i primi parchi avventura d'italia ad adottare il sistema di sicurezza 100% Bornack che permette di affrontare ogni genere di passaggio in totale garanzia senza perdere l'adrenalina di spostarsi ad alcune decine di metri d'altezza.

 

È terminata dopo quasi dieci mesi la grande stagione calcistica 2018-2020. L’ultima giornata in programma ha emesso quindi i verdetti che mancavano all’appello e, per le compagini giudicariesi ancora in lotta per qualche obiettivo, è stata una giornata più amara che dolce. Andiamo quindi per gradi a ricapitolare quanto accaduto sui vari campi provinciali.

PRIMA CATEGORIA:

Si è conclusa nel modo più beffardo possibile la stagione della Caffarese di mister Sergio Pellizzari che, dopo diverse stagioni da assoluta protagonista in prima categoria, è retrocessa in seconda categoria. A nulla è valsa la netta vittoria per 3 reti a 0 sul campo della tranquilla Ledrense. Il concomitante pareggio interno della Limonese contro il Calcio Bleggio (1 a 1 il finale) condanna all’inferno la compagine del presidente Marco Carlini a cui va un augurio di pronto ritorno nel campionato di prima categoria. Le altre sfide, valevoli perlopiù per le statistiche e per dare spazio a chi nel corso dell’anno ha trovato meno spazio, sono state particolarmente ricche di gol. La capolista Pinzolo Valrendena ha chiuso la marcia trionfale vincendo sul campo della Stivo per 3 a 1. Pareggia per quattro a quattro invece il Tione nell’ultimo impegno casalingo contro il Marco. Manita invece per la Condinese che si congeda dal pubblico amico con una netta vittoria per 5 a 1 ai danni della Baone. Vittoria in anticipo della Settaurense che ha la meglio sul giovane Pieve di Bono (due a zero il finale) mentre la Virtus Giudicariese chiude il suo anno nero con una sconfitta per 5 a 3 contro il Guaita. 

SECONDA CATEGORIA:

Il Trambileno vince di misura contro il Brenta Calcio e festeggi la promozione in prima categoria mentre Molveno e Alta Giudicarie si annullano a vicenda (1 a 1 il finale) e disputeranno i playoff. I grigiorossi di Mister Chiappani disputeranno la semifinale contro il Bagolino con la speranza di ritrovare in finale il Molveno (qualificato di diritto essendo arrivato secondo). Bagolino che vince per 6 a 1 contro il malcapitato San Rocco. Il Carisolo ha le meglio sul Castelcimego (1 a 0) mentre il Tre P Valrendena sul 2 a 1 a Riva del Garda per de la testa e l'arbitro terrorizzato sospende la partita.

 

È stata una domenica del pallone ricca di emozioni al cui termine sono stati emessi diversi importanti verdetti. Andiamo quindi per gradi a vedere quanto è successo nelle varie categorie

ECCELLENZA:

La prima notizia positiva di giornata per le compagini giudicariesi arriva dalle “Rotte” di Ponte Arche dove il Comano Terme Fiavè, grazie ad una netta vittoria per tre a zero contro l’Arco, ha raggiunto la salvezza senza troppi patemi d’animo e senza dover attendere buone notizie da Tamai dove il Levico Terme era impegnato nello spareggio salvezza (i termali hanno raggiunto una meritata salvezza grazie alla vittoria per 1 a 0). La truppa di Mister Luca Celia (che proprio ieri ha annunciato l’addio alla panchina giallonera) sarà quindi l’unica compagine giudicariesi portacolori nel prossimo torneo regionale. 

Ennesima netta sconfitta invece per il Calciochiese che, sull’ostico campo dell’ambizioso Lavis, rimedia un tre a zero senza appello. Un anno da dimenticare per la compagine di patron Moneghini che, da ormai diverse settimane, è al lavoro per allestire una formazione che possa competere per i primissimi posti in promozione al fine di fare un pronto ritorno nel massimo torneo regionale. 

PRIMA CATEGORIA:

Senza ombra di dubbio è stata la domenica del Pinzolo Valrendena che, dopo un campionato pressoché perfetto, ha festeggiato la matematica vittoria del campionato che vale il ritorno, dopo diverse stagioni, in promozione. Una cavalcata culminata con la netta vittoria per tre a zero sul campo dei cugini del Tione. A nulla è valsa, aldilà dell’ulteriore consolidamento del secondo posto, la vittoria di misura (0 – 1) del Marco che ha avuto la meglio sulla Condinese. I canarini, schierati da mister Bertoni con un ampio turn-over, sono già concentrati sulla finale di coppa provincia in programma giovedì prossimo allo Stadio Briamasco di Trento contro l’Ortigaralefre. Vittoria fondamentale invece per la Caffarese che, al Probo Simoni di Preore, supera per 3 a 2 i padroni di casa della Virtus Giudicariese rientrando così nella lotta salvezza che si annuncia combattuta (la Limonese terz’ultima ora è distante solo 3 punti). Girandola di gol invece sul sintetico di Creto dove Pieve di Bono e Baone, entrambe prive di obiettivi particolari di classifica, si spartiscono la posta in palio con un 3 a 3 finale. Vittoria di misura invece per la Settaurense che, tra le mura amiche del Grilli, supera un Guaita in caduta libera. Netta sconfitta infine per il Calcio Bleggio che viene travolto per 4 a 1 dalla Ledrense. 

SECONDA CATEGORIA:

In una lotta per la vittoria che, giornata dopo giornata, si fa sempre più serrata spreca una ghiotta opportunità di rimanere in testa alla classifica l’Alta Giudicarie. La truppa di Mister Chiappani infatti esce sconfitta (3 a 2 il finale) dal match contro il lanciato Bagolino autore finora di un girone di ritorno praticamente perfetto. La capolista Trambileno vince di misura sul campo del Carisolo ed allunga a più tre sull’Alta Giudicarie che, nel frattempo, è stata agganciata dal rilanciato Molveno (vittorioso per 4 a 1 contro il Riva del Garda). Il derby giudicariese di giornata va al 3P Valrendena che vince per 3 a 1 sul campo del Brenta Calcio. Pareggio infine per il Castelcimego che non va oltre l’uno a uno sul campo del fanalino di coda Vallagarina. 

 

All'indomani della dolorosissima sconfitta interna con il fanalino di coda Appiano, l'Associazione Dilettantistica Calciochiese ha deciso di sollevare dall'incarico della prima squadra mister Fabio Berardi. La guida della formazione biancazzurra - in lotta per riconfermarsi in Eccellenza, categoria nella quale milita ininterrottamente dal 2013 - è stata affidata a Paolo Ferretti, che già era nello staff chiesano come "secondo" di Berardi: Ferretti si avvarrà dell'apporto dell'intero staff tecnico con il quale ha già collaborato negli scorsi mesi composto dal preparatore atletico Norman Pellizzari, dal preparatore dei portieri Claudio Bianchi e dalla fisioterapista Claudia Ferretti.

La società presieduta da Ferruccio Moneghini ringrazia Fabio Berardi per il lavoro svolto e per i traguardi raggiunti con i colori biancazzurri.

Paolo Ferretti, difensore classe 1977 e nuovo allenatore del Calciochiese, ha alle spalle una lunga carriera da giocatore cominciata alla Settaurense (Serie D ed Eccellenza) e poi passata dalla Condinesettaurense (Eccellenza), Salò (Eccellenza, Serie D e Serie C2), Castiglione (Eccellenza e Serie D), Comano Fiavé (Eccellenza), dal 2013, Calciochiese. L'esordio da primo allenatore del 41enne storese è previsto domenica a Gabbiolo, campo della matricola ViPo Trento, formazione che occupa il nono posto a quota 30 punti, mentre il Calciochiese è terzultimo a quota 16.

Ultima domenica di goal, tabellini e statistiche. Ultima domenica di sudore, di fatica, di vittorie e, purtroppo per qualche d’uno, di sconfitte. Ultime emozioni per le squadre valligiane impegnate nei rispettivi campionati e per i suoi tifosi. Siamo arrivati all’epilogo finale e il calcio “nostrano” sta per lasciare spazio a spiagge, ombrelloni, relax e……al tanto amato calciomercato dilettantistico.

Con l’eccellenza che ha chiuso le serrande alcune domeniche fa, sono arrivati sul rettilineo finale, salvo eventuali squadre impegnate nei playoff e/o playout, i campionati di prima e seconda categoria. Andiamo quindi, per gradi, a presentare la giornata calcistica che ci apprestiamo a vivere.

PRIMA CATEGORIA:

Sarà una domenica tutto sommato tranquilla per le compagini del girone A di prima categoria: gli unici campi interessati realmente per i punti in palio saranno quelli di Locca di Concei e Limone del Garda. In Valle di Ledro infatti la Ledrense, che chiuderà il campionato nella zona alta della classifica, riceverà la Caffarese: i bresciani di Mister Sergio Pellizzari devono vincere e sperare in buone notizie in arrivo da Limone per agguantare una salvezza che ad oggi rimane molto difficile. In riva al lago infatti la Limonese, dopo l’ultima disfatta in terra chiesana (4 a 0 contro il Pieve di Bono), riceverà il Calcio Bleggio: agli arancioneri gardesani basterà un punto per garantirsi la permanenza nella categoria. L’ultimo appuntamento dell’anno propone infine alcune sfide interessanti: su tutte il derby del Chiese tra Settaurense e Pieve di Bono (anticipo del sabato ore 20:30 al Grilli di Storo). La Condinese riceverà la Baone mentre il Tione ospiterà sul campo amico la seconda della classe Marco mentre la capolista Pinzolo Valrendena chiuderà la sua cavalcata sul campo della Stivo. Ultimo impegno casalingo anche per la Virtus Giudicariese che al “Probo Simoni” riceverà il Guaita e saluterà la prima categoria. 

 

SECONDA CATEGORIA:

Una lotta serratissima che, radioline alla mano, si deciderà solamente all’ultimo secondo. È questo il riassunto dell’ultima giornata del girone A di seconda categoria dove sono impegnate le compagini giudicariesi. A novanta minuti dal termine della stagione regolamentare, e prima di lasciare spazio ai playoff, tutto è ancora aperto. Tre squadre possono ancora primeggiare sulle altre: Trambileno 47 punti, Molveno e Alta Giudicarie 46 punti. La capolista Trambileno (favorita alla vigilia) farà visita ad un Brenta Calcio in crisi di risultati mentre, a pochi chilometri da San Lorenzo in Banale, il Molveno riceverà al “Don Santo Goio” proprio l’Alta Giudicarie. Le due inseguitrici disputeranno un autentico spareggio sperando in buone notizie da “Promeghin”. Il quadro di giornata propone inoltre Bagolino-San Rocco, Carisolo-Castelcimego, Lizzana-Vallagarina e Riva del Garda-3P Valrendena.

Buon calcio a tutti!

In eccellenza sta per calare il sipario (su una stagione assai deludente) mentre le compagini giudicariesi impegnate in prima e seconda categoria, sono al terz’ultimo giro. Manca quindi sempre meno al termine della stagione calcistica e, a 270 minuti dal termine, sono ancora diversi i verdetti da emettere. Saranno quindi tre giornate di fuoco per giocatori tecnici e tifosi delle compagini che, per un motivo o per l’altro, sono ancora alla ricerca di punti fondamentali per raggiungere gli obiettivi prefissati. Andiamo quindi, per gradi, a presentare la giornata calcistica che ci apprestiamo a vivere.

ECCELLENZA:

Ecco l’ultimo atto. Un ultimo atto che, per la compagine chiesana del Calciochiese, coinciderà con l’ultima apparizione nel massimo campionato regionale: ad attendere la truppa di Mister Paolo Ferretti il purgatorio della promozione. Una retrocessione che giunge al termine di un campionato altamente insufficiente in cui sono mancati i punti (e gli spunti…) necessari per portare in porto la nave. Nell’ultima giornata della stagione Capitan Zaninelli (che con ogni probabilità appenderà le scarpette al chiodo per poter proseguire in veste tecnico-dirigenziale all’interno della società storese) affronteranno la terza forza del campionato Lavis che vorrà difendere, davanti al pubblico amico, l’ultimo gradino del podio. 

Sperava invece di godersi in maniera completamente diversa l’ultimo appuntamento stagionale il Comano Terme Fiavè che dovrà vincere per non chiudere al quartultimo posto. In caso infatti di retrocessione delle due compagini regionali impegnati negli spareggi salvezza di Serie D (domenica sono in programma i playout - entrambe in trasferta – per Levico Terme e San Giorgio che dovranno vincere per agguantare la salvezza.) la quartultima dell’Eccellenza sarà condannata alla promozione. Un’eventualità che la truppa di Mister Luca Celia non vuole nemmeno prendere in considerazione. Capitan Lorenzi e compagni saranno sfideranno quindi, sul campo di Via Pomerio di Arco, i cugini dell’Arco a cui basta un pareggio per essere al sicuro. Un match da non sbagliare per i gialloneri termali che, dopo un buon inizio di ritorno, hanno inanellato una serie di risultati negativi non permettendo di arrivare con tranquillità ad una salvezza alla portata.

PRIMA CATEGORIA: 

Lo spumante è già stato messo al fresco da qualche giorno e, con ogni probabilità, domenica sarà la volta buona. In caso di vittoria infatti il Pinzolo Valrendena, dopo un anno praticamente perfetto, festeggerà il tanto atteso ritorno in promozione. L’impegno, per capitan Collini e compagni, non è pero dei più semplici. Gli azulgrana saranno infatti di scena a Sesena per sfidare i cugini dell’Us Tione decisi a rinviare la festa della compagine di Salvadori (la promozione sarà in ogni caso aritmetica con qualsiasi risultato di Sesena nel caso in cui il Marco – seconda forza del campionato – non dovesse fare bottino pieno). Impegno ostico infatti per l’attuale seconda forza del campionato che sarà di scena al Bettega di Condino dove i canarini padroni di casa andranno alla ricerca di tre punti fondamentali per riaprire la corsa al secondo posto (attualmente distante 5 punti). La compagine di Mister Bertoni però dovrà misurare le forze in vista dell’attesa finale di Coppa Provincia in programma giovedì 16 maggio allo Stadio Briamasco di Trento contro l’Ortigaralefre. Andrà alla ricerca del riscatto, dopo la brutta sconfitta maturata per 6 a 2 contro la Stivo, il giovane Pieve di Bono che tra le mura amiche riceverà una rivitalizzata Baone. Derby da incubo per Virtus Giudicariese e Caffarese che andranno alla ricerca di tre punti fondamentali per continuare a sperare in una salvezza che si allontana sempre più. Per i bresciani di Mister Sergio Pellizzari (a meno sei dalla Limonese terzultima) la sconfitta (o addirittura il pareggio) vorrà dire retrocessione. Qualche flebile speranza in più per la truppa di Mister Gianni Armanini staccati di quattro lunghezze dalla Limonese. Classico impegno di fine stagione infine per il Calcio Bleggio che farà visita alla Ledrense e per la Settaurense che, al Grilli di Storo, affronterà il Guaita. Chiude il quadro la sfida tra Stivo e Limonese.  

SECONDA CATEGORIA:

A tre turni dalla fine del campionato in testa al girone A di seconda categoria regna ancora l’incertezza. È infatti molto combattuta e riguarda, potenzialmente, ben quattro squadre la lotta per la vittoria finale. A guidare il gruppo è il Trambileno che (con una partita in meno) domenica farà visita all’altalenante Carisolo. L’Alta Giudicarie invece, vera antagonista dei neroverdi roveretani, è attesa da un delicato match in quel di Bagolino. I bresciani hanno finora disputato un girone di ritorno pressochè perfetto e, per i ragazzi di Mister Chiappani, sarà un test importante per continuare a credere nella vittoria finale. Il Castelcimego sarà invece impegnato sul campo del Vallagarina mentre il Brenta Calcio è atteso dal derby contro il Tre3 Val Rendena. Chiudono il quadro i match Lizzana - San Rocco e Molveno – Riva del Garda. 

Buon calcio a tutti!

La giornata calcistica andata in scena nel primo weekend di marzo ha regalato parecchie emozioni e diversi risultati a sorpresa. Il risultato più inaspettato arriva dal “Grilli” di Storo dove il Calciochiese perde contro il fanalino di coda Appiano (alla prima vittoria stagionale). In Prima categoria invece, nella prima giornata di ritorno, non sbaglia il Pinzolo Valrendena che riprende il proprio percorso verso la promozione con una netta vittoria. Andiamo quindi a riepilogare quanto successo nella domenica del pallone giudicariese. 

ECCELLENZA:

Domenica nera per il Calciochiese mentre il Comano Terme Fiavè porta a casa tre punti che sanno di salvezza. I biancoazzurri storesi, probabilmente già in clima di carnevale, perdono per 2 a 1 un match dove era obbligatorio vincere per non perdere punti preziosi nella corsa salvezza. Capitan Donati e compagni vanno in vantaggio grazie alla rete di Nicolini. Pochi minuti dopo è Risatti ad avere la palla del raddoppio ma dagli undici metri viene ipnotizzato dal portiere avversario. Gli altoatesini, ormai condannati alla retrocessione, hanno però una reazione di orgoglio e nella ripresa capovolgono il risultato grazie alla doppietta di Foldi. Una sconfitta meritata per l’undici di Mister Fabio Berardi la cui panchina comincia a scricchiolare con un solo punto (pareggio interno nel derby con il Comano Terme Fiavè) nelle ultime tre partite che è troppo poco per poter continuare a sperare nella salvezza ora distante quattro punti. 

Vittoria fondamentale invece per il Comano Terme Fiavè che vince tre a uno sul campo del Naturno e mette una serie ipoteca sulla salvezza. Capitan Lorenzi e compagni gestiscono tranquillamente il match in terra altoatesina e grazie alle reti di Burlon, Giovannini e Federico Lorenzi fanno un ulteriore salto in classifica. Per i ragazzi di Mister Luca Celia un girone di ritorno cominciato alla grande con una serie di risultati positivi che mettono nelle migliori condizioni il gruppo per un finale di stagione che si preannuncia tranquillo. 

PRIMA CATEGORIA:

Prima giornata di ritorno per le compagini Giudicariesi impegnate nel girone A di prima categoria. La capolista Pinzolo Valrendena passeggia in riva al Lago di Garda. Masè e compagni infatti liquidano la malcapitata Limonese con un perentorio 5 a 1 (di Polla, Maestranzi, Hoxha, Masè e Bonenti le reti rendenesi). Resta in scia la Stivo vittorioso per 1 a 0 nell’anticipo di sabato sera contro la Caffarese disputatosi sul sintetico di Creto. Passo Falso invece della Ledrense che esce sconfitta di misura (1 a 0 il finale) dall’ostico campo del Marco ora terzo in classifica. Prima vittoria dell’anno anche per la Condinese che, nell’altro anticipo del sabato sera, vince per 3 a 1 il derby contro la Settaurense (Gualdi e doppietta Ragnoli per i canarini e goal della bandiera biancoverde di Colò). L’altro derby di giornata se lo aggiudica il Pieve di Bono che vince per uno a zero (Rubes su rigore) la sfida contro il Calcio Bleggio. Pareggio agguantato in zona cesarini per il Tione di mister Ballini sul campo del Guaita (1 a 1 firmato Chaizzamane). Sempre più ultima invece la Virtus Giudicariese che viene sconfitta per 3 a 0 dalla Baone di bomber Foued. 

 

More Articles ...

Page 1 of 3