25
Tue, Jun

 

Settaurense e Condinese vanno alla grande: la prima  vince ad Ala per 2 a 0 mentre una sfoltita Condinese obbliga la capolista   Aquila  al pareggio. In 1° categoria  a fare risultato pieno  è solo  il Pinzolo Valrendena mentre  nel derby tra Alta Giudicarie e Tione un 1 a 1.

 

 

Ad Ala Federico Lorenzi  viene lanciato nella mischia a partita in corso  e lui  da subito ripaga la fiducia  e va immediatamente in gol. Il “ gioiello” di Fercasa  quando ha  palla tra i piedi crea  panico  e disagio a qualsiasi retrovia.  Dopo di lui ( sempre nella ripresa) fa altrettanto Michael Sardisco  le cui conclusioni dell’isolano – valdaonese  contribuiscono  a far  volare in classifica  l’ammiraglia di Storo.   Uno 0 a 2  che  fa morale e classifica. “Abbiamo soppesato  ogni mossa avversaria,  poi ragionato da ogni puto di vista  su quanto andavano a fare  i padroni di casa   e  non ultimo dato il meglio del meglio  tant’è che fare risultato  in casa dell’Alense   non è un fatto casuale e  nemmeno  trattasi   di normale amministrazione” ribatte l’allenatore Nicola Giovanelli. Il trainer di casa Ciara , sempre elegante ed ordinato nel dire e nel fare, già pensa alla prossima allorquando al Grilli sarà di scena la Ravinense.

Stavolta non è da meno anche la Condinese che, pur  decimata da infortuni e squalifiche, impone alla capolista Aquila uno 0 a 0.

“ Tra le retrovie un plotone   granitico di gente tutta cresciuta e forgiata  all’ombra della Bastia . Inoltre nessuna  forma reverenziale nei confronti  dei solisti  di  prim’ordine . Poi  in almeno due occasioni potevamo anche andare a rete. Parlo – è quanto  riassume  con la sua solita sportività il dirigente Fabio Bagattini -  delle opportunità avute da Pavoni e Pellizzari “.

In 1° categoria la partitissima tra Alta Giudicarie e Tione finisce  1 a 1 e le reti – ambedue  su esiti di calcio d’angolo – portano la firma di Gian Marco Fioroni (figlio del patron rosso blu )e  Ciuffi. “ Il pareggio mi va un tantino strettino considerato che noi  di Tione  qualche opportunità maggiore l’abbiamo avuta “riconosce   mister Eros Capponi.

Vince anche il Val Rendena Pinzolo  ( 2 a 1)sul campo della Baone  mentre il Pieve di Bono  perde  1 a 0 a Riva del Garda; non va neppure bene al Calcio Bleggio superato in casa ( 2 a 0) dallo Stivo mentre il Castelcimego  del duo   bresciano Zerbio – Rossetti pareggia ai Solteri contro il San Giorgio.

Al De Varda  di Mezzolombardo Rotaliana e Condinese non fanno nemmeno l’ingresso in campo  constatato che a causa del forte  vento era impossibile controllare palla. “ E’ stato allora  che il direttore di gara – Saladina di Trento – assieme  ai rispettivi capitani Mariotti & Butterini  si sono resi conto che  era impossibile dal corso alla partita  rinviando il tutto  al prossimo martedi  giocando  alla  luce dei riflettori sempre al De Varda  “ avverte Fabio Bagattini portavoce del sodalizio giallo blu di Via Berghi.

 

 

La Settaurense non va più in la dello 0 a 0  considerato che per più di un tempo era stata costretta ad affrontare il Nago Torbole  con un uomo in meno. L’affrettata espulsione di Rinaldi ha sicuramente pesato e nel contempo  non ha dato modo al mister di praticare le sue scelte. A  ripresa inoltrata  Nicola Giovanelli gioca la carta Sardisco ma stavolta l’isolano cerca soluzioni che non gli riescono. “ Pur in inferiorità numerica dal 35’del pt abbiamo avuto almeno tre occasioni per andare a segno prima con Bettazza poi con Dubini e sul finire con Lorenzi”. Molto criticata dal pubblico di casa la decisione dell’arbitro Bettin di Trento di non metter mano al cartellino rosso per un probabile fallo da espulsione.   

  

Solo nei minuti di recupero (94’) la Settaurense si aggiudica il derby con la Condinese e nel contempo l’ammiraglia di casa Giovanelli si porta a quota 21 e quindi al 5° posto in classifica. “ Direi che un solo istante prima e con un nostro giocatore a terra il direttore di gara Lorenz di Trento avrebbe dovuto fermare il gioco e non lasciare correre dando così modo alla Settaurense di proseguire e andare in gol ottenendo a sua volta i 3 punti “ commenta amaramente il dirigente della Condinese Fabio Bagattini.

 

Bagattini avrà le sue buone ragioni ma il merito nostro è di aver creduto sino all’ultimo allorquando Mirko Boschi ha realizzato il gol partita “ è quanto aggiunge l’allenatore della Settaurense Nicola Giovanelli che ora sta già pensando alla sfida di domenica prossima al Grilli con la capolista Aquila di Trento. Poi per non far torto a nessuno ci ha pensato la premiata famiglia Paolo e Michela Leotti che nel dopo partita all’interno dell’area Bettega ha offerto a tutti i convenuti il top della loro cucina a firma dello chef Oscar Bagattini.

 

In 1° categoria ad esaltare gli animi è sempre il Castelcimego sagomato in chiave bresciana e allenato da Gigi Zerbio che sul campo del Calcio Bleggio ha ottenuto l’ 1 a 1 che forse andava cercando. “ Stiamo andando al di la di ogni previsione con un collettivo che fa gruppo e risultati “ fanno sapere Gilberto Rossetti e Flavio Bertini, rispettivamente direttore sportivo e generale.

 

Dopo tre concatenate sconfitte il Pieve di Bono ha ripreso a fare punti e l’1 a 1 ottenuto sul campo del Mattarello da fiato e morale alla realtà “ viola “ di casa Foresti & Galliani.

 

Stavolta Alta Giudicarie, Pinzolo Valrendena e Tione sono rimaste inchiodate al palo: i primi sono crollati in casa con il risultato di 4 a 0 contro il Molveno Sport; i rendenesi hanno perso 2 a 0 sul campo del Sopramonte e il Tione di Renzo Fioroni è stato sconfitto per 3 a 1 contro il Riva del Garda.

 

 

 

 

 

Sul difficile campo di Borgo in Promozione  la Settaurense non si fa condizionare né tantomeno intimorire e nell’arco dei due tempi prima rimonta l’iniziale svantaggio e poi con doppietta di Dubini e  altro gol  ancora  di Federico Lorenzi ( 3 a 1  finale) torna a Storo  con  tanto morale e  tutti 3 i punti.

“ Affermazione sicuramente sofferta  su un campo  difficile  dove siamo riusciti a recuperare e  rimontare in modo da ricreare le condizioni per tornare a dire la nostra in campionato “ è quanto  sostiene l’allenatore  storese  Nicola Giovanelli.

 

 Solo nella parte terminale  di partita  la Condinese (sconfitta per 2 a 0)  torna  ad inciamparsi  tanto da  concedere  al  Calisio   la soddisfazione di  lasciare il Bettega   con  l’intera posta. Il presidente Thomas  Galante parla  di periodo  sfortunato e difficile ma  conferma  a trainer Ferrari  la fiducia sua e del direttivo   . “ Fino a metà ripresa eravamo ancora  sullo 0 a 0 poi sullo sviluppo di un angolo  abbiamo  subito il primo dei due gol”.

Il Tione si è scrollato di dosso  gli imprevisti ultimi  e  davanti alla sua gente  gli orchestrali di Parolari & Fioroni  sono tornati a fare risultato nei confronti del  Sopramonte.

 

A Locca di Concei  il Pieve di Bono interrompe la serie positiva  andando a perdere per 2 a 0  con la Ledrense di papà Luciani di cui lo stesso Saverio un tempo  era poi  il suo allenatore.” Abbiamo tenuto per un tempo  poi loro hanno prevalso considerato che nell’occasione hanno dimostrato di essere superiori “ è  quanto  sportivamente riconosce il presidente dei viola  Kristian Foresti Galliani.

Perde anche il Pinzolo Valrendena   (2 a 0) sul campo  dello Stivo la  cui sconfitta crea non pochi interrogativi.

L’Alta Giudicarie  dal canto suo  supera  la Baone ( 2 a 0) lasciandosi alle spalle gli iniziali  timori di inizio stagione. Ora la squadra di patron Carlone & Pelizzari ha totalizzato 9 punti e un sesto posto in classifica.

Buono anche il pareggio del Castelcimego  ( 1 a 1)  ottenuto sul capo del Molvenosport dove  anche  in quest’altra  circostanza l’11 di Zerbio fa morale e classifica.

Da segnalare poi la vittoria del Calcio Bleggio ( 3 a 2)   contro il Riva del Garda.

 

Una settimana fa a Condino, in pieno  recupero  ( 94’) , la Settaurense  in occasione del derby aveva prevalso per 1 a 0; oggi  al Grilli la squadra di Storo si è invece fatta raggiungere (2 a 2)  al 43’ della ripresa nella partitissima  contro l’Aquila di Trento. Quest’ultima ,pur pareggiando,  è stata scavalcata in classifica dal Dro che a sua volta  ha invece  vinto contro la Rotaliana  per 2 a 0.

“ Per la Settaurense  ad  andare  in gol è stato prima l’isolano  di casa Zimelli Sardisco( 24’pt) e al  35’’ Lorenzi su rigore. Per l’ammiraglia di casa Facchinelli  il momentaneo 1 a 1 lo  ha realizzato Erm e  mentre la  rete del   2 a 2   finale è  da attribuire  a Casagrande su rigore.

“Pareggiare a Storo è sempre un’impresa, non abbiamo rubato nulla e il 2 a 2  mi sta bene “ ha detto  tra l’altro a fine partita l’allenatore Massimo Tamanini .

Dall’altro stanzone Nicola Giovanelli mastica un po’ amaro e il trainer comunque  avverte : “ promuovo l’intero collettivo  anche  se  quel rigore  creato  quasi all’imbrunire  lo dico ad alta voce  andava evitato”.

La Condinese dal canto suo  si è scrollata di dosso il dopo sfortunato derby andando in questo caso  a vincere sul campo di Mattarello contro la Ravinense. “ Un 2 a 1 - ribatte il dirigente Fabio Bagattini -  i cui gol sono stati ambedue  ispirati  dal giovane  Matteo Triberti ( classe 2005) ed entrambi realizzati dal veterano ( 1982) Nicola Donati”.

In 1 categoria a fare  immagine  e risultato è sempre il Castelcimego  che  sul campo di casa ha superato il Mattarello Calcio   con il risultato tennistico di 7 a 0.  Va dato atto che  la scuola calcio  voluta e impostata  sia   dall’allenatore Gigi Zerbio che   dal  direttore sportivo Gilberto Rossetti ( ambedue bresciani) sta  sorprendendo anche coloro che magari al campo non  ci vanno.

Pure  il Pieve di Bono di casa Foresti & Galliani è tornato è  a farsi bello e generoso  e  al campo di Via Adanà  ha vinto per 3 a 2  contro il Sopramonte. “   In attesa di poter  disporre di Manuel Usardi la sequenza dei gol – dice il patron della fp –   stavolta è da ricondurre a Prandini, Filosi e  Donati su rigore “.

Vittoria anche da parte del Pinzolo Valrendena che  ha superato il Solteri San Giorgio per 3 a 2;  sofferenze  si riscontrano invece per Alta Giudicarie, battuta a Loca di Concei dalla Ldrense di  Saverio Luciani  per 2 a 1; dal Calcio Bleggio perdente   con  il medesimo  risultato dal Molveno Sport e   dal Tione sconfitto dalla realtà Stivo per 3 a 0.

Mercoledì sera andrà in scena il terzo confronto in tre settimane tra Comano Terme Fiavé e Mori Santo Stefano: dopo l'1 a 1 del 5 ottobre nella semifinale di andata e lo 0 a 0 di domenica in campionato in terra lagarina, stavolta si giocherà a Ponte Arche e qualora arrivasse il terzo pareggio si procederà con i calci di rigore perché in palio ci sarà la finale provinciale di Coppa Italia. Essendo stata cancellata la regola dei gol in trasferta, di fatto si partirà dallo 0 a 0, con i gialloneri che vogliono tornare a giocarsi un trofeo a sei anni dalla finale di Arco persa con il Trento e ad un decennio esatto dal doppio trionfo nella Coppa provinciale e regionale.

Calcio d'inizio alle Rotte alle 20, dirigerà il confronto Francesco Duranti di Trento coadiuvato dagli assistenti Giulio D'Alterio e Simone Bonazza, pure loro della sezione del capoluogo.

fonte www.comanotermefiave.it

 

L’iniziale doppio vantaggio alla Settaurense proprio non basta e stavolta al Grilli l’ammiraglia di Storo si fa raggiungere (2 a 2) dal Dro Cavedine mentre la Condinese dopo trambusti e interruzioni scivola ancora una volta (3 a 1) sul campo della Benacense. Ambedue, per quanto concerne il campionato di Promozione, stanno dimostrando di avere più o meno problemi da affrontare e risolvere.

In ambito storese a dire la sua è e resta comunque sempre Federico Lorenzi che anche stavolta è andato a segno ambedue le volte di cui la prima su rigore e l’altra su azione. “ Sulla prima segnatura avversaria – avverte il dirigente locale Paolo Sansoni - c’è molto da discutere mentre sul gol del definitivo 2 a 2 la realizzazione è avvenuta su autorete di Dallapè”.

 

Nell’anticipo di sabato il Pieve di Bono ha invece confermato intenzioni e propositi superando al campo di Via dell’ Adanà il Molveno Sport per 2 a 0. I gol partita prima con Maurizio Donati su rigore per fallo subito su se stesso e successivamente è stata la volta di Dino Filosi quando gli avversari erano in inferiorità numerica a seguito l’espulsione di Dalfovo. “ Al momento siamo in una buona posizione di classifica e speriamo di rimanerci visto e considerato che il gruppo conta più del singolo “ rimarca il ‘ patron ‘ dei viola Kristian Foresti Galliani “.

Sempre nell’ambito del medesimo girone a fare notizia è l’affermazione del Castelcimego che sul campo di Via per Rango ha superato per 3 a 1 il Tione di Renzo Fioroni ma originariamente di casa Parolari. La squadra di Luigi Zerbio si sta confermando una realtà dove meccanismi e propositi vanno di pari passo, ha raggiunto i 13 punti a sole due lunghezze dallo stesso Tione.

Spiace ma al Pinzolo Valrendena le sorti non vanno bene tant’è che la società che fa riferimento a Patrizio Zambotti è stata stavolta superata in casa per 5 a 1 dalla Ledrense allenata da un grande maestro del calcio.

Pure l’Alta Giudicarie di patron Oreste Bonazza e allenata da Sergio Pelizzari è rientrata da Riva del Garda con un nulla di fatto avendo perso per 2 a 1;

sconfitta pure ( 2 a 1) per il Calcio Bleggio nella trasferta con il Solteri San Giorgio.

More Articles ...

Page 1 of 4