17
Sun, Nov

Notizie Giudicarie Esteriori

Grid List

La rassegna cinematografica che mette in rete i tre festival internazionali di cinema del Trentino anche quest’anno fa tappa a Fiavè. Il 16 luglio doppia proiezione con “Open Your Eyes”, protagonista alla scorsa edizione del Religion Today, e “Y si te dijeran que puedes”, proiettato in anteprima internazionale al 67. Trento Film Festival

Arriva l’estate, ritorna CinemAMoRe, la rassegna cinematografica promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento e curato dal Trento Film Festival, dalla Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico e dal Religion Today Film Festival. Da molti anni, i maggiori festival internazionali di cinema del Trentino uniscono forze e competenze per offrire al  pubblico una selezione dei migliori film e documentari della propria programmazione da proporre in diverse location del territorio provinciale, dai maggiori centri urbani fino alle valli: uno sforzo congiunto per avvicinare tutti i cittadini al piacere del cinema, valorizzando le risorse di tre festival che rappresentano tre eccellenze a livello internazionale, nei rispettivi ambiti di competenza.

I curatori del programma cinematografico, Miro Forti e Andrea Morghen, hanno selezionato i film da proiettare in ogni singola serata, “pescando” negli archivi dei tre festival, dando particolare rilievo alle pellicole protagoniste delle ultime edizioni degli stessi.

Martedì 16 luglio a Fiavè, al Museo delle Palafitte, alle ore 21.00 una doppia proiezione in collaborazione con il Comune e il Museo delle Palafitte: Open Your Eyes (di Llay Mevorach,  Israele / 2018 / 14'), protagonista alla scorsa edizione del Religion Today, una storia di pregiudizio ambientata a Gerusalemme, in uno studio oculistico; Y si te dijeran que puedes (di Javier Alvaro Palomares, Spagna / 2017 / 65'), proiettato in anteprima internazionale al 67. Trento Film Festival, racconta invece la storia di Sergio, Bea, Gonzalo, Emilia e Fernando, che soffrono di schizofrenia e non hanno nessuna esperienza con la montagna: l’associazione che si occupa di loro, insieme ai migliori alpinisti della Spagna, decide di tentare la scalata del mitico Naranjo di Bulnes. 

 

Un museo aperto alla comunità, luogo di incontro, dibattito e confronto. È quanto si propone il Museo delle Palafitte di Fiavé che dopo la pausa invernale ha riaperto i suoi spazi al pubblico con la nuova rassegna “Fiavé Incontri. Viaggi organizzati nel passato per liberi pensatori di oggi”. Serate a tema, visite guidate con esperti e degustazioni con produttori locali, attività e laboratori per famiglie caratterizzeranno la primavera al museo offrendo spunti di conoscenza, riflessione e approfondimento. 

Le iniziative sono curate dai Servizi educativi dell'Ufficio Beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento in collaborazione con il Comune di Fiavé, la Pro Loco, L’Ecomuseo della Judicaria e l’Associazione Deges - Diffusione Enogastronomica Giudicarie Esteriori.

Si inizia giovedì 28 marzo alle ore 20.30 con un argomento di scottante attualità: “La violenza ha mille volti. Impariamo a conoscerla”, una serata informativa contro la violenza sulle donne, con relatori della Commissione provinciale pari opportunità e del Centro Antiviolenza Trento.

Gli appuntamenti proseguono giovedì 11 aprile, alle ore 20.30, con “storie senza Storia. Tracce di uomini in guerra (1914-1918)”, dialogo con Franco Nicolis, direttore dell’Ufficio beni archeologici, che illustrerà aspetti e significato dell’archeologia della Grande Guerra. Il 15 maggio, alle ore 20.30, il museo ospiterà “Di pietra e legno. Le recinzioni rurali in Trentino” a cura dell’Ecomuseo della Judicaria nell’ambito della rassegna Ecomuseo di primavera.

Per approfondire le tematiche trattate in museo domenica 7 aprile e 5 maggio, alle ore 15, è previsto “Un giorno in palafitta”, visita animata alla scoperta della vita quotidiana nel villaggio palafitticolo di Fiavé di 3.500 anni fa. Ingresso al museo e partecipazione saranno gratuiti.

Sono pensati per le famiglie con bambini due laboratori per cimentarsi in prima persona con tecniche antiche: il 24 aprile alle ore 15 “Al museo con Roberto Reperto” permetterà di scoprire i reperti in ceramica dei villaggi palafitticoli di Fiavé, mentre il 5 maggio “100% latte” sarà dedicato alla lavorazione del latte al tempo delle palafitte.

È legato ai prodotti locali delle Valli Giudicarie “Saperi e sapori dalle palafitte. Latte, sale e caglio” in programma il 26 aprile alle ore 15. I partecipanti potranno visitare il museo in compagnia di un’archeologa e di un produttore locale e dialogare con loro sulla lavorazione del burro e la produzione del formaggio tra passato e presente. Al termine merenda-degustazione a base di prodotti del territorio.

La rassegna si conclude con la “Festa delle famiglie al museo. Un canestro di (prei)storie” il 26 maggio alle ore 15. Porte aperte al museo per scoprire in modo giocoso e divertente la vita quotidiana al tempo delle palafitte e per saltare a canestro assieme alla Società Sportiva Giudicarie Basket. L’ingresso e la partecipazione alle attività saranno gratuiti.

Nei mesi primaverili, fino al 19 giugno, il Museo delle Palafitte di Fiavé è visitabile nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 14 alle 18.

 

Il programma

 

FIAVÉ INCONTRI . VIAGGI ORGANIZZATI NEL PASSATO PER LIBERI PENSATORI DI OGGI

 

28 marzo 2019 ore 20.30

La violenza ha mille volti. Impariamo a conoscerla

Serata informativa contro la violenza sulle donne

 

11 aprile 2019 ore 20.30

storie senza Storia. Tracce di uomini in guerra (1914-1918)

Dialogo con Franco Nicolis, direttore dell’Ufficio beni archeologici

 

15 maggio 2019 ore 20.30

Di pietra e legno. Le recinzioni rurali in Trentino

A cura dell’Ecomuseo della Judicaria nell’ambito della rassegna Ecomuseo di primavera

 

DOMENICHE AL MUSEO #iovadoalmuseo

7 aprile e 5 maggio 2019 ore 15

Un giorno in palafitta

Visita animata alla scoperta della vita quotidiana nel villaggio palafitticolo di Fiavé 3.500 anni fa. Ingresso libero al museo dalle ore 14 alle 18 e visita animata gratuita

 

LABORATORI PER FAMIGLIE

24 aprile 2019 ore 15

Al museo con Roberto Reperto

Laboratorio alla scoperta dei reperti in ceramica dei villaggi palafitticoli di Fiavé

 

5 maggio 2019 ore 16.30

100% latte

Laboratorio per conoscere la lavorazione del latte al tempo delle palafitte

 

SAPERI E SAPORI DALLE PALAFITTE

Visite guidate e degustazioni con esperti e produttori delle Valli Giudicarie

26 aprile 2019 ore 15

Latte, sale e caglio

La lavorazione di burro e formaggio tra passato e presente

Visita guidata e degustazione con l’Azienda Agricola Misonet

 

FESTA DELLE FAMIGLIE AL MUSEO

26 maggio 2019 dalle ore 15

Un canestro di (prei)storie

Porte aperte al museo per scoprire insieme a Marel e ai suoi amici la vita al tempo delle palafitte e per saltare a canestro assieme alla Società Sportiva Giudicarie Basket. Ingresso e attività didattica gratuiti

In collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Fiavé

 

Partecipazione ai laboratori e alle visite guidate con degustazione: 2 euro previa prenotazione tel. 0465 735019 entro le ore 13 del giorno dell’iniziativa. La quota comprende l’ingresso al museo. Laboratori minimo 5 max 20 bambini, a partire dai 6 anni.

 

Informazioni

 

 

Museo delle Palafitte di Fiavé

Via 3 Novembre, 53 - Fiavé (Trento)

tel. 0465 735019- 334 6807276

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

L’Azienda per il Turismo Terme di Comano Dolomiti di Brenta ripropone il workshop “Comano E’…la valle si presenta”. 

Un pomeriggio, venerdì 8 marzo, dalle ore 14 alle 17 a Maso Pacomio (Loc. Curè – Fiavé), di presentazione del territorio e delle sue molteplici ricchezze e opportunità, un incontro tra i fornitori dei servizi turistici e gli operatori del ricettivo, del commercio e tutti i cittadini interessati. 

L’obiettivo della seconda edizione di Comano E’ è di valorizzare l’offerta e i servizi del territorio, favorendo la conoscenza tra le realtà economiche e turistiche. Incontri di scambio di informazioni ed esperienze per far conoscere le offerte grazie a un contato diretto con i singoli fornitori di servizi. Infatti ogni partecipante ha a disposizione uno spazio dedicato (un tavolo e delle sedie), per esporre il proprio materiale informativo e agevolare il contatto personale con il pubblico di operatori «della domanda» e per presentare la propria attività. Un importante momento di pubbliche relazioni e di dialogo che contribuiscono a rinsaldare la «rete» tra le diverse realtà del territorio. 

Gli operatori dell’offerta che hanno deciso di partecipare provengono dal mondo delle aziende agricole, operatori che offrono escursioni, visite guidate ed eventi, musei e castelli, associazioni e realtà che si occupano di sport e le Terme di Comano.

Per l’occasione viene realizzato un depliant con l’elenco di tutti gli operatori partecipanti e con i relativi contatti, uno strumento rappresenta una piccola «guida» alle attività. 

Comano E’ è aperto al pubblico gratuitamente.

In occasione dell’8 marzo Festa della Donna verrà regalato un piccolo omaggio a tutte le donne presenti.

Si terrà Venerdì 8 novembre presso la sala Congressi Terme di Comano una serata con Rino Capitanata e Nader Butto.

Ore 20.15  - Concerto con Rino Capitanata

Musicoterapeuta e produttore, da anni, approfondisce la musica come veicolo per la guarigione producendo cd e tenendo seminari con illustri personaggi del mondo della spiritualità. Ha composto musica per: Brian Weiss, Doreen Virtue, John Gray, Master Choa Kok Sui, Louise Hay, Deepak Chopra, Dr. W. Dyer, e tanti altri... 

Le sue musiche curative accordate a 432 Hz inducono al benessere psicofisico, al rilassamento riducendo notevolmente i livelli di stress, vengono utilizzate da terapisti in molti centri wellness in Italia e all’estero e sono largamente diffuse da alcune compagnie aeree per rilassare i passeggeri durante i voli a lungo raggio.

Sul fronte della musicoterapia, sperimenta in vari ospedali italiani l’utilizzo di musiche per risvegliare il processo di autoguarigione e migliorare la sintomatologia. È stato più volte invitato in vari paesi Europei e negli Stati Uniti per concerti e tour insieme a illustri nomi della spiritualità internazionale.

 

Ore 21.00 - Conferenza con il Dottor Nader Butto

Nato a Nazareth (Israele), si è laureato in medicina a Torino nel 1983, si è specializzato in cardiologia in Israele. Dal 1995 ha seguito per dieci mesi in Francia uno stage di cardiologia invasiva, in particolare cardiologia angioplastica coronaria; nei due mesi successivi ha frequentato a Milano il centro Columbus per completare la sua preparazione nella ultrasuoni intracoronarica.

Nel 1998 è stato a Phoenix (Arizona U.S.A.) per la specializzazione in angioplastica carotidea. Attualmente lavora nel reparto di cardiologia al Centro MedicoRabin a Petah Tikva (Israele) come cardiologo specialista in angioplastica coronaria. Attraverso una lunga ricerca dell’anima umana ha sviluppato un metodo che integra la medicina tradizionale con le medicine energetiche orientali. Il metodo integra la psicologia nella medicina individuando nel conflitto psicologico irrisolto la vera causa delle malattie e descrivendo una mappa corporea che, a seconda della localizzazione della malattia o del disturbo, ci indica il tipo di conflitto ad essa correlato. 

Su questo argomento tiene conferenze e seminari in Spagna, Germania, Italia, Israele.

 

Ingresso su prenotazione presso: Kristy Moda e Sport - tel. 0465 701660

Contributo spese: 3,00 € a persona

P.V., bolzanino di 56 anni, è stato arrestato nel primo pomeriggio di ieri dai Carabinieri di Ponte Arche, per un furto di denaro contante perpetrato presso un noto esercizio pubblico di quel centro. Erano da poco scoccate le ore 14.00 quando l’uomo, notata la barista allontanarsi  dal bancone di mescita per alcune incombenze, è entrato nel locale dirigendosi verso il registratore di cassa da dove, in pochi istanti, è riuscito ad arraffare il cospicuo incasso della giornata. 

Da li a pochi istanti lo stesso, colto sul fatto dalla barista nel frattempo rientrata nel locale, si è dato a repentina fuga nel centro abitato. 

La giovane barista, non perdendosi d’animo, ha richiamato l’attenzione di un solerte artigiano diciannovenne del posto, in quel momento impegnato al lavoro nelle vicinanze del locale, il quale, senza alcuna esitazione, si è lanciato all’inseguimento di P.V. bloccandolo a breve distanza.

I Carabinieri di Ponte Arche, allertati da alcuni passanti, sono giunti dopo pochi istanti sul posto prendendo l’uomo in consegna.

L’immediata perquisizione personale di P.V. ha consentito ai Militari di rinvenire, oltre all’intera somma di denaro asportata, alcuni scontrini relativi a transazioni POS dello stesso locale, inavvertitamente prelevati dal malfattore assieme alle banconote.

P.V. veniva quindi dichiarato dai Militari in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando, fino all’odierna convalida disposta  dal Giudice Greta Mancini.

 

Enrico Ianniello sarà ospite, sabato 27 luglio nel salotto letterario della rassegna Trentino d’Autore con “La Compagnia delle Illusioni”.

Enrico Ianniello, una delle voci più sorprendenti della recente stagione letteraria italiana, ci regala una commedia ricca di svolte inaspettate e personaggi irresistibili, doppi, acutissimi. Come Antonio Morra, il cui nome in codice è o’ Mollusco, perché un nome in codice, per lavorare nella Compagnia delle Illusioni, è indispensabile, “un nome mellifluo, imprendibile”, come imprendibile deve essere al realtà dietro la finzione.

Il libro è una commedia ricca di svolte inaspettate e personaggi irresistibili. 

Enrico Ianniello è attore, regista e traduttore. Formatosi presso la Bottega Teatrale di Firenze di Vittorio Gassmann, ha lavorato a lungo con la compagnia di Toni Servillo. Ha lavorato al cinema con Nanni Moretti e in Rai per diverse serie televisive. Il suo primo romanzo è del 2015 e s’intitola “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin” (Feltrinelli): l’opera ha riscosso immediato apprezzamento e vinto il Premio Campiello Opera Prima, il Premio John Fante Opera Prima, il Premio Cuneo e il Premio Selezione Bancarella. Sempre per Feltrinelli è uscito nel 2019 il secondo romanzo dell’autore, “La compagnia delle illusioni”.

Conduce il giornalista Alberto Faustini

Appuntamento: sabato 27 luglio, ore 17.00, palazzo Terme di Comano, ingresso libero.

Al termine dell’incontro si brinda con Altemasi Trento DOC di Cavit.

 

Pochi giorni fa era stata immortalata nella valle dei laghi. Oggi l'orsa con la cucciolata di 3 orsetti, è stata ripresa da alcuni fortunati passanti che transitavano nel Banale in prossimità di Dorsino. La mamma orsa attraversa la strada, scala con agilità il muro di contenimento e prima di tornare nel bosco lancia uno sguardo ai piccoli. I due cuccioli, prima titubanti, si rizzano sulle zampe e la seguono. Un video eccezionale 

Si terrà sabato 2 febbraio nel teatro comunale di San Lorenzo alle ore 21.00 i Maggiordomi Spettacolo teatrale di e con Carla Marazzato, Manuele Candiago e Emanuele Pasqualini. Lo spettacolo realizzato da Pantakin Circoteatro con il sostegno di Città Teatro di Riccione è inserito nella rassegna Giudicarie a Teatro 

"Ringrazio tanto coloro che nella mia malattia hanno pregato per me. So che non pochi lo hanno fatto, sia personalmente sia insieme. Sono stato tanto aiutato dal Signore a confidare in lui, a offrire a lui le mie tribolazioni, ad abbandonare la mia vita e il mio avvenire nelle sue mani."