04
Sun, Dec

Gli Ecomusei del Trentino compiono 20 anni: riuniti a Stenico per il Convegno celebrativo

Stenico
Typography

 

STENICO. Un convegno per celebrare il ventennale degli Ecomusei del Trentino e per guardare anche ai prossimi vent’anni: così la Rete degli Ecomusei si mette a confronto sabato 16 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30, presso l’Ecomuseo della Judicaria a Maso al Pont, in Comune di Stenico, per trovare nuove chiavi di scambio e di crescita. Un traguardo importante che guarda al passato e, soprattutto al futuro, è il commento del presidente della Rete degli Ecomusei del Trentino. L’Ecomuseo rappresenta ciò che un territorio è, e ciò che sono i suoi abitanti. Rappresenta la cultura viva delle persone, il loro ambiente, ciò che hanno ereditato dal passato, ciò che amano e desiderano. Secondo la definizione che ne ha dato Hugues de Varine, ancora nel lontano 1970: l’Ecomuseo è ‘Il futuro del passato’.

Il convegno si aprirà alle ore 9.00 con i saluti istituzionali del vicepresidente e assessore provinciale all'urbanistica, ambiente e cooperazione e dell'assessore provinciale all'istruzione, università e cultura, nonché di Franco Marzatico dirigente della Soprintendenza dei Beni Culturali e della presidente dell'Ecomuseo della Judicaria.

 

 

Quindi una tavola vedrà confrontarsi i principali referenti delle istituzioni culturali, turistiche e associative trentine, nonché i presidenti dei nove Ecomusei del Trentino che aderiscono alla Rete, ovvero Ecomuseo Argentario, Ecomuseo della Judicaria - Dalle Dolomiti al Garda, Ecomuseo del Lagorai, Ecomuseo della Val Di Peio “Piccolo Mondo Alpino”, Ecomuseo del Vanoi, Ecomuseo Tesino - Terra di Viaggiatori, Ecomuseo Valsugana - Dalle Sorgenti di Rava al Brenta, Ecomuseo della Valle dei Laghi, Ecomuseo Val Meledrio - La Via degli imperatori,

I lavori si chiuderanno alle 12.30.

In Trentino gli Ecomusei sono stati riconosciuti con le Leggi Provinciali n.13/2000 e 15/2007. Ogni Ecomuseo rappresenta situazioni territoriali diverse, ma tutti svolgono una delle forme più innovative nella difficile coniugazione di conservazione e sviluppo, cultura e ambiente, identità locale e turismo. Il convegno sarà utile per ripercorre le tappe che hanno portato alla nascita degli Ecomusei, della Rete nel 2011, e guarderà al futuro.

 

Quali sfide attendono gli Ecomusei? Come accrescere il senso di appartenenza al territorio partendo dalla comunità, incrementare lo spirito di “cittadinanza attiva”, ampliare il sistema per il coordinamento delle risorse? Il compito della Rete degli Ecomusei del Trentino oggi è quello di elaborare e realizzare pratiche innovative di partecipazione delle comunità locali, puntualizza il presidente della Rete degli Ecomusei, attraverso la rivitalizzazione dei territori e puntando sulla ricerca di una frequentazione turistica 'dolce', culturale, ecologica. La pandemia ha messo in discussione diversi parametri delle nostre vite e delle nostre abitudini. Compito degli Ecomusei sarà quello di raccogliere e accompagnare questi cambiamenti.

 

Per approfondimenti: https://www.ecomusei.trentino.it/ 

 

Il convegno della mattina sarà disponibile in streaming sui profili Facebook Rete Ecomusei del Trentino (https://bit.ly/3aAz3xu) e Ecomuseo della Judicaria (https://www.facebook.com/EcomuseoDellaJudicaria) 

 

(us)