14
Mon, Oct

Si è tenuta ieri l’assemblea della Cassa rurale Adamello nata dalla fusione di Cassa Rurale Pinzolo, Cassa Rurale Val Rendena e Cassa Rurale Adamello Brenta. Quasi 2mila i soci partecipanti nelle 4 sale dislocate a Condino, Tione, Spiazzo e Pinzolo collegate in videoconferenza con il PalaDolomiti da dove la Presidente Monia Bonenti insieme al direttore generale Marco Mariotti ha scandito i ritmi dell’Assemblea. Veloce la prima parte con la condivisione dei primi quattro punti all’ordine del giorno. In particolare è stato determinato in 97,58 il sovrapprezzo che deve essere versato in aggiunta al valore nominale di ogni azione sottoscritta dai nuovi soci, e sono stati proposti ed approvati i compensi  e i rimborsi spese degli amministratori, dei sindaci e dei componenti della commissione degli amministratori indipendenti: 200 euro lordi sarà il gettone di presenza di ciascuno alle assemblee e ai comitati, 5000 euro sarà il compenso fisso di ciascuno consigliere, 12mila euro il compenso fisso dei componenti del Collegio sindacale. Il compenso del Presidente del consiglio di amministrazione sarà determinato dal Consiglio stesso. 

Poi l’assemblea è entrata nel vivo con l’elezione del nuovo Consiglio di amministrazione formato da 3 rappresentanti per ciascuna Cassa Rurale pre fusione e del Collegio dei Sindaci composto da un rappresentante per ogni compagine sociale. Dopo la presentazione di tutti i candidati, si è passati alla votazione vera e propria. Per la Compagine Sociale Ex Cassa Rurale Adamello eletti tutti e tre i candidati. Monia Bonenti, la ex presidente è risultata la più votata con 926 preferenze seguita da Carlo Ballardini (610 voti) e da Pieruccio Vaglia (366). Per la Compagine Sociale Ex Cassa Rurale Val Rendena eletti Cozzio Lorenzo  (764 voti),  l’ex Presidente Bonapace Mirko  (689 voti), Sartori Andrea  (479 voti). Rimasto fuori dai giochi Fulvio Collini con 436 preferenze. 

Per  la Compagine Sociale Ex Cassa Rurale Pinzolo eletti Luigi Olivieri (758 voti), Fabrizia Caola (757 voti) e Claudio Collini (681 voti). Sono rimasti esclusi Francesca Maffei (588 voti), l’ex Presidente Roberto Simoni  (537 voti), Fabio  Vidi (429 voti) e Riccardo Maturi (257 voti).

Per il collegio Sindacale indicati Marco Polla (il più votato), Michele Giustina e Roberto Tonezzer. 

Il Presidente della nuova Cassa Rurale sarà nominato dal Consiglio di Amministrazione.

 

 

Italia, Lettonia, Polonia, Portogallo e Spagna, nazioni apparentemente lontane intellettualmente e culturalmente che, nonostante i pregiudizi, hanno saputo convivere e supportarsi a vicenda nel momento in cui alcuni giovani, rappresentanti di questi stati, sono entrati in contatto grazie ad un progetto di scambio giovanile finanziato dai fondi dell'Unione Europea.

Il progetto, della durata di una settimana, si è sviluppato da martedì 23 a martedì 30 luglio 2019 in una cittadina del Portogallo centrale di nome Soure, caratterizzata dal fatto di essere stata costruita con l'aiuto di bandi europei e distinta per il suo patrimonio culturale, di cui ne è un esempio il castello di Soure, l'unico non posizionato su un'altura in Portogallo.

Abbiamo preso parte a questo scambio giovanile insieme ad una ventina di persone, tra ragazzi e leaders, in seguito ad una selezione. 

Il tema intorno al quale è stato strutturato il progetto è stato quello della libertà di espressione, una tematica attuale sulla quale è positivo essere sempre informati. Al fine di coinvolgere i ragazzi e di spronarli a sviluppare idee proprie per poi esprimerle, i vari leaders e la coordinatrice e responsabile di questo scambio hanno adottato metodi educativi innovativi ed avvincenti, limitando lo stile della lezione frontale. Di conseguenza, con lo scopo di far capire ai ragazzi quanti aspetti il concetto di libertà di espressione può racchiudere, sono stati proposti giochi di ruolo, lavori di gruppo e, ad esempio, per presentare la situazione concernente libertà e censura all'interno delle diverse nazioni, la realizzazione di una presentazione.

La nostra partiva da una riflessione e da esempi ripresi dalla propria quotidianità, per poi virare su fatti di cronaca nazionale che mettono in discussione la validità dell'articolo 21 della Costituzione italiana.

Poiché provenienti da Paesi di lingue diverse, noi ragazzi siamo stati spronati ad esprimerci in lingua inglese e a conversare confrontandoci sui nostri stili di vita. Proprio per alimentare l'interesse verso culture e tradizioni differenti dalle proprie, i partecipanti di una data nazione avevano il compito di parlare e mostrare qualche aspetto del proprio Paese e territorio. 

In particolare, il nostro team ha gestito la serata in due momenti differenti: in primo luogo abbiamo presentato con della sana ironia gli aspetti generali dell'Italia, poi abbiamo allestito un banchetto con alcuni prodotti tipici del nostro territorio, tra cui il Bagoss, radicchio dell'orso, biscotti e gallette alla farina gialla di Storo. 

Di questo progetto conserveremo sempre un ricordo più che positivo: ci ha dato l'opportunità di stringere nuove amicizie e di sviluppare le nostre abilità in lingua straniera. Inoltre abbiamo passeggiato per le vie di Lisbona, visitato la città universitaria di Coimbra e costeggiato la spiaggia di Figueira da Foz, cittadina sull'oceano.

Ci teniamo a ringraziare tutte le figure professionali che ci hanno accompagnato in questo percorso: la Cassa Rurale che ha gestito i contatti con Atelier Europeo, del quale siamo particolarmente grati a Renata e Laura, che ci hanno guidato sin dal primo momento. Un grazie di cuore va anche ad Inês, la responsabile dello scambio in Portogallo, senza la quale l'organizzazione della settimana all'estero non sarebbe stata così ottimale. L'ultimo ma non meno importante ringraziamento è riservato a Nicola, il nostro team leader, che ci ha seguiti con dedizione e che, oltre ad aver partecipato attivamente e con simpatia ad ogni attività proposta, si è anche dimostrato un buon amico.

Noi siamo già pronti per la prossima avventura, a presto!

Alessia Cominotti

Laura Bazzani

Nicolò Galante

Questa mattina in località Zeller, a Tione, un operaio di una ditta specializzata è caduto da una decina di metri mentre stava lavorando su una pianta a bordo strada. Ancora da definire le cause dell'incidente. L'uomo, secondo le prime informazioni, stava provvedendo all'installazione di una teleferica ed era dotato di tutti i sistemi di protezione, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato.

La vittima è Paolo Valenti, 36 anni di Bondo, molto noto in tutta la valle anche perché aveva giocato nelle fila della squadra di calcio del Comano Fiavè. Lascia la moglie e tre figli ancora in tenera età.  

«Oggi é un giorno triste. Non avremmo mai voluto scrivere questo post. - puntualizzano su favcebook i dirigenti ed allenatori  dell'Asd Comanotermefiave - Ma lo dobbiamo ad un grande uomo, un grande atleta che é stato un pilastro della nostra squadra ed ancora oggi molto vicino alla nostra società. 

Porgiamo sentite condoglianze a tua moglie ,ai tuoi splendidi bambini che portavi spesso al campo, ai tuoi genitori ed a tutta la tua famiglia. Il destino è stato crudele,non te lo meritavi caro Paolo! Che la terra ti sia lieve»

Domenica 8 settembre a Comano Terme, nella zona del Parco Termale, si svolgerà la “Cassa dei Bambini”, una giornata dedicata ai figli e nipoti dei soci della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, con tante attività, laboratori e giochi. 

Il tema di questa edizione è quello dell’agricoltura, settore che caratterizza l’economia della zona delle Giudicarie Esteriori, dove si svolgerà “La Cassa dei Bambini”. 

Dalle ore 10.00 saranno numerose le attività che vedranno i piccoli partecipanti trasformarsi in contadini per un giorno. Impareranno a filare la lana, pigiare l’uva, raccogliere il fieno, sgranocchiare le pannocchie, cavare le patate e preparare una gustosa pizza! Durante tutta la giornata a farla da padrona sarà la caccia al tesOrto: tutti i bambini andranno alla ricerca dei 10 ortaggi nascosti per portarli al mercato contadino e partecipare poi all’estrazione finale per vincere “la cassetta degli ortaggi”.  

Per tutta la giornata sarà possibile fare il classico “giro in trenino” e non mancheranno gonfiabili, truccabimbi, salterelli e molto altro ancora. Sarà inoltre allestito anche un angolo morbido per i bambini fino a 3 anni.

Una giornata all’insegna del divertimento ma non solo: l’obiettivo della Cassa Rurale è quello di educare al risparmio ed alla gestione del denaro. Come? Con il “Gioco del soldino”: a tutti i bambini partecipanti sarà consegnato un primo gruzzoletto di 3 soldini (di cartone). In alcune attività guadagneranno dei soldini, in altre li spenderanno. Tutti i bambini che alla fine della giornata avranno risparmiato almeno 8 soldini, presentandoli ad uno degli sportelli della Cassa Rurale nelle settimane successive, potranno trasformarli in soldini veri. 

“La Cassa dei Bambini è un’iniziativa che riproponiamo quest’anno dopo alcuni anni di assenza – ci dice Davide Donati, Direttore della Cassa Rurale – e riteniamo possa essere un modo divertente e informale per avvicinare i bambini alla Cassa Rurale ed anche per avvicinarli ai temi della gestione del denaro e del risparmio.”

Per partecipare è necessario iscriversi presso gli sportelli entro il prossimo 4 settembre. La partecipazione è gratuita. Possibilità di pranzo in loco previa prenotazione al momento dell’iscrizione.

Tutte le informazioni sul programma della giornata sono disponibili su www.lacassarurale.it.

 

Cassa Rurale Adamello ha indetto uno specifico bando di selezione rivolto ai giovani del territorio che sono interessati ad intraprendere un percorso professionale in banca.

Il bando si rivolge a candidati di età inferiore a 32 anni in possesso del titolo di laurea e residenti nei Comuni del Comprensorio delle Giudicarie, nei Comuni in cui opera Cassa Rurale Adamello e nei Comuni limitrofi. 

“Sono in fase di attuazione molti progetti che richiedono l’energia, la forza e le capacità che sono proprie dei giovani” spiega il Direttore Marco Mariotti. “Per questo motivo abbiamo deciso di avviare questo percorso di selezione”.

E’ una opportunità importante per i giovani del nostro territorio di inserirsi nel mondo del lavoro e soprattutto di intraprendere un percorso professionalizzante. “Abbiamo previsto un primo contratto a 12 mesi ma è concreta la possibilità che si passi ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato se la risorsa dimostrerà di possedere requisiti adeguati” precisa il Direttore.

Le domande per partecipare alla selezione dovranno pervenire entro il 30.09.2019 ed essere indirizzate a: CASSA RURALE ADAMELLO BCC, Via III Novembre, 2 - 38079 Tione di Trento (TN) o essere inoltrate tramite e-mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

La domanda dovrà essere corredata da: contenere curriculum vitae in formato europeo,  dichiarazione di residenza, copia del documento di identità e codice fiscale, piano di studi ed eventuali certificati attestanti il livello di competenza posseduto a livello linguistico ed informatico nonché l’autorizzazione al trattamento dei dati ai sensi della normativa privacy. 

Per qualsiasi ulteriore informazione è consultabile il sito internet www.cassaruraleadamello.it o contattare l’ufficio Risorse Umane al  n. tel. 0465/673332.

 

Nella mattinata di oggi, presso gli uffici della Polizia Locale delle Giudicarie, è stato riconsegnato ad una donna della Val Rendena un orologio Rolex del valore di diverse migliaia di euro.

La donna lo aveva smarrito nel Comune di Tre Ville, ed il prezioso orologio era stato ritrovato da un uomo del posto.

Grazie alla collaborazione di un gioielliere di Tione e del concessionario ufficiale di Trento della società svizzera produttrice dei pregiati orologi, gli operatori della Polizia Locale sono risaliti alla proprietaria.

Al ritrovatore ora, come previsto dal Codice Civile, spetterà una ricompensa.

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella ha aperto un bando per l’assunzione di nuovo personale. Si ricercano persone da adibire ad attività di sportello e gestione della clientela.  Le assunzioni prevedono un contratto a tempo determinato della durata di 12 mesi.

La Cassa Rurale cerca persone che abbiano

 la propensione a lavorare in team

 attitudini relazionali e commerciali

 orientamento alla crescita personale e professionale

 interesse alle dinamiche di sviluppo del proprio territorio.

Titolo di studio richiesto: diploma di maturità in ambito tecnico-economico-aziendale oppure laurea.

La Cassa si riserva la valutazione preventiva dei Curriculum Vitae per l’ammissione alle prove di selezione (prevista per un numero chiuso di candidati) in base ai seguenti criteri:

- laurea nelle discipline economiche o giuridiche

- voto di diploma o laurea

- residenza nella zona operativa della Cassa Rurale.

Per candidarsi e partecipare alla selezione è necessario compilare l’apposito form sul sito internet www.lacassarurale.it (Sezione “Lavora con noi”) entro il 15 SETTEMBRE 

La selezione è gestita in collaborazione con il Servizio HR di Cassa Centrale Banca e le prime prove si svolgeranno a Trento dal 24 al 26 settembre 2019. 

Info e contatti: Ufficio Gestione e Sviluppo Risorse – Responsabile Francesca Manzoni 

telefono 0465 709352 e.mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

More Articles ...