17
Sun, Nov

Non la si ricorda, in tempi recenti, una così grande nevicata già a fine novembre: 1 m e 21 centimetri la neve presente sulle piste a maggiore altitudine di Madonna di Campiglio, in zona Grostè (ma dall'inizio delle nevicate le stazioni di rilevamento hanno registrato, a 2.250 metri di altitudine, 2 metri e 7 centimetri di neve caduta). La nevicata di ieri ha portato ben 75 centimetri di coltre bianca e in centro paese l'altezza misurata è di 60 centimetri.

Un paesaggio invernale da cartolina che ha regalato ai primi sciatori piste ottimamente innevate in una cornice da fiaba, con il sole che in mattinata si è fatto più volte largo tra la nebbia.

"Un ottimo auspicio per la stagione appena iniziata", ha commentato il presidente dell'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena Tullio Serafini, ricordano che anche il calendario degli eventi invernali proporrà molte iniziative agli ospiti: dal prestigioso slalom di Coppa del Mondo di sci alpino l'8 gennaio alle finali di Coppa del Mondo di sci alpinismo all'inizio di aprile fino alle iniziative più divertenti come la festa di Capodanno, gli appuntamenti con Skisunrise e Sunset Ski e il Carnevale Asburgico, per citarne alcuni.

Oggi, a Madonna di Campiglio, come sempre una delle prime stazioni sciistiche dell'arco alpino a presentarsi sulla scena dell'inverno, sono stati accessibili 12 chilometri di piste da sci, dai 2.500 m del Grostè ai 1.650 m di località Fortini. Gli snowmaker di Funivie hanno gestito molto bene l'abbondante nevicata di venerdì e sono riusciti a garantire un'ottima battitura dei tracciati.

E sono stati in molti a non rinunciare alla prima sciata della stagione e a presentarsi di primo mattino alla partenza della telecabina, comprese numerose scuole di sci già in pista con i propri allievi. Aperti anche i rifugi Boch, Graffer e Stoppani.

Soddisfazione, da parte di Funivie Madonna di Campiglio, per il debutto stagionale. I dettagli da Bruno Felicetti, vicepresidente di Funivie Campiglio, che traccia un bilancio del primo giorni sugli sci: "I primi ingressi sono stati 1.400 e i passaggi 16.000, con una media di 10 corse a testa effettuate da ogni sciatore. Numeri di tutto rispetto".

Da sabato prossimo 23 novembre saranno aperti tutti i giorni piste e impianti del Grostè e anche  dello Spinale. E se il cuore della Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta pulsa già a pieno ritmo, è il 5 dicembre la data fissata per l'apertura di Pinzolo e Folgarida-Marilleva collegamenti compresi.

È stata aperta ora la strada 239  tra Folgarida e Campo Carlo Magno. Chiusa da ieri a causa del maltempo che aveva reso impraticabile con piante cadute e con frane il tratto stradale, grazie al lavoro incessante dei Vigili del fuoco e degli addetti ai lavori coordinati dal Servizio Strade della Provincia autonoma di Trento è stata ripristinata la circolazione. Ricollegata quindi l'alta val Rendena con la Val di Sole. 

Sabato 16 e domenica 17 novembre 2019 si torna a sciare nella SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta Val di Sole Val Rendena. Un meteo particolarmente generoso che ha già regalato delle abbondanti nevicate sia in quota che nel fondovalle consente alla SkiArea più ampia del Trentino di anticipare la stagione e regalare ai tanti appassionati di sport invernali la possibilità di godersi le prime sciate della stagione.

Si partirà dalla zona di Madonna di Campiglio dove saranno accessibili oltre 12 chilometri di piste da sci, che vanno dai 2.500 metri di Cima Grosté ai 1.650 metri della zona Fortini.

Nel weekend, nei giorni di sabato 16 e domenica 17 novembre, Funivie Madonna di Campiglio SpA infatti metterà in moto gli impianti di risalita dalle 08.30 alle 16.30, con orario continuato: saranno in esercizio i due tronchi delle telecabine Grosté, la seggiovia 6 posti ad agganciamento automatico Grosté Express e le seggiovie quadriposto Rododendro Express e Boch Express. Si potrà quindi sciare sulle piste Graffer (n. 60), Corna Rossa (n. 61), Lame (n. 64), Boch (n. 71), Variante Boch (n. 72), Spinale Diretta (n. 73) fino al rifugio Montagnoli, e Fortini (n. 77) oltre alla parte alta dell'Ursus Snowpark - condizioni meteo permettendo. Il rientro a valle è previsto grazie alle piste Spinale Diretta e Fortini.

Per il pranzo o per una pausa ci si potrà fermare invece ai rifugi Stoppani, Graffer, Boch e Montagnoli.

Gli skipass sono acquistabili alle biglietterie Grosté e 5 Laghi dalle 08.00 alle 17.00 (orario continuato). In questo primo finesettimana di neve e sci, gli skipass saranno venduti ad un prezzo promozionale.

Skipass giornaliero:  31 Euro per gli adulti, 22 Euro per gli junior e 16 Euro per bambini fino a 8 anni. 

Skipass bi-giornaliero: 59 Euro per gli adulti, 41 Euro per gli junior e 29 Euro per bambini fino a 8 anni.

Da sabato 23 novembre 2019, poi, a Madonna di Campiglio gli impianti riapriranno per rimanere aperti fino a fine stagione. Seguiranno il 5 dicembre 2019 quelli di Folgarida Marilleva e di Pinzolo.

Gli snowmaker e i mezzi battipista delle tre società della SkiArea – Funivie Folgarida Marilleva SpA, Funivie Madonna di Campiglio SpA e Funivie Pinzolo SpA – stanno lavorando a pieno regime per preparare al meglio gli oltre 150 chilometri di piste collegate sci ai piedi che si sviluppano tra la Val di Sole e la Val Rendena.

Tutte le informazioni relative alle aperture degli impianti e dei tracciati accessibili, alle condizioni meteo e allo stato delle piste oltre che al bollettino neve sono reperibili sul nuovo sito della SkiArea www.ski.it.

È un bianco novembre quello che il meteo sta regalando a Madonna di Campiglio, a Pinzolo e anche alla Val Rendena. La copiosa nevicata in corso da ieri pomeriggio ha portato un bianco paesaggio, da fiaba. A Madonna di Campiglio, in paese, si contano circa 50 cm di neve, mentre sulle piste in quota si arriva ad un metro.

E le Funivie di Madonna di Campiglio hanno ufficializzato il cronoprogramma di apertura: si parte con la zona del Grostè che sarà accessibile agli sciatori il 16 e 17 novembre e quindi il weekend successivo del 23 e 24.

Inoltre, dal 30 novembre in poi, l’intera area di Campiglio sarà fruibile da sciatori, snowboarder e rider. Seguiranno, a partire dal 5 dicembre 2019, le aperture delle aree di Folgarida Marilleva e di Pinzolo.

Grazie alla neve caduta (da tempo non se ne vedeva così tanta a metà novembre) gli addetti delle tre società funivie – Madonna di Campiglio, Pinzolo e Folgarida Marilleva – sono al lavoro a bordo dei mezzi battipista per preparare al meglio gli oltre 150 chilometri di piste sci ai piedi.

La nevicata di metà novembre prelude dunque a una celere apertura di tutta la Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta: oltre 150 km di piste (108 tracciati, 58 impianti di risalita, 4 snowpark) circondati dalla straordinaria bellezza delle Dolomiti di Brenta-Patrimonio dell’Umanità e dell’Adamello-Presanella.

More Articles ...