25
Tue, Jun

Top Stories

Ammonta a 209 mila euro il finanziamento concesso dalla Giunta provinciale, sul fondo sviluppo locale, per i lavori di sistemazione delle facciate e delle pavimentazioni esterne dell’Auditorium di Storo, secondo un progetto presentato dall'amministrazione comunale, che era stato ammesso al finanziamento lo scorso 19 aprile. Il contributo, in conto capitale, è pari al 95% della spesa ammessa. L’intervento è stato ritenuto rilevante per lo sviluppo sociale e culturale del territorio locale. «Siamo molto soddisfatti di questa notizia: è un importante passo avanti verso l'apertura dell'auditorium» ha commentato il sindaco Luca Turinelli. «Nel frattempo alcuni interventi sono già stati appaltati con risorse comunali per portare avanti i lavori, ma rimane fondamentale il sostegno economico provinciale che ci consentirà di liberare risorse a bilancio per altri progetti. La delibera riconosce l’importanza di completare un edificio ormai fermo da troppi anni, nell'interesse non solo dei cittadini del comune di Storo ma di tutta Valle del Chiese. La decisione presa dalla Giunta Provinciale guidata dal presidente Fugatti, ha confermato un finanziamento stabilito dall’ex governatore Ugo Rossi. Confermando così che attorno ai valori che contano e alle opere importanti si è tutti uniti nell'interesse esclusivo della comunità».

Sulle Ali della Libertà! è uno spazio aperto, senza etichette, dove le persone possono incontrarsi ed esprimere le proprie passioni e peculiarità, nella consapevolezza che la diversità non è solo bella, è necessaria! E questa bellezza può fiorire solo sul fertile terreno della libertà. Purtroppo qualcuno crede che questa dia il diritto di poter fare del male a propria discrezione e senza conseguenze. Non noi che ci ricordiamo bene la devastazione e la sofferenza che questa illusione ha causato, per evitare le quali sono state redatte la Costituzione e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani che urlano, a monito per il futuro, quale siamo noi tutti: RESTIAMO UMANI!

Saremo quindi anche quest’anno all’Idroland di Baitoni, sulle rive del lago d’Idro, il 25 aprile, dalle 8.30 alle 18.30, con musica dal vivo, esposizioni ed estemporanee d’arte, bancarelle di associazioni, onlus e del Consultorio Nodi che sarà felice di mostrare come sono stati utilizzati i soldi devoluti la scorsa edizione. Sarà poi possibile fare tante attività: volare col parapendio (dalle 8.30, consigliata la prenotazione telefonando dopo le 14.00 al 338/7526966), la Passeggiata della Pace (partenza alle 8.30, durata 3 ore), Yoga (dalle 10.00 alle 11.00), Le maschere nelle varie culture (dalle 10.00 alle 12.00, laboratorio per un massimo di 20 bambini sopra i sei anni), massaggi Ohashiatsu, Reiki, Clown Family, laboratorio di aquiloni… Insomma, ce n’è per tutti i gusti e le età perché la libertà non ha target!

Il pranzo prevede polenta macafana, verza, dolce, vino, acqua e caffè a 12,00 euro, solo su prenotazione in loco, fino a esaurimento posti, entro le 11.00. 

Continua poi la collaborazione con la CoGeSS Valle Sabbia, cooperativa sociale che desidera innovare il pensiero, i progetti ed i servizi a favore delle persone con disabilità, che con i ragazzi del servizio Labis gestiranno il punto ristoro.

Anche quest’anno sarà conferito il premio Luca Kerschbamer, dedicato alla creatività, alla sperimentazione artistica, alla ricerca d'espressione personale che va al di là dei canoni prestabiliti.

Dulcis in fundo, le offerte di questa edizione saranno devolute all’associazione Il Faro dell’OPERAZIONE MATO GROSSO per contribuire al ripristino del magazzino dell’usato di Condino dopo l’incendio che l’ha colpito in inverno. 

Quindi portate la voglia di informarvi, di divertirvi, di trovare spunti e stimoli, di stare insieme facendo ognuno il proprio pezzetto, e un buon vestiario perché vorrete restare fino alla fine!

Ringraziamo fin da ora tutte le persone, associazioni e attività commerciali che, partecipando gratuitamente, fan sì non solo che la manifestazione abbia luogo ma anche che le offerte, tolte le spese inevitabili, siano più incisive! 

Come sempre, la Libertà è Partecipazione!

 

Per info:

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

FB Sulle Ali della Libertà!

La Stazione Carabinieri di Storo, dipendente dalla Compagnia di Riva del Garda, nel corso di servizi di controllo del territorio coordinati dal Comando Provinciale di Trento per la prevenzione e la repressione dei reati in genere, con l’ausilio delle vicine Stazioni della Val di Ledro e del Chiese, hanno effettuato una serie di controlli in occasione del “52° Gran Carnevale di Storo”, elevando diverse contravvenzioni amministrative e segnalando parecchi giovani per uso di sostanza stupefacente.

I controlli hanno interessato tutte le giornate della manifestazione, a partire dal 2 marzo con una serie di servizi di Ordine Pubblico, soprattutto per la serate clou avvenute questo sabato ed il precedente, che hanno visto una forte partecipazione di giovani anche da fuori provincia. I controlli sono stati intensificati con militari che si sono dedicati alle consuete problematiche che si verificano in occasione di questi grandi eventi, come l’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso di alcool. Quest’anno è stata impiegata anche una unità cinofila antidroga proveniente da Laives e facente parte del Comando Provinciale Carabinieri di Bolzano che ha coadiuvato i locali Carabinieri nelle attività di controllo e ricerca degli stupefacenti.

I primi controlli sono scattati il sabato sera, quando la festa è entrata nel vivo e subito sono stati intercettati alcuni giovani che in gruppo si dirigevano verso la struttura dove era stata predisposta la musica. Nel complesso sono stati 8 i positivi al controllo per il possesso di sostanze stupefacenti, hashish e marijuana, 18 i grammi sequestrati. Sono tutti giovani tra i 18 ed i 28 anni, sia del posto che dalle zone vicine, in particolare del bresciano,  In tema di alcool sono stati invece contravvenzionati 4 soggetti per ubriachezza.

I controlli alla circolazione stradale sono stati effettuati con il prezioso contributo della Polizia Locale che ha provveduto in particolare alla verifica dello stato di ebbrezza alla guida di veicoli. In tutto sono state controllate 47 persone e 22 mezzi.

Nel complesso tutti i servizi hanno consentito il regolare svolgimento della manifestazione che anche quest’anno ha richiamato migliaia di persone anche da fuori regione e il coordinamento tra i Carabinieri, il Comune, il Sindaco in prima persona, la Polizia Locale e i volontari, tra cui la Proloco e la Sezione di Storo dell’Anc (associazione Nazionale Carabinieri in Congedo).

Lunedì 18 marzo, a partire dalle ore 20.30, la sede della Croce rossa italiana - Gruppo Valle del Chiese aprirà le sue porte alla popolazione locale.

Obiettivo dell'incontro, presentare l'associazione e raccogliere iscritti per il nuovo corso base in partenza tra poche settimane.

Con lo scopo di coinvolgere e interessare sempre più persone, durante la serata si parlerà non solo dell'importanza del volontariato e delle molteplici attività proposte da Croce rossa, ma si potrà anche avere un assaggio delle utili nozioni sanitarie fornite dal corso.

Accanto alla consueta presentazione dell'associazione, verrà infatti proposto un percorso a stazioni all'interno del quale dimostrazioni di Basic Life Support (tecniche di riabilitazione cardio-polmonare), ambulanze, clown e truccatori di Croce rossa saranno protagonisti assoluti.

Attraverso un format innovativo, il piccolo gruppo della Valle del Chiese conta di potersi popolare nel 2019 di nuovi volontari, giovani, uomini e donne pronti a mettere a disposizione i loro talenti e le loro attitudini per il bene comune.

Tante sono le possibilità offerte dall'associazione a queste persone: autisti, soccorritori e operatori sociali non bastano mai e completano una lunga lista di ruoli e professionalità che la Croce rossa ricerca con attenzione per svolgere al meglio le sue attività in Italia e nel mondo.

Con un'utile serata informativa e, perché no, la promessa di un'esperienza di volontariato unica e stimolante, la Croce rossa italiana - Gruppo Valle del Chiese dà appuntamento a curiosi, interessati e aspiranti volontari a Condino (Borgo Chiese), lunedì 18 marzo, alle ore 20 e 30, in Via Roma 42.

Mercoledì 6 febbraio presso la sala riunioni della biblioteca comunale di Borgo Chiese si è tenuta la presentazione del progetto del XXI volume del Dizionario toponomastico trentino, Ricerca geografica, dedicato al territorio degli ex comuni di Brione, Cimego e Condino (ora Borgo Chiese) e Castel Condino, a cura della dott.ssa Lydia Flöss, responsabile della collana. Il volume, la cui uscita è prevista per il 2020, conterrà quasi 2500 toponimi, frutto delle ricerche effettuate da Donatella Simoni (per Brione), Osvalda Delaiti (per Castel Condino), Maria Carla Giradini (per Cimego e Ivo Butterini (per Condino). L’elenco dei nomi raccolti e le carte topografiche con la loro collocazione sono disponibili per la consultazione presso la biblioteca di Borgo Chiese fino alla fine di marzo. Si invitano tutti gli interessati a prenderne visione e ad avanzare eventuali aggiunte, correzioni o integrazioni in vista della pubblicazione definitiva. Copia del materiale sarà disponibile anche presso i municipi degli ex comuni di Brione e Cimego.

Alcuni dei ricercatori hanno dato la loro disponibilità ad essere presenti presso la biblioteca nelle giornate di lunedì 11, 18 e 25 febbraio e 18 e 25 marzo dalle 17.00 alle 18.00 per suggerimenti, curiosità, chiarimenti e ricordi

A fuoco questa notte un capannone industriale usato come magazzino dall'associazione Mato Grosso. 

Spaventoso incidente nella nuova galleria tra Cologna e Pieve di Bono. Un veicolo per cause ancora da chiarire avrebbe invaso la corsia opposta proprio mentre transitava un altro veicolo. Inevitabile l'impatto che si è rivelato molto violento. Sul posto sono arrivati prontamente le ambulanze, i vigili del fuoco di Pieve di Bono e la Polizia locale Valle del Chiese  e i carabinieri per ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

Feriti in modo grave i conducenti, di 30 e 45 anni, entrambi della Valle del Chiese, trasportati in eliambulanza all'ospedale Santa Chiara di Trento.

 

 

L’amministrazione comunale di Pieve di Bono-Prezzo, tramite un apposito avviso, ha reso noto che intende procedere alla locazione dell’appartamento di proprietà comunale sito in Via Diaz a Prezzo (p.ed. 94 C.C. Prezzo, sub 4, fogliio 6, zona censuaria 2, categoria A/2, superficie mq 137), disponibile immediatamente. L’appartamento viene affittato non ammobiliato ed è composto da soggiorno-cucina, due stanze, bagno, disimpegno, ripostiglio e per ½ locale caldaia e giro scale. Il canone di locazione a base di gara è fissato in € 27,00 mensili, rivalutabili automaticamente annualmente secondo il 100% dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rilevo nel mese di novembre. Le richieste di locazione con l’indicazione del canone offerto, che può essere soltanto al rialzo rispetto al canone base, dovranno pervenire al Comune di Pieve di Bono-Prezzo entro le ore 12:00 del giorno 11.02.2019. I soggetti che avanzeranno domanda dovranno dichiarare di aver visionato l’appartamento il cui appuntamento può essere fissato telefonando al Servizio Tecnico comunale al numero 0465674001.

 

"Un successo oltre ogni aspettativa". Si può riassumere così il concorso indetto dalla Banda Musicale di Pieve di Bono, presieduta da Matteo Penasa, in merito ai disegni realizzati dagli alunni di terza e quarta elementare dell'Istituto Comprensivo del Chiese di Pieve di Bono-Prezzo sulla storia dei Musicanti di Brema. 

Nell'ambito del progetto di monitoraggio sperimentale dei siti freddi (una collaborazione che vede l'Associazione Meteo Triveneto insieme ad enti quali Meteotrentino, il CNR/Isac, il Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino) da alcuni anni viene monitorato il sito freddo di Avalina, posto a quota 1964 metri nel Comune di Sella Giudicarie (Roncone –Trento).