16
Sat, Feb

Come di consueto il Servizio Foreste e Fauna della Pat ha emesso il proprio resoconto sull'andamento dei grandi carnivori nell'ultimo periodo. I mesi di dicembre e gennaio hanno registrato il rallentamento pressoché totale delle attività da parte degli orsi. Gli ultimi dati di attività risalgono alla fine di dicembre (bassa valle dei Laghi). I plantigradi sulle Alpi trascorrono il cuore dell’inverno in tana, in stato di letargìa o, in rari casi, effettuando spostamenti molto limitati.I lupi sono stati invece segnalati regolarmente a volte anche nelle immediate vicinanze di centri abitati (es. in alta val di Fassa ed in alta val di Non). Ciò avviene prevalentemente di notte e può comprensibilmente preoccupare parte della popolazione. L’Amministrazione ha disposto, come è noto, il coinvolgimento delle autorità di pubblica sicurezza ed un’intensificazione del monitoraggio e del presidio, nonchè il raccordo costante con il Ministero dell’Ambiente.Per quanto riguarda infine la lince il monitoraggio condotto nelle montagne della val d’Ampola (tra il basso Chiese e la val di Ledro) dal personale forestale di zona coadiuvato anche da qualche volontario, ha consentito di fotografare ancora una volta l’esemplare B132, di quasi 13 anni di età, 11 dei quali trascorsi in Trentino. In particolare le immagini risalgono all’11 gennaio e sono state riprese in val Lorina. Rimane al momento l’unico esemplare del quale vi è certezza in provincia.

Sette Polente per...... migliaia di appassionati. Torna domenica 8 ottobre a Storo, nella Valle del Chiese, la sfida all'ultimo colpo di trisa tra nove gruppi di polenter di quest'angolo di Trentino, posto al confine con Brescia tra il Lago d'Idro e le Dolomiti di Brenta, pronti a sfidarsi cucinando in varie declinazioni la famosa Farina Gialla - definita l'Oro Rosso di Storo per la particolare colorazione del mais dalla quale viene ricavata - nell'intento di vincere La Ramina d'Oro del Terzo Festival della Polenta messa in palio dagli organizzatori della Pro Loco di Storo M2.