12
Wed, Aug

UIL Trentino su focolaio Coronavirus Rovereto: “Si intervenga su tutto il personale in modo radicale. Sono 260 le persone coinvolte, non 60 come affermato da Ferro (ASPP)”

In Trentino
Typography

Focolaio Coronavirus Polo Logistico a Rovereto: si intervenga su tutto il personale in modo radicale ed estensivo. Sono 260 le persone coinvolte e non 60 come affermato da Ferro (Aspp).

La Uil, il sindacato dei cittadini, chiede un intervento estensivo per tutto il personale che gravita sul Centro Logistico di Rovereto. Oltre ai 60 lavoratori della Bartolini che, a quanto affermato da Ferro saranno sottoposti oggi a tampone, dovrebbero essere coinvolti anche il centinaio di facchini della STL, collocata al piano terra dello stesso stabilimento e il centinaio di “padroncini” che si servono degli uffici e dei magazzini di carico scarico dei furgoni e camion dei corrieri.

Per Alotti, Segretario generale della Uil del Trentino, la situazione purtroppo non è assolutamente sotto controllo ed un intervento, lento  e parziale, come quello programmato per oggi dal capo del Dipartimento Prevenzione dell’ASPP Ferro, potrebbe far sfuggire di mano la situazione, come già accaduto in altri centri logistici d’Italia.

Si mantenga alta la guardia, ma la mantenga per prima l’ASPP ed il Dirigente sanitario Ferro, pensando al presente e ai focolai già in essere, polo logistico di Rovereto in primis, senza rimandare all’autunno quanto può essere già effettuato oggi, o peggio ancora, poteva essere stato fatto già nei giorni e settimane scorse.

 

*

Walter Alotti

Segretario Generale Uil Trentino