27
Mon, Sep

Depuratori e collettori, nuovi investimenti per quasi 9 milioni di euro di cui 1,7 milioni per Giustino

In Trentino
Typography

Nuovi accantonamenti di risorse per potenziare ulteriormente gli interventi nelle opere igienico sanitarie in tutto il Trentino, dai depuratori agli impianti fognari sul territorio. L’aggiornamento del documento di programmazione settoriale 2021-2023 del Dipartimento infrastrutture-Agenzia per la depurazione, approvato dalla Giunta provinciale con delibera proposta del presidente della Provincia, comporta uno stanziamento complessivo di circa 8,6 milioni di euro. Tra questi figurano 4 milioni di euro destinati all’integrazione del quadro economico generale del progetto del depuratore di Trento 3. Ma nell’aggiornamento sono incluse anche le integrazioni per gli interventi sugli impianti depurativi di Avio, Mezzana e Giustino e per il collegamento dell’abitato di Bieno con la rete delle acque nere di Villa Agnedo.

 

 

L’aggiornamento riguarda la sezione I del documento di programmazione, relativa agli investimenti nel settore della depurazione. Il costo totale tra investimenti nuovi e in corso di esecuzione ammonta a 141,7 milioni.

Nel dettaglio, riguardo al depuratore Trento 3 in corso di realizzazione in località Acquaviva, le risorse integrative sono funzionali all’esecuzione di alcune opere complementari previste e necessarie per dare avvio alla depurazione. La realizzazione della nuova stazione di pompaggio di Mattarello, che sostituirà l’attuale impianto, risulta necessaria per consentire il collegamento delle rete fognaria della parte sud di Trento verso il nuovo depuratore. Si rendono inoltre necessari alcuni interventi manutentivi delle dorsali di fognatura posate sotto la tangenziale di Trento sud.

Per gli altri interventi, 0,8 milioni di euro sono destinati all’integrazione della spesa prevista per l’ampliamento ed il rifacimento della filiera depurativa esistente di Avio. La somma di 1,2 milioni di euro è destinata ad integrare la spesa prevista per il potenziamento del depuratore di Mezzana, mentre 1,7 milioni sono destinati ad alcuni interventi propedeutici per il potenziamento del depuratore di Giustino, nella prossima previsione di scaricare il depuratore di Madonna di Campiglio. Infine, 0,3 milioni di euro sono destinati alla realizzazione del collettore per il collegamento dell’abitato di Bieno alla rete di Villa Agnedo e la conseguente dismissione della fossa Imhoff.

Rimane invariata la sezione II del piano, dedicata all’impiantistica per impianti di rifiuti e la bonifica delle discariche.