14
Sun, Jul

Geas spa in continua espansione: entra in compagine sociale il comune di Ledro. e per il 2023 il budget raddoppia

Giudicarie
Typography
 
 
Nella giornata di giovedì 15 dicembre 2022, davanti a notaio, è stata ufficializzata l’entrata del Comune di Ledro nella compagine sociale di Geas Spa (Giudicarie Energia Acqua e Servizi) con sede a Tione di Trento. Con la seduta di data 29 settembre 2022, il consiglio comunale di Ledro aveva approvato l’ingresso nella società giudicariese. Un iter che aveva richiesto diversi mesi per gli adempimenti formali e le opportune verifiche da parte degli enti competenti. Ieri la firma dell’atto che sancisce formalmente l’entrata in compagine con una partecipazione in euro di 11.436,00 €, pari al 1% del capitale sociale.
 
Fino ad ora Geas Spa aveva potuto offrire al comune ledrense solamente attività esterne al regime “in house”. Con l’annovero in società, il raggio d’azione sarà a 360 gradi e anche questo territorio potrà usufruire della qualità del supporto tecnico e amministrativo dei numerosi servizi proposti alle amministrazioni pubbliche, a partire dalla gestione degli acquedotti e degli impianti termici.
 
Il comune di Ledro va ad aggiungersi ai 30 comuni che insieme alla Comunità di Valle delle Giudicarie, Consorzio BIM del Sarca, Consorzio BIM del Chiese, e Azienda Servizi Municipalizzati di Tione di Trento ed Azienda Consortile delle Terme di Comano, formano la compagine sociale di Geas spa. All’orizzonte però, vi è già una new entry: al termine del periodo legale per i soci di esercitare il proprio diritto di prelazione sulle quote azionarie, è prevista infatti per gennaio, l’entrata in società del comune di Spormaggiore. Questo porterà Geas Spa a vantare la rappresentatività anche di tutti i comuni dell’area “Altopiano della Paganella”, una rappresentatività, sempre più larga e potenziata che sancisce un riconoscimento unanime ed indiscutibile della qualità dei servizi offerti.
 
 
Nella serata di giovedì inoltre, si è tenuta presso la sede di Tione, l’assemblea dei soci. Il presidente ing. Valter Paoli esprime grande soddisfazione per l’andamento ed i risultati della società, snocciolando come primo dato, un significativo aumento del budget 2023 rispetto all’anno in corso: si parla di 4 milioni di euro a fronte del budget 2022 stimato in 2 milioni 680 mila euro. Anche la prospettiva per il 2024 si attesta sui valori 2023, ma senza contare - spiega il presidente - i 140milioni di interventi richiesti con due bandi presentati dalla società, sul PNRR e sul bando statale “CI.S. Contratto Istituzionale di Sviluppo Acqua bene comune”. Un’operazione che, se andasse a buon fine, permetterebbe alla società un salto di quantità e di qualità sostanziale. In verità, il vero obiettivo era dare forza e possibilità anche alle piccole realtà di partecipare all’opportunità del PNRR, facendo arrivare risorse sul territorio per migliorare il servizio di acquedotto e nello specifico, la digitalizzazione della rete e la riduzione delle perdite idriche, servizio sul quale, come si è potuto riscontrare durante l’estate scorsa, è fondamentale investire. Le domande - ben 27 i progetti preliminari presentati da Geas spa per i comuni - sono state caricate entro il 30 ottobre ed ora si attendendo i responsi che dovrebbero arrivare con l’anno nuovo.
 

 

Nell’attesa, la famiglia Geas spa si allarga e non solo grazie ai nuovi soci. E’ stato bandito infatti, anche un nuovo concorso per l’assunzione di una figura tecnica che andrà ad incrementare il personale della società che, va sottolineato, in cinque anni è cresciuto di quattro unità. “C’è una crescente necessità di potersi avvalere di altre figure professionali - spiega il presidente Paoli - a fronte di questa virtuosa evoluzione che vede la società in una continua espansione che consolida la nostra attività e la credibilità nei confronti dei nostri soci”.