10
Tue, Dec

Ancora chiusa la SS 421 tra Stenico e Molveno. Fugatti: «Massimo impegno per riaprirla nel più breve tempo possibile. Troveremo le risorse per cominciare anche gli interventi strutturali»

Esteriori
Typography

Statale 421, Fugatti:” Massimo impegno per la riapertura a breve, in sicurezza. Nel prossimo bilancio risorse per interventi strutturali”

Massimo impegno da parte degli uffici provinciali per riaprire nel più breve tempo possibile, e nella massima sicurezza, la statale 421 dei Laghi di Molveno e Tenno, attualmente ancora chiusa tra S. Lorenzo in Banale e Molveno a seguito di una frana: questo impegno è stato ribadito questo pomeriggio dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti agli amministratori comunali di San Lorenzo Dorsino, il sindaco Albino Dellaidotti e il vicesindaco Rudi Margonari, di Molveno, il sindaco Luigi Nicolussi, e della Comunità delle Giudicarie, l’assessore Walter Ferrazza. “Nel prossimo bilancio – ha aggiunto il presidente Fugatti – ci saranno anche le risorse per cominciare gli interventi strutturali di sistemazione di quella strada, che sono attesi da tempo”. Annunciata anche la previsione di riaprire domani la strada tra Andalo e Fai della Paganella.

All’incontro, che si è svolto presso il palazzo della Regione a Trento, hanno partecipato anche il vicepresidente Mario Tonina, l’assessore Roberto Failoni e i dirigenti provinciali Stefano De Vigili, dirigente del Dipartimento Infrastrutture e trasporti e Luciano Martorano, dirigente dell’Agenzia provinciale per le opere pubbliche.

“Siamo consapevoli – ha detto il presidente Fugatti – del disagio che sta vivendo la comunità locale e il nostro impegno è rivolto a risolvere quanto prima il problema della chiusura della statale 421. Siamo anche consapevoli che, con la situazione climatica attuale, situazioni come questa potranno ripetersi e quindi è fondamentale programmare interventi risolutivi. Per questo avevamo già previsto e confermiamo l’inserimento di risorse nel prossimo bilancio provinciale per sistemare quella strada”.

“E’ fondamentale ed è una nostra responsabilità – ha sottolineato l’ingegner De Vigili – che sia garantita la sicurezza di chi transita sulle strade”.

Attualmente sulla statale 421 si sta lavorando, con l’ausilio di una azienda privata, per risolvere il problema della frana e rimuovere il materiale. L’obbiettivo è concludere l’intervento in tempo per il ponte dell’Immacolata, anche in considerazione della valenza turistica di quella via di comunicazione.

Nel prossimo bilancio provinciale, è stato quindi confermato, saranno previste le risorse necessarie per cominciare, per lotti, la sistemazione strutturale della strada, comprese le rettifiche del percorso. Nella fase progettuale continuerà il confronto con le amministrazioni locali, soprattutto per definire la priorità degli interventi.