24
Tue, Nov

“E' stato un gesto di responsabilità, non una mancanza di rispetto”. Le parole di Fabio Zambotti riguardo il rinvio del Consiglio comunale

Comano Terme
Typography

 

Un gesto non di irresponsabilità, come ho visto mi si accusa dalla minoranza, o di mancanza di rispetto per il Consiglio comunale. Al contrario il consiglio era fissato ma la situazione non consentiva di tenerlo nella massima sicurezza. E' al contrario un gesto di responsabilità in questo periodo storico rinviarlo. Sarà quindi lunedì 3 novembre in modalità virtuale”.

 

Queste le parole di Fabio Zambotti, sindaco di Comano Terme, sul giornale L'Adige questa mattina. Zambotti chiarisce le motivazioni per cui non è stato possibile tenere il Consiglio comunale previsto per lo scorso martedì 27 ottobre. All'ora stabilita erano presenti in totale solamente 7 Consiglieri, numero non sufficiente per tenere la seduta.

 

Sembra che la sera in questione i membri mancanti avessero la febbre, tra questi lo stesso sindaco Zambotti e il vicesindaco Onorati: la decisione di non partecipare sarebbe quindi stata una precauzione necessaria, specialmente nel contesto dell'attuale emergenza sanitaria, non un gesto irresponsabile o irrispettoso.

 

Al momento sia il Sindaco che il Vicesindaco sono presso il proprio domicilio in condizioni di miglioramento.