17
Sat, Apr

Nasce Borgo Vivo, un nuovo inizio per il turismo del Banale: consentirà l'ingresso nell'Apt Dolomiti Paganella

San Lorenzo Dorsino
Typography

 

SAN LORENZO DORSINO. È nato Borgo Vivo, il nuovo consorzio turistico del Banale, funzionale all’ingresso nell’Azienda per il Turismo della Paganella.

 

30 marzo 2021. Una data che, da quest’anno, entra a pieno titolo negli annali di San Lorenzo Dorsino. È la data di nascita del nuovo consorzio turistico del comune ai piedi delle Dolomiti di Brenta.

Un traguardo importante e atteso da tutto il Banale, che arriva a conclusione di un lungo percorso di condivisione e ascolto con l’intero territorio, i suoi operatori economico-turistici e l’Amministrazione comunale. Un lavoro partito all’indomani dell’approvazione, l’estate scorsa, della Riforma del Turismo voluta dall’Assessore provinciale Roberto Failoni che ridefiniva gli ambiti turistici con l’armonizzazione di alcune Aziende per il Turismo, e che si concluderà, tra qualche mese, con l’ingresso nell’Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella. La costituzione del Consorzio era infatti la condizione necessaria per aggregarsi all’ApT della Paganella, la cui base sociale è rappresentata da Consorzi e Comuni.

A sancire questo nuovo inizio l’atto notarile sottoscritto dai membri del Consiglio di Amministrazione, espressione delle principali categorie turistiche. Ne fanno parte, per questo primo triennio, Alberto Bosetti, Davide Mattioli, Fabrizia Orlandi e Francesca Senti per gli hotel, Roberto Cornella per la montagna, Maria Elena Positello per i ristoranti e Samuele Aldrighetti per le Associazioni. Come primo Presidente è stato nominato, all’unanimità, Alberto Bosetti, già consigliere dell’ApT Terme di Comano.

 

 

Borgo Vivo è il nome scelto per il nuovo Consorzio. Un nome certamente non casuale, che racchiude la volontà di San Lorenzo Dorsino di essere borgo vitale, comunitario, che vuole mettere al centro le persone che qui vivono, operano e vi arrivano per la loro vacanza.

In tal senso il Consorzio Borgo Vivo si candida, con convinzione e consapevolezza, ad essere regista di un nuovo sviluppo turistico ed economico per San Lorenzo Dorsino, che passerà per quelle particolarità e caratteristiche di prodotto che hanno consentito a questo territorio un’importante crescita negli ultimi anni.

Prima di tutto voglio esprimere il mio grazie a tutta la Comunità di San Lorenzo Dorsino e all’Amministrazione Comunale per aver creduto e appoggiato questo nuovo progetto. Un grazie va anche all’Azienda per il Turismo Terme di Comano per aver valorizzato al meglio, in questi anni, le potenzialità di San Lorenzo Dorsino, facendo emergere quei valori che, soprattutto oggi, sono ricercati e apprezzati dai turisti. Mi riferisco alla ruralità, all’autenticità, alla sostenibilità, alla biodiversità, alla qualità dell’accoglienza e delle esperienze. Valori che derivano, prima di tutto, dal nostro essere borgo rurale e comunità ai piedi delle Dolomiti, nella natura protetta del Parco Naturale Adamello Brenta. Sono valori importanti, emersi anche nel recente piano strategico che San Lorenzo Dorsino ha elaborato in collaborazione con un’importante agenzia di sviluppo. Li portiamo orgogliosamente in dote all’ApT Paganella Dolomiti, perché crediamo saranno sempre più prioritari e discriminanti nella scelta della destinazione di vacanza. Ringrazio anche l’ApT della Paganella che in questi mesi ci ha supportato nelle nostre valutazioni e scelte. Siamo consapevoli che questo non è altro che la prima tappa di un percorso che, siamo convinti, saprà regalarci importanti soddisfazioni”.

Sono queste le prima parole da Presidente Alberto Bosetti. Suggellano l’inizio di una nuova fase di sviluppo turistico per tutto il territorio e la comunità del Banale.

30 marzo 2021, una data che farà la storia di tutto il territorio di San Lorenzo Dorsino.