30
Fri, Oct

Castel Stenico apre le porte in occasione delle Giornate del Patrimonio: ingresso gratuito sabato e domenica

Stenico
Typography

 

Un'occasione da saper cogliere al volo: sabato 26 e domenica 27 settembre Castel Stenico sarà aperto gratuitamente al pubblico. Proprio in occasione delle due Giornate Europee del Patrimonio, infatti, il maniero sarà visitabile, all'insegna della tutela e promozione dell'eredità storica e artistica locale.

 

L'importanza di Castel Stenico nella cultura delle Giudicarie, Esteriori e Interiori, è fondamentale, ma spesso non nota o data per scontata: il castello è stato per secoli sede del funzionario e giudice delegato del Principe Vescovo di Trento. Sotto l'amministrazione giudiziaria, economica e politica della Chiesa, situato in un punto strategico, il castello permetteva il controllo stretto su tutta la vallata circostante e sul passaggio del Durone verso le Giudicarie Interiori.

E' una fortezza altomedievale, dall'aspetto particolarmente severo e imponente dall'esterno, raffinato ed elegante all'interno, con affreschi, dipinti, mobili raffinati ed utensili di utilizzo quotidiano, in rame e in legno.

A livello storico, è diventato proprietà dei Principi Vescovi a partire dal XIII secolo, che lo hanno ampliato ed arricchito; da fine Ottocento il dominio austro-ungarico; il demanio italiano e l'utilizzo come Pretura prima, e sede dei carabinieri poi; recentemente, dal 1973, restaurato dalla Provincia, aperto al pubblico. Infine, ad oggi sede della Biosfera dell'Unesco per quanto riguarda le Alpi Ledrensi e Giudicarie e parte del circuito di esposizioni museali del Buonconsiglio di Trento.

 

Ed è infatti in linea con la decisione del Castello del Buonconsiglio, e delle altre sedi distaccate di castel Thun, Caldes e Beseno, che anche Castel Stenico aderisce all'apertura di questo fine settimana. Verrà proposto Labirinti di pietra“, una sorta di caccia all’indizio per indagare, tappa dopo tappa, ambienti e aspetti del castello e del suo patrimonio culturale. L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, 3,00 euro per il kit di Labirinti di Pietra. La prenotazione obbligatoria da farsi on line sul sito del museo o telefonicamente allo 0461 49281.

 

Un'occasione, di nuovo, da saper cogliere al volo. Nelle vicinanze del castello ci sono, per chi interessato, anche i percorsi di BAS, Bosco Arte Stenico, e le cascate del Rio Bianco: una passeggiata nel verde con vista sulla vallata, tra spruzzi d'acqua e opere d'arte naturali. Infine, ugualmente degne di nota, nelle stesse giornate, anche le iniziative alle vicine Palafitte di Fiavè.