20
Wed, Nov

Ciao Vigilio. C’è una comunità che piange per la perdita di una persona straordinaria

Caderzone Terme
Typography

T’avevo incontrato l’ultima volta lì nella piana verde di Caderzone, che da sindaco salvasti dall’assalto della speculazione edilizia, mentre parlavi alla tua cavalla. Le avevi acquistato un’altra bestia, per farle compagnia; mi spiegasti quanto erano sensibili e intelligenti quei tuoi animali, mi confidasti del rapporto di affetto e di amicizia che ti legava a loro e del conforto che ti davano, del piacere che provavi nel cavalcarli.…La notizia della tua scomparsa mi ha colto impreparato, sconsolato; di qui tanta sofferenza e un grande vuoto dentro, mi mancherai. Siamo stati amici e ci siamo sempre stimati fin da ragazzi, dai tempi degli studi a Rovereto quando ci confrontavamo sui campi di calcio da avversari leali: battaglie infuocate per il primato tra il Cosis dei Salesiani, dove tu militavi da difensore, e l’ Aurora di Borgo Sacco dove giocavo da punta… e poi quanti ricordi - a scuola, in municipio, interviste per i giornali… -- lunghi una vita intera… Quanti consigli ci siamo scambiati, e quante considerazioni sui problemi più diversi, eravamo diventati un punto di riferimento l’uno dell’altro. Ora  un’intera comunità ti piange, piange la perdita di un suo figlio, di una persona straordinaria, di un uomo di cultura e di governo, di profonde conoscenze e di raro equilibrio, di un Maestro, che ha voluto bene ai suoi alunni, ai suoi colleghi, alla sua terra, alla sua gente e alla sua famiglia… cui tanto affetto sarà di conforto. Alla signora Manuela e ai sui famigliari che voglio stringere in un abbraccio fraterno invio i sensi più vivi del mio cordoglio. 

Giuseppe Ciaghi