25
Mon, May

In un gruppo tornato da Madonna di Campiglio a Messina aumentano i contagiati da coronavirus. Non si erano messi in quarantena

Campiglio
Typography

«Mentre a Messina si scatena la caccia all’untore e circolano chat con FALSI ELENCHI dei partecipanti all’ormai tristemente nota settimana bianca in Trentino a Mdonna di Campiglio, c’è un altro “sciatore” risultato positivo al coronavirus». Questo quanto si legge su un giornale locale del messinese. «E’ un medico del Policlinico, lo stesso che la settimana scorsa andava al centro diagnostico di Santa Teresa di Riva, chiuso questa mattina (e con dipendenti e pazienti da adesso in quarantena)». 

Il medico va ad aggiungersi all’altro paziente ricoverato al Papardo, mentre si attende l’esito di altri 3 tamponi su componenti del gruppo andato a sciare a fine febbraio e rientrato il 7 marzo. Si tratta di un gruppo di liberi professionisti ed imprenditori dei quali però, a quanto pare, solo in pochi hanno ritenuto corretto di autodenunciarsi ed andare in isolamento dal 7 marzo, così come invece previsto dal decreto Conte (oltre che dal buon senso). Il fatto che tra questi sciatori incoscienti ci siano medici preoccupa enormemente per le GRAVISSIME conseguenze che ci saranno. Nei giorni successivi al rientro infatti hanno continuato ad avere contatti sia con pazienti che con colleghi.

Del caso si è occupato anche il sindaco di Messina: «La situazione è più grave del previsto.  Sono già 115 i nominativi dei messinesi che hanno soggiornato in tre strutture alberghiere di Madonna di CAMPIGLIO dal 29 febbraio al 7 marzo per la settimana bianca. Siamo in attesa di altri dati richiesti alla questura di TRENTO per coloro che hanno soggiornato in B & B o chalet perché il numero dovrebbe essere di circa 140 nominativi. Ho già avvisato la Prefettura e l’ASP della gravità della situazione.»