10
Tue, Dec

«SIC TRANSIT GLORIA MUNDI» apre a Storo la Stagione di Prosa “Giudicarie a Teatro”

Storo
Typography

“Sic transit gloria mundi” non è solo frase latina che, secondo il rito ecclesiastico tradizionale, il cerimoniere ripete tre volte davanti al pontefice neoeletto all’uscita dal Conclave, è anche il titolo dello spettacolo che sabato 16 novembre aprirà a Storo, al Teatro Oratorio Parrocchiale, la Stagione di prosa promossa nelle Giudicarie dalla Comunità di Valle e dal Coordinamento Teatrale Trentino.

«SIC TRANSIT GLORIA MUNDI – E se il prossimo papa fosse donna» è un monologo divertente, intelligente e fantasioso che affronta, partendo dalla vicenda completamente inventata di Papa Elisabetta I, la prima donna a salire sul soglio pontificio, il tema del maschilismo del mondo occidentale. Attraverso una insolita prospettiva, ovvero la storia della Chiesa cattolica, si rilegge il ruolo e la funzione della donna in tutta la storia occidentale. Si ride molto e si pensa altrettanto, soprattutto alla violenza, all’esclusione e alla discriminazione a cui la donna è stata sottoposta fin dai tempi di Eva. 

Il testo dello spettacolo è di Alberto Rizzi, attore e drammaturgo veronese, che ne ha curato anche la regia. Protagonista in palcoscenico sarà Chiara Mascalzoni.

Scrive, nelle note di regia, Alberto Rizzi: «Una metafora, una risata, una poetica fantasia a volte ci raccontano la realtà in modo più chiaro e sorprendente della realtà stessa. Da tempo volevo scrivere uno spettacolo che parlasse della donna, che fosse poeticamente femminista, senza accusare, senza essere una lotta di parte. L’idea di una donna papa, alla fine è servita proprio a questo: un’immagine chiara, semplice, scenicamente forte che racconta duemila anni di maschilismo. Perché alla fine lo spettacolo dimostra che non c’è altra ragione al mondo per non avere una donna papa se non una infinita serie di pregiudizi maschilisti.»

Si legge su “Milano Teatri” nella recensione di Ivan Filannino: “Nessuna mancanza di rispetto nei confronti della Chiesa, ma tanta ironia in uno spettacolo perfettamente interpretato da Chiara Mascalzoni. Il suo monologo scorre piacevolmente, a metà strada tra il cabaret e il documentario storico, senza annoiare lo spettatore. L’attrice non abbassa mai i ritmi, prende possesso dell’intero palcoscenico, e intrattiene il pubblico con le sue parole e la sua mimica accompagnata dalle note di Bach e Beethoven.” 

Sabato 16 novembre il sipario del Teatro Oratorio Parrocchiale di Storo si alzerà su «SIC TRANSIT GLORIA MUNDI» alle ore 21.00. Lo spettacolo tornerà poi in Trentino il 21 marzo 2020 nell’ambito della Stagione Teatrale di Aldeno. (F.L.)