22
Sun, May

Alpeggi, dalla Provincia più controlli contro le speculazioni su malghe e pascoli

In Trentino
Typography

 

Attraverso un atto di indirizzo – proposto dall’assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli – la Giunta ha stabilito l’avvio di un sistema di controlli per una equilibrata gestione delle superfici a pascolo. Per contrastare le speculazioni da parte di quanti guardano ai pascoli come strumento per ottenere i pagamenti diretti previsti dalla PAC mediante il minimo impegno nell’attività di alpeggio.

 

 

 

È stata prevista la definizione di uno specifico protocollo riguardante la pianificazione e l’esecuzione dei controlli sul bestiame che veda coinvolte l’Azienda provinciale per i servizi sanitari, il Corpo forestale provinciale, l’Agenzia provinciale per i pagamenti e possibilmente anche le Amministrazioni proprietarie dei pascoli. Al termine della stagione di alpeggio, l’esito dei controlli svolti sul territorio provinciale sarà utile alla Giunta per mettere in luce le criticità riscontrate e individuare le soluzioni operative più appropriate.

 

Va detto che nelle ultime stagioni di alpeggio sono state riscontrate alcune criticità – quasi sempre legate ad un utilizzo speculativo delle superfici – con l’assenza di attività di pascolamento delle aree dichiarate. In questo contesto, la Giunta ha ritenuto opportuno intensificare i controlli sugli animali alpeggiati, con particolare riguardo al momento della loro movimentazione per la monticazione, per contrastare efficacemente i tentativi di frode legati a false dichiarazioni sulla consistenza degli animali condotti in quota.