26
Sun, Sep

Difficoltà per il trasporto pubblico da Bagolino a Tione: inizia la scuola e si interroga la Provincia

Giudicarie
Typography

 

Con propria nota del 19 dicembre 2019 – riporta l'interrogazione del 24 agosto con primo firmatario il consigliere Alex Marini - il dirigente scolastico dell’istituto capofila della rete delle Giudicarie, dott. Alessandro Fabris, portava all’attenzione del Servizio Trasporti Pubblici della Provincia Autonoma di Trento una serie di criticità inerenti il servizio di trasporto pubblico e scolastico riguardanti le valli Giudicarie.

Fra le varie doglianze sollevate spiccava il caso degli studenti che dalla provincia di Brescia e, nello specifico dal Comune di Bagolino, si recano a Tione di Trento per frequentare le scuole ivi locate e in particolare, l’Istituto di Istruzione Lorenzo Guetti, il C.F.P. Università Poopolare Trentina e il Centro Formazione Professionale ENAIP Trentino.”

 

Nella sua nota il dirigente faceva presente come gli studenti provenienti da Bagolino (in totale 55 all’epoca della stesura del documento) si trovassero a far fronte a tempistiche di percorrenza estremamente svantaggiose (ad esempio: all’andata partenza da Bagolino ore 6.10, arrivo a Tione ore 7.30; al ritorno partenza da Tione alle ore 12.35, arrivo a Bagolino alle ore 14.15 con 30 minuti di sosta alla fermata di Lodrone).

 

 

Per ovviare a tali problematiche il dirigente scolastico suggeriva di 'posticipare l’orario di partenza da Bagolino e da Ponte Caffaro in direzione Tione la mattina, ridurre i tempi di attesa del cambio a Ponte Caffaro nel rientro', mentre come soluzione ideale veniva proposto di organizzare una 'corsa senza cambio da Bagolino a Tione con fermata a Ponte Caffaro sia per l’andata che per il ritorno con tempistiche tarate sugli orari di inizio e fine lezioni delle scuole del secondo ciclo di Tione'; la risposta alle segnalazioni di cui al precedente paragrafo veniva recapitata con nota datata 18 febbraio 2020 a firma del dirigente provinciale dott. Roberto Andreatta.”

 

In tale documento il dirigente provinciale sosteneva che, per quanto riguardava le corse del mattino 'non si riesce a posticipare la partenza da Lodrone in quanto i mezzi, una volta arrivati a Tione, sono impegnati nell’effettuazione dei servizi per le scuole secondarie di p.g. e/o per le primarie; la tratta da Bagolino a Lodrone è di competenza della SIA ma, in questo caso, un eventuale posticipo della partenza da Bagolino comporterebbe l’impossibilità di garantire la coincidenza a Lodrone'.”

Per quanto riguardava invece le corse del pomeriggio il dirigente affermava che 'le criticità segnalate sono di competenza della SIA che eventualmente dovrebbe migliorare gli orari della coincidenza. Eventualmente potremmo chiedere alla società eventuali margini di aggiustamento di tali orari'. ”

 

La necessità di collegare Bagolino con i comuni trentini non riguarda solo gli studenti, i quali per l’anno scolastico 2021/22 sono più di 40, ma potenzialmente altre categorie vista la situazione evidenziata anche in altri atti presentati nel corso della corso della consiliatura e i rapporti sociali ed economici che storicamente legano le comunità delle valli dei fiumi Caffaro e Chiese; in Provincia di Trento gli articoli 18 e 19 della legge provinciale sui trasporti disciplinano l’esercizio di autolinee interregionali che svolgono il servizio prevalentemente sul territorio della provincia di Trento e di autolinee interregionali che fanno lo stesso prevalentemente al di fuori della provincia di Trento”.

 

 

In particolare,

 

in Regione Lombardia la programmazione e l’organizzazione dei servizi di trasporto pubblico a scala locale e subregionale (in breve TPL) sono disciplinate dalla legge regionale lombarda n. 6 del 2012 “Disciplina dei trasporti”. Per quanto riguarda la parte di servizi locali “non ferroviari” tale legge ha fissato un innovativo percorso amministrativo e tecnico, con l'obiettivo di ottenere un assetto più efficace dei servizi di TPL offerti, e, al contempo, di consentirne una erogazione più efficiente sotto il profilo economico-finanziario. A tale scopo, tenuto conto della specificità della natura dei servizi di TPL, i quali superano i confini amministrativi dei diversi enti locali e si qualificano come tipici “servizi a rete”, è stato previsto che le funzioni di programmazione e di organizzazione del TPL vengano esercitate in forma unitaria dalle Agenzie del TPL, nuovi organismi a cui la legge regionale 6/2012 (art. 7) attribuisce potestà e competenze quali Enti di governo della mobilità per i diversi ambiti territoriali (bacini del TPL) in cui ha suddiviso il territorio regionale (in base alla Legge148/2011);

 

l’Agenzia del TPL del bacino di Brescia è diventata operativa nel febbraio 2015, la prima tra le diverse analoghe agenzie lombarde. È l’ente pubblico a cui occorre fare riferimento per tutte le problematiche del trasporto pubblico locale. Attraverso l’Agenzia, a partire dal 1° luglio 2016, la Provincia di Brescia esercita le sue competenze in materia (congiuntamente al Comune di Brescia), dopo averle trasferito la titolarità dei contratti di servizio delle Aziende a cui ha affidato lo svolgimento dei servizi di TPL di carattere extraurbano;

 

a fronte di quanto sin qui riportato appare pacifico come la soluzione alle criticità trasportistiche evidenziate sia da ricercarsi in una fattiva interlocuzione con la Provincia di Brescia e l’Agenzia del TPL del bacini di Brescia, tale da condurre alla sottoscrizione di una convenzione che preveda un servizio di trasporto diretto dal comune di Bagolino a quello di Tione di Trento;

 

 

tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per sapere

 

1. se intenda avviare un’interlocuzione con la Provincia di Brescia e l’Agenzia del TPL del bacino di Brescia al fine di individuare una soluzione alle problematiche di trasporto enunciate in premessa e riguardanti gli studenti provenienti dal comune di Bagolino e diretti agli istituti scolastici di Tione di Trento, al fine di fornire loro un servizio di trasporto pubblico che minimizzi i disagi a danno dell’utenza;

2. se intenda valutare la possibilità di sottoscrivere una convenzione che preveda un servizio di trasporto diretto tra Bagolino e Tione di Trento e più in generale tra Bagolino e i comuni confinanti della Provincia di Trento ai sensi di quanto disposto dagli artt.18 e 19 della legge provinciale n.16 del 1993 e della legge della Regione Lombardia n. 6 del 2012 A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.