12
Tue, Nov

Giudicarie Esteriori, tutto pronto per la Cuet. L’1 giugno un trail per scoprire ed assaporare la bellezza delle nostre montagne 

Esteriori
Typography

Vi è capitato di sentire parlare della CUET?

Magari sì, e siete già tra i più informati, o magari no, mai sentito nemmeno un accenno: in ogni caso si tratta di un particolare evento organizzato nelle nostre valli, precisamente nelle Giudicarie Esteriori in data 1 giugno.

Cosa la rende così speciale?

Quando si parla della CUET non ci sono dubbi: ci si riferisce a una gara sportiva organizzata dalla Comano Mountain Runners, un'associazione nata tre anni fa da giovani delle Giudicarie Esteriori, amanti dello sport in montagna e delle bellezze del nostro territorio. Così scrivono sul loro sito ufficiale: “Il nostro sogno è valorizzare il patrimonio naturalistico della nostra valle facendo la cosa che amiamo di più: viverlo al massimo, senza mancargli di rispetto.” - e continuano con - “ Perché la natura è la nostra casa, le montagne il nostro rifugio e la corsa la nostra passione, che vogliamo condividere con voi.”

L'evento prevede lo svolgersi di tre competizioni: CUET 60 km, CUET 28 km, CUET minitrail per i più piccoli. Tre percorsi, tre lunghezze diverse; un unico posto di partenza e arrivo: Passo Durone a quota 1000 m, luogo facilmente accessibile a spettatori.

Gli scopi dell'evento sono molti: tra questi spicca la valorizzazione del territorio. Dalla manutenzione dei tracciati all'organizzazione e pubblicizzazione dell'evento, è chiaro come per questi giovani contino le nostre cime. Vogliono far appassionare atleti e spettatori alla loro bellezza e varietà, specialmente perché riconosciuta dall'UNESCO, ma spesso sopraffatta dalla notorietà ed il turismo delle valli vicine. E' un patrimonio a volte sconosciuto: ogni tracciato dell'evento, a modo suo, ne fa riscoprire l'importanza.

La CUET 60 km valorizza il patrimonio paesaggistico e culturale della valle; il tragitto si snoda tra le cime della valle fino ai rustici paesini a minor quota, costituendo un anello con partenza e arrivo al Passo Durone. La gara, con inizio alle ore 6.00, è la più lunga e variegata delle tre; vede un totale di 4800 metri di dislivello. Le zone visitate su e giù tra i monti: Malga Stabio, Bochet della Meda, Malga Nardis; dopo un primo tratto tra le vette della selvaggia Val Marcia, si giunge a Passo del Ballino,Val Lomasona, Località Vendesi; tra i paesi della valle attraversati, invece, Comano e Vergonzo.

La particolarità? Coinvolgere tutta la zona, dalle alte vette solitarie, ai paesi nel fondovalle; salire e scendere perciò da cime sconosciute, che i tifosi più accaniti potranno raggiungere precedendo la partenza degli atleti, ai punti di passaggio a bassa quota, più facilmente accessibili agli spettatori.

Anche la CUET 28 km propone uno spettacolo simile: stesso luogo di partenza alle ore 9.00, essa descrive sempre un anello tra le vette della Val Marcia, scendendo verso località Livez e tornando verso il Durone già a fine mattinata. Si tratta di un tracciato insomma più corto, comunque complesso, con un totale metri di dislivello di 2400 m.

Infine, non meno importante, la Minitrail alle ore 16.00 per i più piccoli; varie le categorie tra BABY, CUCCIOLI, RAGAZZI, CADETTI, ALLIEVI. Oltre a estendere il messaggio dell'evento ai più giovani, la Minitrail è importante anche a fini benefici: l'intero incasso della quota di iscrizione sarà totalmente devoluto all'AIL, Associazione Italiana Leucemia.

Per chi volesse assistere, non mancherà la possibilità di pranzare al Passo Durone, ma anche festeggiare con buona musica nell'apposito tendone; inoltre, sempre sul posto, si svolgeranno premiazioni e concerti. Per maggiori informazioni riguardo il programma della giornata e gli orari non c'è che consultare l'apposito sito.

(https://www.comanomountainrunners.it/it/news/cuet-2019-programma-ufficiale#main-content)

In ogni caso, l'evento attira l'attenzione; i motivi per partecipare all'evento? I più disparati; partecipate per sostenere gli atleti iscritti; partecipate perchè amate la montagna e volete passare una giornata diversa dal solito, partecipate se credete che il nostro territorio meriti di essere conosciuto per la sua bellezza, benché talvolta sconosciuta a molti; partecipate per promuovere lo sport e l'attività fisica come base per una buona salute; partecipate se volete far appassionare i vostri bambini; partecipate per sostenere una causa benefica e per appoggiare l'iniziativa di questi giovani volenterosi.

Che vogliate cogliere l'occasione per scalare qualche vetta a voi poco nota e lì attendere gli atleti, o godervi il clima di festa in Durone, l'obiettivo comune a tutti è uno: godere di una bella giornata tra i monti delle Giudicarie Esteriori, a volte “dimenticati” e solo in attesa di essere scoperti.