22
Sun, May

Rinnovato il Cda di Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio

Campiglio
Typography

 

Ieri pomeriggio si è tenuta, presso il Paladolomiti a Pinzolo, l’assemblea annuale dei soci di Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Spa (presente il 96% del capitale sociale). A conclusione del mandato amministrativo triennale a guida Tullio Serafini, si è proceduto al rinnovo del Consiglio di amministrazione, che rimarrà in carica per il prossimo triennio, con numerose conferme e alcune novità tra i suoi 22 componenti. Alla prima riunione del Cda, prevista nei prossimi giorni, ci sarà la nomina del Presidente e del Vice Presidente. Durante l’assemblea è stato approvato anche il bilancio d’esercizio 2021 che cresce nella contribuzione privata, presentato il bilancio sociale che valuta la ricaduta sul territorio, in termini di soddisfazione per l’ospite e la comunità locale, dell’attività svolta da Apt e illustrato il report delle attività svolte lo scorso anno.



 

LA RELAZIONE DEL PRESIDENTE.

Il presidente di Apt Tullio Serafini ha relazionato sul 2021 con un excursus sui principali avvenimenti e le attività svolte, ricordando l’assenza della stagione turistica invernale 2020/2021 e la ripartenza del turismo in estate. Poi, ha messo in evidenza il passaggio nell’assemblea straordinaria per la nascita del nuovo ambito territoriale da Madonna di Campiglio al lago d’Idro, l’approvazione del Piano strategico pluriennale e del nuovo brand “Madonna di Campiglio”, la progettazione di nuove esperienze per gli ospiti e la ripresa degli eventi, pur con tutte le limitazioni imposte dalle normative; quindi l’innovazione e la digitalizzazione dei servizi a supporto della vacanza, l’attività del coaching rivolta agli operatori e gli ulteriori miglioramenti apportati al modello organizzativo, di gestione e di controllo interno dell’Azienda. “L’impegnativo percorso per costituire il nuovo Ambito - ha affermato il presidente di Apt Tullio Serafini - ci ha consegnato un ambito ricco di eccellenze e diversità. Queste differenze, all’interno del territorio, si incontrano e si completano le une con le altre rappresentando una solida base sulla quale costruire un turismo più sostenibile, responsabile e inclusivo”.

All’incontro ha partecipato anche l’Assessore Provinciale al Turismo Roberto Failoni che ha portato il suo saluto iniziale e sottolineato ed evidenziato la proficua collaborazione in essere tra la Provincia, le Apt e Trentino Marketing.

IL BILANCIO D’ESERCIZIO.

Il bilancio d’esercizio 2021, illustrato dal Responsabile dell’Area Amministrazione Enrico Giordani, ha chiuso con un un utile d’esercizio, al netto delle imposte, di 964 euro. Il valore della produzione ammonta a 5 milioni e 196 mila euro, il costo della produzione a 5 milioni e 152 mila euro. È confermato il rispetto del requisito imposto dalla Legge Provinciale 8/2020 che disciplina l’obbligo di mantenere la maggioranza della contribuzione privata rispetto a quella pubblica. Il bilancio è stato approvato con un voto contrario e un’astensione.

IL REPORT 2021.

Numerosi dati sull’attività svolta sono stati forniti dal Report 2021 presentato dal Direttore di Azienda per il Turismo Matteo Bonapace. Nel 2021 Apt ha partecipato a 31 tra workshop e fiere con 312 operatori di 30 nazioni diverse incontrati, 13 i viaggi stampa organizzati sul territorio, 258 le uscite tv, 4mila e 579 gli articoli pubblicati sui media tradizionali e sul web. Le sessioni al sito web sono state oltre 1 milione, le pagine visualizzate più di 2 milioni e mezzo. Tra le nuove proposte sulle quali si è lavorato nel 2021, le top experience, la mobilità, il plastic free, l’alta gamma, il restyling dell’identità visuale e la nuova narrazione. C’è stato, poi, dal punto di vista della comunicazione, il lancio dei prodotti “Do-Ga” (Dolomiti - Garda Alpine Cycling Route) e “Via delle Normali”.

IL BILANCIO SOCIALE.

Altri contenuti sono infine arrivati dal Bilancio sociale che Apt ha redatto per il secondo anno consecutivo. Il documento si pone l’obiettivo di comunicare a soci ed operatori gli aspetti sociali, ambientale ed economici dell’agire di Azienda per il Turismo garantendo volontariamente la rendicontazione annuale sul valore e gli esiti generati dall’attività svolta, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili. Si vuole, cioè, dare visibilità a quanto normalmente non visibile, fornendo una visione d’insieme dell’Azienda, del valore aggiunto che produce e del beneficio che si cela dietro ad ogni numero.

L’ELEZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE.

I 15 eletti: Tullio Serafini (Associazione Scuole sci e Snowboard Madonna di Campiglio), Cecilia Maffei (Consorzio Pinzolo-Val Rendena per il Turismo), Bruno Felicetti (Funivie Madonna di Campiglio), Valeria Alessio (Associazione Commercianti e Imprenditori Madonna di Campiglio), Christian Armani (Gruppo Albergatori Madonna di Campiglio e Sant'Antonio di Mavignola), Andrea Pedretti (Funivie di Pinzolo), Ireno Serafini (Associazione del Turismo Extralberghiero), Matteo Amadei (Consorzio Pinzolo- Val Rendena per il Turismo), Martina Marcora (Associazione Commercianti Madonna di Campiglio), Giulia Collini (Gruppo Albergatori Madonna di Campiglio e Sant'Antonio di Mavignola), Thomas Beltramolli (Consorzio Pinzolo-Val Rendena per il Turismo), Gianluca Ferrari (Associazione Commercianti Madonna di Campiglio), Margherita Tisi (Gruppo Albergatori Madonna di Campiglio e Sant'Antonio di Mavignola), Francesco Bonapace (Consorzio Pinzolo-Val Rendena per il Turismo), Roberto Masè (Consorzio Pinzolo-Val Rendena per il Turismo). I 7 membri di diritto: Mario Zanon (Comune di Pinzolo), Paolo Pangrazzi (Comune di Tre Ville), Federico Dallavalle (comuni della Val Rendena), Monica Marinelli (Parco Naturale Adamello Brenta Geopark), Mauro Collini (Consorzio Pro loco Val Rendena), Massimo Valenti (Consorzio Turistico Valle del Chiese), Daniele Bertolini (Consorzio Turistico Giudicarie Centrali).

L’ELEZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE.

Il Collegio sindacale è stato riconfermato nelle persone di Alessandro Piva (Presidente), Elisa Carli e Disma Pizzini. I supplenti saranno Francesca Maffei e Giuseppe Bolza.