14
Tue, Jul

Bondo, se n'è andato Sebastiano Bonenti  vice sindaco per tre legislature e riferimento del mondo cooperativo

Valle del Chiese
Typography

 

SELLA GIUDICARIE. Sebastiano Bonenti a Bondo era considerato più di un'istituzione. Era stato vice sindaco di Mario Valenti per ben tre legislature (1990 -  2005) e presidente della Famiglia cooperativa per  oltre 25 anni. Ultimamente era pure  sagrestano della Parrocchia di Santa Barnaba dove era succeduto a Domenico Valenti e ora  lasciato il posto a Gilio Ghezzi. Se n'è andato a 82 anni dentro la sua casa dopo una rapida degenza in ospedale. Lascia la moglie Roberta e due figli: Oreste e Corrado. Uomo tutto d'un pezzo la cui determinazione non mancava. Sapeva ascoltare ma anche prendere decisioni e responsabilità sul suo operato.

 

“Professionalmente lavorava come falegname ed era un artigiano con la A maiuscola. Aveva bottega ma spesso si affiancava ad altri colleghi nella realizzazione di opere in legno di ben altra portata. Esercitava  quel mestiere nei paesi circostanti ma anche sul Garda. Come  amministratore un vice sindaco e assessore a più marce con vedute a lunga distanza” dice  di lui il suo sindaco dell'epoca.

Anche nell'ambito della cooperazione era un'artista vero, ossia  una figura ad  alto livello che sapeva interpretare  l'associazionismo per poi trasformare piccoli negozi in centri alimentari di alto livello. Contrariamente ad altri colleghi  Sebastiano i punti vendita li sapeva incentivare e chiudeva bilanci sempre in attivo.