14
Tue, Jul

Disgrazia in montagna sopra Roncone. Giovanni Amistadi scivola in un canalone e perde la vita

Valle del Chiese
Typography

 

SELLA GIUDICARIE. Mortale disgrazia oggi pomeriggio  lungo le alture di Roncone e più esattamente  nei pressi della località denominata Bena a poca distanza da  malga Giuggia. Vi ha perso la vita l'insegnante  Giovanni Amistadi, classe 1963 docente alla scuola del posto. L'uomo di scuola stava rientrando verso la vettura parcheggiata  nel vicinato dopo aver espletato  un'escursione, probabilmente riconducibile alla raccolta del Radicchio de l'Ors, quando per cause difficili da accertare sarebbe scivolato e poi precipitato da un sentiero dopo essere sbalzato lungo un canalone per  circa 150 metri morendo poco dopo a causa delle gravi lesioni riportate.

Lo ha rinvenuto poco dopo le 14,30 Fulgido Ferrari di Breguzzo che probabilmente ha intuito da subito che c’era qualcosa da insospettirsi dopo aver intravisto quella sagoma. Giunto sul posto non ha esitato ad allertare i soccorsi. Se  il decesso sia  avvenuto in maniera istantanea è al momento difficile da spiegare.  A dire il vero anche gli stessi figli del maestro si erano preoccupati considerato che mancava da casa dal mattino e che l'utenza telefonica non dava segno né risposta. Quindi un ulteriore motivo per sospettare che la disgrazia sia avvenuta magari  un po’ prima.

Giovanni, che abitava  con la famiglia a  Fontanè ,quartiere ingresso per chi provviene da Lardaro, lascia la moglie, di origini rivane e che pure lei insegna però a Pieve di Bono, nonché  i due  figli che frequentano Maturità e Superiori a Tione. “La disgrazia – dice Nicola Marzadri  comandante dei vigili del fuoco di Roncone

che assieme ai colleghi di Bondo, Breguzzo, Lardaro e Praso hanno effettuato  soccorso e recupero -  non ha né testimoni né risposte. Difficili anche l'azione di recupero  di cui una  buona mano  è stata data  dalle squadre dei  Soccorsi alpino del Chiese e della Guardia di Finanza di Tione”. Su la vicenda accertamenti sono comunque  in corso anche da parte dei carabinieri di stanza a Tione.

La  salma  è stata più tardi  traslata presso la camera mortuaria della casa di riposo  di Strada  da parte dell'agenzia  Agnoli di Tione alla quale spetterà gestire anche l'incombenza funeraria prevista per martedi  a Roncone ma sempre in forma ristretta.