12
Wed, Aug

Micologici ed esperti oggi a confronto da Bianca in Valle di Daone

Valle del Chiese
Typography

 

 

VALLE DI DAONE. Saranno una trentina, per lo più esperti o appassionati in ambito micologico, coloro che quest'oggi al ristorante da Bianca in Valle di Daone si ricompatteranno in occasione della annuale “Fungolife”. Al mattino i convenuti, distribuiti a gruppi, andranno a spigolare alla ricerca di funghi mentre nelle ore successive si dedicheranno agli approfondimenti. Tradotto in altre parole la manifestazione di fungaioli ed esperti è oramai divenuta una classica, tanto che i convenuti arrivano da più parti.

L'iniziativa, giunta quest'anno alla sua 20° edizione, ha come suo solito qualificati referenti e interlocutori tra cui Alesandro Togni, le Associazioni micologiche Gruppo Don Giovanni Corradi di Daone e l'analoga fondazione Guido Barbacovi di Rovereto.

 

L'intendimento - fa sapere lo stesso Togni – è quello di approfondire e far conoscere l'ambiente della micologia, anche se al momento funghi e finferli non abbondano. Poi ci sono anche appassionati il cui intendimento è quello di approfondire la conoscenza onde evitare di inciampare in funghi non commestibili”.

 

La rimpatriata micologica ha carattere di rotazione tant'è che di volta in volta si tiene in località diverse; nel 2019 ad esempio venne allestita da Graziano & Marilena alla locanda Aurora – Cascina dei Pom.

 

Effettivamente – torna a dire Togni - è una caratteristica oramai collaudata quella di distribuire in zone diverse del Chiese la Fungolife di stagione. L'immagine di repertorio che riproponiamo, ad esempio, è riconducibile ad una delle nostre ultime edizioni. Poi come anticipato la volta scorsa siamo stati da Graziano a Cimego, altre volte a Boniprati e altre volte ancora al ristorante La Valle; non ultimo dai Mazzacchi al Sant' Sebastian di Bersone dove la partecipazione c'è sempre stata“.