19
Sat, Sep

Ripartenza 2020: un progetto per incrementare il turismo di valle post-Covid. Hospitality, destinata ai dipendenti degli Spedali Civili di Brescia attivi durante l'emergenza

Valle del Chiese
Typography

 

Ospitalità e solidarietà: il progetto Hospitality
Un’iniziativa promossa dal Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali e dal Consorzio Turistico Valle del Chiese - dal 21 agosto al 30 settembre 2020 – destinata ai dipendenti degli Spedali Civili di Brescia



Ripartenza 2020”.

È questo nome a contraddistinguere il progetto messo in campo dal Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali e dal Consorzio Turistico Val del Chiese per incrementare il turismo di valle “Post Covid-19”, nei mesi estivi ed autunnali.

Diverse le iniziative delineate. Tra queste la proposta solidale “Hospitality”.

«La drammatica esperienza del Coronavirus – sottolinea il direttore dei due enti, Redi Pollini – ci ha ricordato quanto sia importante ricostruire i legami di solidarietà e di condivisione all’interno di una Comunità. Nei momenti più gravi dell’epidemia ci siamo affidati totalmente al personale sanitario e ausiliario, sottoposto a pressioni inimmaginabili». Da qui l’idea di permettere loro una vacanza per riposarsi e vivere esperienze legate alla salute ed al benessere.
«Questo attraverso la possibilità di usufruire – prosegue Pollini – di una promozione ad hoc pensata ed offerta proprio a loro, per far conoscere le nostre meravigliose valli e provare i benefici psico fisici che la montagna ed il lago possono donare in modo naturale, ma prezioso. Dal 21 agosto al 30 settembre 2020 verranno predisposti dei pacchetti soggiorno gratuiti (due notti con colazione) ai dipendenti sanitari, amministrativi ed ausiliari degli Spedali Civili di Brescia (ospedale con il quale è stata attivata la convenzione) che hanno lavorato durante la fase più importante della pandemia». 

L’obiettivo è quello di evidenziare i poteri “terapeutici” delle attività di montagna offrendo una breve vacanza, gratuita per una sola persona, in una delle 13 strutture convenzionate. A permettere di vivere e provare esperienze montane a 360° saranno invece il rilascio della Guest Card - gratuita per tutta la durata del soggiorno, compresi gli accompagnatori - nonché l’avvio e la promozione di diverse attività per ospitarli al meglio.

Un’offerta una tantum e quindi non replicabile limitata alle 2 notti. «Ogni richiesta di soggiorno extra – specifica il direttore – ed eventuali supplementi e/o sconti saranno elaborati sulla base dei listini e delle condizioni di vendita applicate dalle singole strutture».

Per poter beneficiare della promozione, in cui non è inclusa la tassa di soggiorno, sarà obbligatorio presentare alla struttura ricettiva un’autocertificazione di stato di servizio che dovrà attestare la qualifica e le mansioni svolte presso reparti e/o servizi degli Spedali Civici di Brescia, nel periodo di emergenza Covid19 (tra il 15/02/2020 ed il 30/05/2020).

«L’iniziativa – precisa Pollini – è coordinata dai nostri due Uffici Turistici, ma il soggiorno deve essere concordato con la struttura ricettiva a seconda della disponibilità dei soggiorni messi a disposizione».

Clicca qui per ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dedicato all’iniziativa