21
Tue, May

Il carro la Rocca Savana vince il trofeo Matiquadrati. In 3.500 ieri ad ammirare i carri del 52.o Gran Carnevale di Storo

Storo
Typography

Grande successo di pubblico ieri pomeriggio per la prima giornata del 52.o Gran Carnevale di Storo, che tradizionalmente propone uno spettacolo legato ai giganteschi carri statici incentrati su un tema della vita locale, rivisitato in chiave satirica. È stato così anche ieri pomeriggio dove si sono sfidati otto i carri (tre in più rispetto 2018) con circa 500 figuranti. Saranno il doppio sabato 9 per il gran finale. Ad assistere alle scenette, ripetute più volte durante il pomeriggio, sono state 3.500 persone provenienti da tutto il Trentino e anche da Veneto e Lombardia, a conferma – spiega Nicola Zontini, presidente della Pro Loco di Storo M2 – che il lavoro paga e l'attività di promozione svolta con il Consorzio Turistico Valle del Chiese sta portando negli anni risultati sempre più positivi.

Il Trofeo MatiQuadrati è andato al carro La Rocca Savana di Storo che ha battuto di misura An po chi an po la di Condino con 1.259 voti contro 1.248. Terzo il carro Stonad di Storo (1.142). Seguono Storo El Sheik di Storo (1.071), Tus taca cal juke box di Storo (1.064), Ci sarà qualcuno che... di Storo (1035), Dancing in the zuc-lite di Bersone (686) e Leder Wine di Storo (643). Tra i gruppi mascherati Stor go Talent (609 voti) ha preceduto 50 sfumature di Grease (489), entrambi di Storo.

Il tema del carro vincitore vede il Re Leone di Storo insegnare al piccolo Simba le varie località della savana storese sino la conquista della cascata della discordia dell'Ampola. Un tema affrontato con ironia anche dal gruppo condinese Scaldabache, al rientro al Carnevale di Storo. Oggetto è sempre la nota questione sull'accesso pubblico alla cascata dell'Ampola al centro delle cronache la scorsa estate per le decisioni dell'ex Sindaco di Storo Settimo Scaglia.

Il carro terzo classificato è ispirato alla catena di supermercati Conad è ironizza sull'apertura di punti vendita in zona, invocando l'istituzione di un punto nascite al posto dell'ennesimo supermercato.

 

Come sempre punto di riferimento è stato il Pala Catta con la degustazione della tipica Polenta Carbonera preparata dai Polenter di Storo, vincitori del Festiva della Polenta 2018. Come sempre è stato un trionfo. E non è mancata la musica con il Dj Catta. La serata è poi proseguita al Palazzetto E20 in compagnia della Fabio Supernova & The Energy Band, Denis Z, Dylan Joker, Bony Voice e Alex The Voice.

Il Gran finale è arriva sabato 9 marzo 2019 con la seconda grande esibizione dei carri allegorici e dei gruppi mascherati. Identico il copione di martedì con la Tendostruttura posizionata presso nel piazzale delle Scuole Medie che ospiterà la degustazione della tipica Polenta Carbonera e dalle 14.00 alle 24.00 bar e musica con Dj Catta e Alex the Voice, ad ingresso libero. Per l'ultimo atto ci si trasferirà al Palazzetto Storo E20 per il Gran Ballo Mascherato e la musica live con Exses. A cui seguirà dalle 24.00 alle ore 04.00 Wonderland 90 - Il Party Anni 90, grande spettacolo e animazione. Regular dj & voice Dada & Giulio P - Alex the Voice. Durante la serata si terranno le premiazioni dei carri e dei gruppi presenti al Gran Carnevale di Storo. Saranno assegnati il Trofeo Gran Carnevale e il Trofeo Hermann. Ma ci sarà anche l'appuntamento con la fortuna legata all'estrazione della lotteria. Ingresso euro 15 riservato ai maggiori di 16 anni COMPIUTI. Insomma, anche quest'anno il divertimento in Valle del Chiese è servito.