01
Mon, Mar

Sabrina Nicolodi da Fiavè prima alla Marcialonga Young 2021: è il terzo anno consecutivo prima sul podio

Fiavè
Typography

 

Sabrina Nicolodi vince la Marcialonga Young 2021 nella categoria 'Aspiranti': è il terzo anno consecutivo che la giovanissima atleta di Fiavè – classe 2004 - si aggiudica il primo posto sul podio.

 

Un fine settimana movimentato a Moena dove si è tenuta la 48a edizione della Marcialonga: l'organizzazione dell'evento, causa le circostanze della pandemia in atto, non è stata semplice. La manifestazione si è svolta a porte chiuse, trasmessa in diretta tv su Sky Sport Uno, Sky Sport Arena, RTTR, con tutti gli accorgimenti del caso – come già avevano annunciato il presidente Angelo Corradini e direttore generale Davide Stoffie.

 

La Marcialonga Young – quest'anno alla sua 11a edizione - è una competizione promozionale nazionale con partenza in linea, riservata alle categorie giovanili 'Allievi', 'Aspiranti', 'Juniores'.

Nasce per permettere alle categorie giovanili, non ammesse alla tradizionale Marcialonga di Fiemme e Fassa 70 km e Marcialonga Light 45 km, di partecipare e misurarsi in pista. Motivazione cardine quella di avvicinare i giovani alla pratica dello sci di fondo.

La Marcialonga Young 2021 si è tenuta proprio ieri mattina a Moena, in contemporanea con la Marcialonga tradizionale: 14 km per la maschile, 9 km per la femminile.



Direttamente dallo Sci Club Fiavé ASD, si è distinta Sabrina Nicolodi, prima nella categoria 'Aspiranti' con un tempo di 33' 59'' 50 nei suoi 9 km della gara femminile con partenza al Lago di Tesero, difficile salita della Cascata e arrivo a Cavalese.

Non è il primo anno né la prima vittoria per Sabrina: sia nel 2019 che nel 2020 primo posto nella categoria 'Allieve'. E quest'anno riconferma la posizione tra le 'Aspiranti', portando a casa la terza vittoria consecutiva in tre anni.

Tra gli altri giovani dello Sci Club Fiavé spicca in particolare anche Sofia Donati – classe 2005 - , arrivata terza nel suo secondo anno tra le Allieve.

Da Fiavé, dal team sportivo e dai tanti amici, l'orgoglio è tanto: un risultato sudato, frutto di una grande e costante preparazione, un traguardo meritato. Indiscussi i complimenti per le promettenti giovani.