14
Tue, Jul

Quale futuro della Val Rendena? La lettera di Renata Arosio

Val Rendena
Typography

I cittadini che hanno combattuto per non avere il biodigestore a Carisolo, si chiedono riguardo all’articolo di Scarazzini sulla realizzazione di un nuovo allevamento zootecnico industriale, come mai simili iniziative non vengono scoraggiate e controllate dalla pubblica amministrazione.

Vorremmo sapere quale è la visione futura che gli amministratori di questo territorio vorranno proporci a tutela del paesaggio e dell’ambiente. Se si parla di biodistretto, di orti giudicariesi e se si pensa di rendere la valle votata all’allevamento ed all’agricoltura sostenibili, come ciò si concilia con la creazione di una nuova stalla ed in prospettiva pensare ad un biodigestore per tutta la valle? L’ideale sarebbe se ciascun allevatore rispettasse il rapporto tra bestiame ed il terreno a sua disposizione e avesse modo di gestire le deiezioni compatibile col suolo ed il paesaggio. Altrimenti non saremo più attrattivi: non sarà possibile promuovere uno sviluppo agro-turistico compatibile con le caratteristiche peculiari e montane della nostra valle con ricadute negative su tutti i settori economici, oltre a creare danni irreparabili per il paesaggio e l’ambiente.

Renata Arosio