14
Tue, Jul

Pieve di Bono: «Dopo più di dodici ore di tensione, pazienza e trattative siamo ancora qui». Le parole del Sindaco Attilio Maestri

Pieve di Bono Prezzo
Typography

«Dopo più di dodici ore di tensione, pazienza e trattative siamo ancora qui... L'assessore? Né visto e né sentito... Forse il comunicato faceva riferimento a qualche altra situazione..». Queste le parole postate dal Sindaco di Pieve di Bono Prezzo alle 23.00 sul suo profilo facebook.

Il comunicato a cui si riferisce il sindaco di Pieve di Bono Prezzo è quello pubblicato sul sito della Provincia alle 15:19:

«Pieve di Bono: avviati gli accertamenti dopo la protesta dei lavoratori di un cantiere

 

È rientrata, anche a seguito dell'interessamento dell'assessorato provinciale al lavoro, la protesta di alcuni operai di un cantiere a Pieve di Bono, aperto per la realizzazione del nuovo centro di aggregazione giovanile del Comune.

Per dare maggiore visibilità alla loro protesta i lavoratori, che lamentano il mancato pagamento di alcune mensilità, sono saliti sul tetto della costruzione. L’assessore provinciali allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli ha attivato i competenti uffici dell’amministrazione per avviare con gli altri soggetti gli opportuni accertamenti sulla situazione. “Le autorità si stanno attivando – sottolinea l’assessore Spinelli – al fine di acquisire tutti gli elementi necessari a definire esattamente i contorni della vicenda. I lavoratori interessati, nel frattempo, in seguito alle rassicurazioni che abbiamo presentato loro, sono scesi dal tetto del cantiere. Il nostro impegno è naturalmente di risolvere la questione nel più breve tempo possibile”.»

Dal comunicato emesso dall'ufficio stampa della Pat sembrava che la situazione fosse stata risolta grazie all'intervento dell'Assessorato del Lavoro ancora nel primo pomeriggio. Alle 23, dopo 8 ore dal Comunicato stampa, il sindaco è ancora impegnato nella trattativa, ma dalle sue parole sembra essere stato lasciato solo dalla Pat e dall'assessorato.